Tag: arrestato

Apre porta a marocchino: tenta di stuprarla

Ha aperto la porta nel cuore della notte pensando di trovarsi di fronte a un’emergenza ma il 34enne marocchino che ha cercato aiuto dalla Guardia Medica di Cantù qualche settimana fa aveva solo bevuto troppo.

Ubriaco l’uomo è entrato nello studio medico e nonostante i tentativi della dottoressa di farlo uscire lui ha insistito e ha cercato un approccio con la donna.
Secondo quanto riporta il quotidiano Il Giorno della provincia di Como inizialmente l’ha minacciata con un coltello che ha estratto dalla tasca poi ha cercato di avere un approccio sessuale con lei.
La dottoressa ha tentato di chiedere aiuto di fronte all’insistenza del marocchino è ha fatto scattare l’allarme. Quando ha capito che era arrivato il momento di andare e far perdere le sue tracce il 34enne però ha baciato la donna sulla guancia.

Dopo la denuncia presentata in caserma dalla dottoressa sono iniziate le ricerche dei carabinieri della città che hanno individuato l’uomo intento a bivaccare e a bere in piazza Garibaldi e lo hanno arrestato per violenza sessuale aggravata e porto di arma atta ad offendere.

Potrebbe interessarti: http://www.monzatoday.it/cronaca/minaccia-dottoressa-bacio-guardia-medica-cantu.html

Venezia: ‘profugo’ uccide uomo a coltellate

La polizia ha arrestato un cittadino del Bangladesh accusato di aver ucciso con due colpi di coltello un italiano di origine magrebine maghrebino di 29 anni nella stazione ferroviaria di Venezia.
La Polizia è arrivata all’omicida analizzando le immagini delle telecamere installate nell’area ferroviaria e raccogliendo varie testimonianze.

L’omicidio sarebbe avvenuto durante una lite sorta per futili motivi. L’accusato è stato portato in questura.

http://www.televideo.rai.it/televideo/pub/notiziasolotesto.jsp?id=999862&pagina=801&sottopagina=01

Invalido massacrato dalla Badante: in coma

È in coma farmacologico e in fin di vita al Policlinico di Milano un disabile di 50 anni brutalmente picchiato e rapinato dalla propria badante ucraina di 32 anni e da un clochard bulgaro di 30 nel Milanese.
A.F., che ha difficoltà motorie e per questo è su una sedia a rotelle, è stato trovato martedì privo di sensi dal fratello all’interno del suo appartamento a Cascina del Sole, frazione di Bollate (Milano). I carabinieri della compagnia di Rho hanno arrestato entrambi i responsabili.

https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2014/11/20/invalido-in-coma-dopo-rapina-badante_59f3e6c3-16e9-4281-8d71-f60e6abdd9e0.html

ROMA: ROMENO RUBA GRONDAIE DELL’ ASILO COMUNALE

Quartiere Africano: ruba le grondaie dell’asilo comunale di via Nicolò Piccinni
„Il ‘predone’ è stato fermato nel corso della notte mentre cercava di portare via il rame dalla scuola dell’infanzia di via Nicolò Piccinni“


Stava cercando di rubare le grondaie di un asilo comunale nella zona del Quartiere Africano. A mettere fine alle intenzioni di un cittadino romeno di 37 anni i carabinieri della stazione Roma Viale Libia che lo hanno arrestato con l’accusa di tentato furto aggravato.

FURTO DELLE GRONDAIE – Il 37enne, domiciliato nella Capitale, è stato sorpreso all’interno della scuola dell’infanzia di via Nicolò Piccinni, mentre stava smontando le grondaie in rame
no-schengen
„RITO DIRETTISSIMO – Bloccato dall’immediato intervento dei militari lo straniero è stato ammanettato e portato in caserma mentre la refurtiva è stata restituita ad un responsabile del plesso scolastico. Sarà processato presso il Tribunale di Roma con il rito direttissimo.“

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/cronaca/furto-grondaie-asilo-via-piccinini.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

Preso l’assassino di Andrea: un salvadoregno

I carabinieri hanno arrestato il presunto assassino di Andrea Pobbiati, l’uomo trovato ucciso in un camper nella periferia milanese: è il 20enne salvadoregno Bryan Ernesto Soto Valladares, bloccato mentre si recava presso un centro televisivo dove, come la vittima, lavorava come comparsa. Pobbiati, un 23enne incensurato, viveva da alcuni mesi all’interno del camper che gli era stato dato in affitto da un 50enne.

Valladares deve rispondere di omicidio volontario (aggravato dall’abuso di alcol) e rapina poiché dopo l’omicidio ha portato via il cellulare ad Andrea Pobbiati, che in un primo momento era stato accusato a sua volta dal sudamericano di avergli rubato il telefonino. A incastrarlo è stato proprio il cellulare, che gli investigatori gli hanno trovato addosso quando lo hanno bloccato all’ingresso degli studi Rai dove era atteso per partecipare, come comparsa tra il pubblico, alla registrazione di una puntata del programma “Detto fatto”.

Ai pm il salvadoregno ha detto di aver accoltellato Pobbiati (ucciso con oltre 20 fendenti) per legittima difesa: secondo il suo racconto, il 23enne lo avrebbe aggredito con il coltello dopo essere stato accusato di furto. L’omicidio è avvenuto tra le 12.30 e le 13 di domenica.

Venerdì i due si erano incontrati al mattino per comprare alcolici, hanno passato la giornata assieme nel camper, si sono ubriacati e il sudamericano ha dato a Pobbiati il cellulare per scaricare alcune canzoni. Attorno alle 20 se ne è andato e ha raggiunto con difficoltà (a causa dello stato di alterazione) la casa dello zio a Gorgonzola.

Il giorno dopo ha smaltito la sbornia e domenica si è accorto di non aver con sé il cellulare e i 160 euro appena incassati per il lavoro mensile da comparsa in tv. E’ quindi andato da Pobbiati – che gli avrebbe offerto della sambuca alle 10.30 – ed scoppiata la lite culminata con l’omicidio.

Valladares è quindi tornato a casa e ha gettato gli abiti nell’Adda. Ma ha tenuto le scarpe sporche di sangue. Martedì si è presentato agli studi Rai come da calendario ed è stato arrestato. A incastrarlo è stato un sms inviato venerdì da Pobbiati alla fidanzata (una sudamericana di 20 anni) in cui diceva di essere con Bryan. La ragazza ha raccontato che era un amico conosciuto al lavoro e così è emerso che il salvadoregno era l’unico del giro con quel nome.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lombardia/milano-23enne-ucciso-in-un-camper-arrestato-il-presunto-omicida_2080102201402a.shtml

MAROCCHINO CAPO DEGLI SPACCIATORI DI BAREGGIO

Spacciatore arrestato a Vigevano | Capo banda del ponte di Bareggio
„Si nascondeva a Vigevano il “capo” dello spaccio di droga di Bareggio: si tratta di Hamid S., detto “Drix”, nato in Marocco, 22enne ufficialmente residente a Bellaria (in provincia di Rimini). Sfuggito a settembre ad un’operazione della polizia stradale di Milano, aveva fatto perdere le sue tracce. I militari hanno scoperto che si era rifugiato in un appartamento di corso Cavour, ospite di connazionali dediti allo stesso “lavoro”.“
2-maro
„Hamid S. era a capo della cosiddetta “banda del ponte”, che spacciava eroina e cocaina su un ponticello situato nelle campagne di Bareggio. I clienti del sodalizio, un centinaio, provenivano da tutto l’hinterland ovest e sud-ovest di Milano, fino alla città ducale. I carabinieri vigevanesi lo hanno rintracciato nel pomeriggio di lunedì al Parco Parri. Si è qualificato come tunisino e ha fornito una falsa identità, ma è stato smascherato dalle impronte digitali e dal fotosegnalamento. Secondo le indagini, aveva già costutuito un altro gruppo di pusher che operavano nella zona in cui è stato controllato.“

Potrebbe interessarti: http://www.milanotoday.it/cronaca/arrestato-capo-spaccio-bareggio.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/MilanoToday

MILANO:ALBANESE ARRESTATO CON 5KG DI COCAINA

Gorgonzola, arresto corriere droga
„L’uomo, un autotrasportatore di origine albanese, è stato arrestato dai militari della guardia di finanza di Gorgonzola“

Corriere in manette a Gorgonzola (Milano). Nella giornata di martedì 18 novembre i militari della guardia di finanza hanno arrestato un autotrasportatore di origine albanese, beccato con 5 chilogrammi di cocaina.

L’uomo, fermato a Milano per un controllo stradale, nascondeva due chilogrammi di polvere bianca all’interno di una scatola di scarpe. Gli altri tre chilogrammi sono stati trovati nella sua abitazione, perquisita poco dopo. Per lui sono scattate le manette: è stato trasferito all’interno del carcere di San Vittore
pisapippa
„«La sostanza stupefacente — scrivono i finanzieri in una nota —, destinata al soddisfacimento del mercato dei Comuni della Martesana, è risultata avere un elevato principio attivo ed avrebbe fruttato diverse centinaia di migliaia di euro»“

Potrebbe interessarti: http://www.milanotoday.it/cronaca/gorgonzola-arresto-corriere-droga-18-novembre-2014.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/MilanoToday

Scavalca recinzione e molesta bambina nel giardino di casa

Piacenza – E’ finito in carcere con l’accusa di violenza sessuale aggravata un 25enne straniero che ha molestato una bambina di appena 8 anni, bloccandola mentre giocava nel giardino della palazzina in cui vive nella periferia di Piacenza. Giardino nel quale l’uomo era entrato a quanto pare scavalcando il cancello. La scena di questo giovane che tiene ferma e bacia la bimba è stata vista dalla finestra dalla madre della piccola che la stava tenendo d’occhio e che ha urlato tanto forte da mettere in fuga il maniaco. E’ quindi scattata la caccia all’uomo basata sulla descrizione fornita dalla donna don dettagli sia sull’abbigliamento sia sulla fisionomia. L’altro giorno, dopo settimane di indagini e di elementi di prova raccolti dalla polizia, è stata emessa dal gip Giuseppe Bersani un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dello straniero. Il quale però, pur ammettendo di essere stato in zona il giorno dell’episodio durante l’interrogatorio, nega con forza ogni accusa. A incastrarlo però ci sarebbe il riconoscimento da parte della madre della bambina. Il giudice per ora ha disposto la custodia nel carcere delle Novate.

http://www.piacenza24.eu/Cronaca/62014-Bloccata+e+molestata+bimba+di+8+anni+nel+giardino+di+casa%2C+straniero+arrestato.html

INDIANO STUPRA RIPETUTAMENTE BAMBINA DI 7 ANNI

Violenza sessuale su una bambina di sette anni: arrestato 55enne
„Le violenze segnalate agli investigatori dai medici del Bambin Gesù. In manette un uomo di 55 anni che lavorava a Roma come collaboratore domestico“

Si nascondeva tra gli ‘amici di famiglia’ per abusare sessualmente di una bambina di sette anni. ‘L’orco’ è un collaboratore domestico ed è stato arrestato daicarabinieri del del Nucleo Investigativo di Roma. Si tratta di un cittadino indiano di 55 anni, ai quali i Militari dell’Arma hanno notificato una esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per il reato di violenza sessuale aggravata e continuata in danno di una bambina di sette anni.

VITTIMA DI ABUSI SESSUALI – Le indagini sono state avviate a seguito dell’acquisizione di un referto medico redatto dai sanitari dell’ospedale Pediatrico Bambin Gesù i quali, dopo aver visitato la minore, ipotizzavano che la stessa fosse stata vittima di abusi sessuali.

‘AMICO DI FAMIGLIA’ – Gli approfondimenti sviluppati dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di via in Selci hanno consentito di fare luce su almeno due episodi di violenza sessuale subiti dalla bambina ad opera dell’uomo il quale, approfittando del rapporto di amicizia con i genitori della vittima, suoi connazionali, aveva sfruttato le poche occasioni in cui era rimasto da solo in casa con la minore per compiere gli atti sessuali.

COLLABORATORE DOMESTICO IN MANETTE – L’uomo, di professione collaboratore domestico e regolare in Italia, è stato rintracciato e arrestato dai Carabinieri e recluso nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.“

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/cronaca/violenza-sessuale-bambina-7-anni-roma.html

INTEGRAZIONE A FIRENZE: ROMENO RAPINA PAKISTANO E PICCHIA FAMIGLIA CINESE

Via Nazionale, brutale pestaggio in un supermercato: “Cinese di m…”
„Aggredisce i titolari di un market e devasta il negozio dopo aver rubato 4 birre. Arrestato dalla polizia. Calci anche contro un poliziotto rimasto lievemente contuso“


Ieri sera, intorno alle 21:30, un cittadino romeno di 26 anni ha devastato un market in via Nazionale dopo aver preso 4 birre senza pagare e aver pestato titolari e dipendenti del locale. L’uomo è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di rapina impropria, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Secondo quanto ricostruito, l’episodio ha avuto inizio quando il giovane, alto e robusto, afferrate 4 bottiglie di birra dagli scaffali, avrebbe deciso di portarsele via senza passare dalle casse ma cercando di uscire dopo aver sradicato il tornello dell’ingresso.

Uno dei dipendenti, un 23enne pakistano, avrebbe seguito l’autore del gesto per chiedere spiegazione ricevendo di tutta risposta una testata e un insulto: “Io non pago negro del c…”.

La violenza sarebbe poi continuata anche all’interno del supermercato dove il 26enne, che a questo punto avrebbe tirato fuori dalle tasche 20 euro per saldare il conto, sapendo che era già stata chiamata la polizia si è invece scagliato contro l’intera famiglia di cittadini cinesi che gestiscono il negozio: madre, padre (entrambi quasi 60enni) e figlio di 23 anni.

Anche in questo frangente sarebbero volate testate e calci, nonché frasi ingiuriose come “cinese di me..”, ai quali sono poi seguiti una serie di danneggiamenti: scaffali e casse rovesciate, monitor gettati a terra e oggetti distrutti.
Quando gli agenti delle volanti sono intervenuti, l’arrestato ha reagito anche contro di loro: un poliziotto è rimasto lievemente contuso.

L’uomo, con precedenti per furto e nell’ambito degli stupefacenti, una volta all’interno della volante ha cominciato a chiedere aiuto poi si sarebbe provocato delle abrasioni con le cinture di sicurezza con l’intento di farle attribuire alle sue vittime: portato in ospedale ne è uscito con una prognosi di tre giorni.


renzifi
„Le vittime dell’aggressione, tutte portate all’ospedale di Santa Maria Nuova, hanno riportato lesioni con prognosi che vanno dai 7 ai 10 giorni. L’arrestato dovrà inoltre rispondere anche dei migliaia di euro di danni causati al locale“

Potrebbe interessarti: http://www.firenzetoday.it/cronaca/pestaggio-supermercato-via-nazionale.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/FirenzeToday