Category: Bergamo

Profugo si riforniva di droga da grossista per poi spacciarla, denunciato

Una mirata operazione antidroga. È quella che i Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno messo appunto alla Stazione Ferroviaria “Verdello-Dalmine”. I militari dell’Arma hanno fermato due stranieri trovati in possesso di un etto di hashish. La droga era detenuta da un marocchino 22enne, clandestino sul territorio nazionale e con alle spalle già altri precedenti specifici. Il giovane era in compagnia di un cittadino del Gambia, tra l’altro profugo richiedente asilo, di soli 20 anni, che secondo la ricostruzione degli investigatori avrebbe dovuto acquistare il panetto di droga dal magrebino per poi rivenderla “su piazza” a sua volta. Una coppia criminale ben assortita quella quindi bloccata dai militari dell’Arma. Rinvenuti negli slip del marocchino anche del denaro contante suddiviso in banconote di piccolo taglio.
Il 22enne è stato così ristretto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Treviglio, in attesa dell’udienza di convalida prevista per la mattinata di domani davanti al Tribunale di Bergamo, come appunto disposto dal pm di turno. Per i cittadino del Gambia, al momento, solo una denuncia a piede libero in attesa di ulteriori riscontri. Verrà inoltre avviata la relativa procedura amministrativa di revoca quale straniero richiedente asilo.

http://www.bergamonews.it/2017/06/22/operazione-antidroga-alla-stazione-arrestato-22enne-con-un-etto-di-hashish/257834/

Marocchino senza biglietto: “Sono terrorista, non ne ho bisogno”

Un marocchino di 21 anni è stato trovato senza biglietto su un bus di Bergamo, per spaventare i controllori ha urlato: “Sono dell’Isis”.

È successo a Bergamo, su un bus della linea 3 dell’Atb, all’altezza della fermata di via Tiraboschi, in pieno centro. I controllori sono saliti a bordo per verificare i titoli di viaggio dei passeggeri, quando hanno chiesto il biglietto al giovane, lui prima ha detto di non averlo, poi ha minacciato i dipendenti dell’Atb.

Stando a quanto ha riportato il Corriere della Sera, vedendo che le sue minacce non sortivano alcun effetto, il marocchino ha cercato di spacciarsi per un terrorista del sedicente Stato Islamico per spaventare i controllori ed evitare una multa. “Sono dell’Isis!”, ha esclamato. Tuttavia, nemmeno questo tentativo ha avuto successo.

Di fronte alle dichiarazioni del giovane, infatti, i controllori non hanno perso la calma e hanno chiamato i carabinieri, che hanno preso in consegna l’immigrato per sottoporlo a tutti i controlli del caso. Così com’era apparso chiaro fin da subito sia al personale dell’Atb che ai passeggeri, il 21enne non aveva niente a che vedere con il sedicente Califfato. Si trattava solo di un goffo e mal riuscito tentativo di spaventare i controllori.

Protagonista della vicenda è un marocchino di 21 anni, clandestino in Italia e per questo già colpito da un ordine di espulsione. Grazie alla sua “trovata”, ora è stato denunciato anche per minacce e apologia di terrorismo.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/bergamo-marocchino-senza-biglietto-si-spaccia-terrorista-1412268.html

Donna italiana investe e uccide immigrato armato di coltello che la inseguiva – VIDEO

LA PERSEGUITAVA DA ANNI

Una donna italiana ha investito e ucciso a Villongo (Bergamo) un uomo che, stando a quanto ricostruito dai carabinieri, poco prima l’aveva minacciata e aggredita con un coltello. L’episodio attorno alle 8 in via Roma. La vittima avrebbe 40 anni. Sembra che la donna lo conoscesse e che da tempo il quarantenne la infastidisse in modo pesante.

L’immigrato, un indiano, l’avrebbe rincorsa e lei, nel tentativo di fuggire, lo avrebbe investito accidentalmente.
L’ennesimo appostamento dell’uomo, fuori dal luogo di lavoro della donna, impiegata in Comune a Villongo è stato particolarmente violento. L’uomo brandiva un coltello e la donna, per evitarlo, sarebbe scappata in macchina travolgendolo. L’uomo è caduto a terra e a causa delle ferite riportate nell’investimento è morto poco dopo.

BERGAMO, MENDICANTE AFRICANO ACCOLTELLA AGENTE AL CUORE, ABBATTUTO E FERITO

Intorno alle 14 una pattuglia della Polizia di stato, su segnalazione di diversi cittadini, si è avvicinata a uno dei mendicanti che chiedono l’elemosina ai semafori della rotonda, il quale aveva un atteggiamento molesto nei confronti dei passanti. Gli agenti avrebbero tentato in un primo momento di calmare e allontanare l’uomo che, in risposta, avrebbe reagito inveendo e insultando loro e la divisa.

Il collega ha quindi estratto una bomboletta di spray urticante e l’ha spruzzato contro l’individuo, ma senza alcun effetto. A quel punto è intervenuta anche una pattuglia della polizia locale, di passaggio nella zona: un’agente donna ha spruzzato a sua volta lo spray per placare l’uomo, il quale l’ha colpita, in modo non grave sopra l’occhio con le forbici. A questo punto il collega ha estratto una pistola e ha esploso un colpo, ferendo al polpaccio il mendicante, il quale è finito a terra.

Sul posto sono intervenute due ambulanze per soccorrere i feriti. L’agente, 25 anni, se l’è cavata con un’escoriazione, mentre il senegalese è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni: le sua condizioni non sono ritenute gravi. È stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni gravi e tentato omicidio. Ha precedenti per porto d’arma bianca e reati contro la persona.

Sono giunte in totale quattro auto della polizia locale, una dei carabinieri, 3 della polizia di stato e due ambulanze.

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha commentato l’episodio: “A nome mio e dell’Amministrazione Comunale, voglio esprimere solidarietà all’agente di Polizia rimasta ferita nel primo pomeriggio in città, mentre svolgeva il proprio servizio. Con l’augurio di una pronta guarigione per l’agente, rinnoviamo il sostegno alle Forze dell’Ordine che, quotidianamente, operano per il mantenimento della sicurezza sul nostro territorio”.

In serata il sindaco, accompagnato dal comandate della Polizia Locale Gabriella Messina, si è recato in ospedale a visitare l’agente ferita, portandole di persona i propri auguri di pronta guarigione.

http://www.bergamonews.it/2017/05/12/sparatoria-sulla-circonvallazione-in-citta-unagente-ferita/253950/

Picchia la moglie perché trascurava casa: tunisino arrestato


Leonardo.it
Picchia la moglie perché trascurava casa: tunisino arrestato a …
Leonardo.it
I Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato un uomo di 33 anni, di origine tunisina, nei pressi di Madona, in provincia di Bergamo. L’uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravati. Lunedì sera l’uomo avrebbe …
Violenza in famiglia a Bergamo: Arrestato un tunisino a MadoneItaliaPost.it

tutte le notizie (2) »

Clandestini occupano casa: denunciati a piede libero!

Prosegue l’attività di controllo del territorio da parte dei carabinieri della compagnia di Treviglio nell’area di Zingonia. Dopo i recenti sequestri per gli allacci abusivi al gas operati a Ciserano, i militari della Bassa Bergamasca hanno proceduto nella giornata di giovedì a sgomberare un appartamento occupato abusivamente da 4 stranieri clandestini a Verdellino, ubicato in una delle note quattro torri, già sottoposto a sequestro ed in custodia giudiziale su disposizione del Tribunale di Bergamo.

I carabinieri della stazione di Zingonia hanno difatti fatto in forze un accesso controllato nell’appartamento occupato dai 4 magrebini irregolari sul territorio nazionale, introdottisi nello stesso tramite il balcone, dopo una mirata effrazione degli infissi.

Tutti e quattro gli stranieri sono stati così denunciati a piede libero per il reato di clandestinità, nonché per concorso di persone in invasione di edifici. Nei loro confronti è stata poi avviata la relativa procedura di espulsione amministrativa dal territorio nazionale tramite l’Ufficio Stranieri della Questura di Bergamo. Durante il blitz eseguito dai militari dell’Arma è stato anche fatto intervenire un fabbro per rimuovere gli ostacoli fissi presenti.

Al termine dell’operazione di polizia in questione, sono stati infine riapposti i sigilli all’appartamento, per evitarne così un’eventuale nuova intrusione, rimettendolo così nella gestione del custode giudiziale.

Non si escludono, a breve, ulteriori interventi analoghi in tale area sensibile della Bassa Bergamasca per contrastare in tal modo il fenomeno delle occupazioni abusive di appartamenti sfitti o sottoposti a sequestro giudiziario per motivi vari.

http://www.bergamonews.it/2017/04/07/entramo-in-apprtamento-dal-balcone-e-lo-occupano-carabinieri-sgomberano-la-casa-da-4-clandestini/250853/

Senza biglietto prende a calci e pugni agente Polfer

Scovato senza biglietto da un agente della Polfer, tenta di fuggire e poi lo aggredisce fisicamente. È successo nel pomeriggio di giovedì 6 aprile alla stazione Centrale di Treviglio, dove un immigrato nigeriano di 35 anni si è reso protagonista di un nuovo episodio violento sui binari.

Erano circa le 15 quando l’uomo, che viaggiava a bordo di un treno della linea Cremona-Treviglio, è stato “pizzicato” senza biglietto da un controllore. Il 35enne non aveva con sé nemmeno i documenti personali. Vista la situazione, il funzionario ha così chiesto l’intervento della polizia ferroviaria.

Arrivato alla stazione di Treviglio, il convoglio si è fermato: l’immigrato è stato inviato dagli a agenti a scendere. Di fronte ella richiesta dei documenti per l’identificazione ha dapprima tentato di fuggire, ma dopo un breve inseguimento a piedi è stato raggiunto dall’assistente capo della Polfer che ha cercato di immobilizzarlo: l’uomo ha però reagito violentemente, aggredendolo con calci e pugni e rifilandogli anche una gomitata nel costato.

Alla fine, grazie all’intervento di un altro poliziotto, l’immigrato è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’agente aggredito se l’è cavata con una prognosi di 7 giorni.

http://www.bergamonews.it/2017/04/07/scovato-senza-biglietto-sul-treno-aggredisce-con-calci-e-pugni-un-agente-della-polfer/250904/

Immigrati pestano padre e figlio durante rapina


Il Giorno
Cividate, pestano padre e figlio durante rapina. Tre romeni puntano …
Il Giorno
Cividate al Piano (Bergamo), 3 marzo 2017 – E’ approdata davanti al gup Marina Cavalleri la violenta rapina avvenuta la notte del 9 dicembre 2014 a Cividate al Piano, all’interno della ditta Bm Officine Meccaniche, dove i titolari dell’azienda, padre e

Nuova violenza su treno lombardo: Marocchino abusa di 25 enne italiana


il Giornale
Marocchino abusa sul treno di una 25enne
il Giornale
Si tratta di un 20enne di origine marocchina, regolarmente residente in provincia di Milano, denunciato per violenza sessuale. Tutto è accaduto mercoledì pomeriggio su un treno della linea Treviglio-Bergamo. La vittima è una 25enne milanese. Il ragazzo …
Treviglio, molesta ragazza in treno: denunciato marocchino …Corriere della Sera
Treviglio, palpeggia ragazza sul treno: marocchino denunciatoBergamosera
Ancora un caso di violenza sessuale sul treno. Arrestato un …Il Secolo d’Italia
Leonardo.it –La Repubblica –Affaritaliani.it
tutte le notizie (14) »

Treviglio, molesta ragazza in treno: solo denunciato marocchino


Corriere della Sera
Treviglio, molesta ragazza in treno: denunciato marocchino
Corriere della Sera
Un marocchino di 20 anni, regolare e residente in provincia di Milano, è stato identificato e denunciato per violenza sessuale dagli agenti del commissariato di Treviglio. L'uomo avrebbe allungato le mani su una 25enne milanese incontrata su un treno
Ancora un caso di violenza sessuale sul treno. Arrestato un …Il Secolo d’Italia
Bergamo, palpeggia una ragazza in treno: 20enne denunciatoLa Repubblica
Donna aggredita sul treno a Treviglio La Polizia identifica il …L’Eco di Bergamo (Registrazione)
Il Giorno
tutte le notizie (10) »