Category: Prato

Prato, spacciatore africano devasta locali

Oltre 1 kilo di droga in casa dei profughi

Oltre un chilo di eroina sequestrata con l’arresto di due giovani nigeriani, un 25enne e una ragazza di 21 anni, quest’ultima richiedente protezione internazionale. E’ questo il risultato di un’operazione che si è svolta sull’asse tra Prato e Firenze e ha visto impegnati i poliziotti dell’Antidroga delle due Squadre Mobili.
L’indagine è partita quando gli investigatori hanno ricevuto notizia di un grosso giro di spaccio di eroina che gravitava intorno all’area della stazione di Rifredi e che riguardava anche Prato, dove l’arresttao era molto attivo. Proprio a Rifredi, inn via Reginaldo Giuliani, ieri sera 8 gennaio, è stato fermato il 25enne, trovato con due calzini pieni di 87 ovuli di eroina. Dopo aver arrestato il giovane, che ha cercato in tutti i modi di opporsi e di fuggire, è scattato il controllo dell’abitazione, al cui interno è stata trovata la donna, alla quale sono stati sequestrati altri 23 ovuli pieni di eroina, alcuni dei quali occultati nell’ano e poi espulsi. Nell’appartamento sono stati sequestrati anche 2mila euro in contanti.
Il giudice ha convalidato l’arresto dei due spacciatori, disponendo la custodia cautelare nel carcere di Sollicciano.

http://www.notiziediprato.it/news/maxisequestro-di-droga-25enne-e-richiedente-asilo-di-21-anni-nascondevano-un-chilo-di-eroina

Non lo lasciano rubare, aggredisce agenti

In manette è finito un giovane di 20 anni

In manette è finito un giovane di 20 anni sorpreso questa notte all’interno della Pizzeria Il Ragno di via Valentini. Quando ha capito di essere stato scoperto, ha…

Sputi, offese e minacce ai poliziotti: “Vi faccio perdere il lavoro, tanto siamo in Italia”

Minacce, parolacce, sputi ai poliziotti. Arrestato

Coltellate tra immigrati, panico tra i presenti: sangue ovunque

Finisce a coltellate la lite davanti all'Omnia Center, panico tra i presenti

E’ finita a coltellate la lite tra due pregiudicati maghrebini che nella tarda serata di ieri, 2 dicembre, hanno seminato il panico tra le tante persone che si trovavano davanti all’Omnia Center. I due, per ragioni ancora da chiarire, hanno iniziato a litigare in maniera molto accesa. Poi, all’improvviso, uno dei due ha estratto un coltello e ha ferito l’altro alla mano. Sul posto sono intervenuti l’ambulanza del 118 e le Volanti della polizia, con i poliziotti che hanno bloccato il feritore. Quest’ultimo è stato portato in questura e denunciato per lesioni gravi, mentre il ferito è stato medicato al pronto soccorso e dimesso.
Tanta la paura tra le decine di persone appena uscite dal cinema e costrette ad assistere all’episodio di violenza, avvenuto sotto le scale che danno verso il parcheggio laterale. testimoni riferiscono di un fuggi fuggi di persone che sono rientrate di corsa all’interno della struttura.
http://www.notiziediprato.it/news/finisce-a-coltellate-la-lite-davanti-all-omnia-center-panico-tra-i-presenti

Prato: appena scarcerato rapina un uomo e lo massacra a calci

Provvidenziale intervento di una Volante che questa notte ha bloccato un 25enne

Profugo nigeriano beccato a spacciare droga, ancora

Arresto in trasferta per i poliziotti dell’Antidroga della squadra Mobile che ieri mattina, 7 agosto, hanno portato in carcere un 29enne nigeriano, richiedente asilo, sorpreso a confezionare dosi di eroina in un appartamento di Montecatini Terme. Nell’ambito della stessa operazione i poliziotti pratesi hanno fermato altri due cittadini nigeriani, un 19enne e un 26enne, che abitavano nella stessa casa dell’uomo arrestato. I due giovani sono attualmente piantonati in ospedale a Pistoia dopo che le radiografie all’addome hanno evidenziato la probabile presenza di ovuli all’interno del corpo.
Durante il blitz sono stati sequestrati 18,3 grammi di eroina e 84 grammi di sostanza da taglio oltre a tutto l’occorrente per il confezionamento delle dosi.

http://www.notiziediprato.it/news/squadra-mobile-in-trasferta-a-montecatini-un-arresto-e-due-giovani-piantonati-in-ospedale

PROFUGO OBBLIGA RAGAZZINA A SPOGLIARSI E LA VIOLENTA, RECIDIVO

Migrante aggredisce due adolescenti
Ha aggredito una coppia di sedicenni
obbligando la ragazzina a denudarsi
sotto la minaccia di un coltello e poi
a calci e pugni, e ha tentato un ap-
proccio sessuale. E’ successo in un
parco nel centro di Arezzo, Il Prato.
I 2 adolescenti sono riusciti a fuggire

L’aggressore, arrestato per violenza
sessuale e lesioni, è un richiedente
asilo di nazionalità ghanese di 35
anni ospite di una struttura della Ca-
ritas. E’ sospettato di avere aggredito
altre due coppiette di 15-16enni. Sta-
mani l’udienza di convalida del fermo.

http://www.televideo.rai.it/televideo/pub/notiziasolotesto.jsp?id=1148788&pagina=101&sottopagina=01

Profughe si affrontano a morsi, rissa animalesca

Rissa ieri sera, 30 luglio, tra le ospiti della struttura per richiedenti asilo e i loro figli in via Bicchi a Carmignano nell’ex sede della Misericordia. La lite tra alcune mamme nigeriane sarebbe scoppiata attorno alle ore 22. La causa sarebbe l’eccessiva confusione fatta dai figli di una di loro. In pochi minuti dalle parole si è passati alle mani e ai morsi. Sul posto sono sopraggiunti i carabinieri e la polizia che hanno riportato la calma non senza difficoltà. E’ sopraggiunta anche un’ambulanza inviata dal 118 per medicare la donna presa a morsi. Ora è ricoverata al Santo Stefano. Secondo quanto ricostruito le donne coinvolte nella zuffa sarebbero 4 e saranno denunciate per rissa. La struttura è gestita dalla cooperativa Humanitas.

http://www.notiziediprato.it/news/profughi-scoppia-una-rissa-tra-le-ospiti-di-una-struttura-donna-presa-a-morsi

Prato, profugo armato di sega minaccia passanti

Momenti di paura ieri mattina, 8 luglio, intorno a mezzogiorno per un esagitato che è sceso in strada armato con una grossa sega da falegname. E’ successo in via Traversa del Crocifisso e sul posto è intervenuta la polizia, chiamata dai testimoni. I poliziotti hanno circondato l’uomo e sono riusciti a disarmarlo. Si tratta di un nigeriano di 37 anni, con permesso di soggiorno per motivi umanitari ma di fatto senza fissa dimora. Gli agenti hanno recuperato la sega e portato il nigeriano in questura. Durante l’intera operazione, lo straniero ha tenuto un atteggiamento aggressivo minacciando più volte i poliziotti. Alla fine è stato denunciato per minacce e resistenza a pubblico ufficiale e per il porto ingiustificato di uno strumento atto all’offesa.

http://www.notiziediprato.it/news/esagitato-scende-in-strada-brandendo-una-grossa-sega-disarmato-dai-poliziotti