Category: Uncategorized

Ventimiglia, rubano: sono due algerini ospiti del centro accoglienza profughi

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppOknotizieCondividi
Ventimiglia, derubano il Carrefour: in carcere due algerini ospiti del Riviera24.it Ventimiglia. Convalidato l’arresto per i due algerini che, intorno alle 23,30 di ieri, sono stati sorpresi dai Carabinieri della città di confine mentre svaligiavano il Carrefour di via Roma. Beccati con le mani nel sacco dai militari dell’Arma, Rouabi

ARTICOLI CORRELATI

Cocaina in tasca, segnalato un egiziano


Corriere Adriatico
Cocaina in tasca, segnalato un egiziano
Cronache Maceratesi (Registrazione)
Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato di Civitanova hanno fermato e controllato un egiziano che si aggirava per le vie del centro. L'uomo aveva alcuni grammi di cocaina in tasca. E' stato segnalato alla prefettura. I poliziotti si
Civitanova, girava con la cocaina addosso Un egiziano controllato Corriere Adriatico

tutte le notizie (2) »

ARTICOLI CORRELATI

Roma: palpeggiava turiste sul bus, arrestato maniaco egiziano


Il Tempo
Palpeggiava turiste sul bus 64, arrestato un egiziano
Il Tempo
La memoria vola subito alle violenze di Colonia e alla terribile notte del Capodanno 2016. Ma stavolta, a fare da sfondo all'ennesimo caso di molestie, è la Capitale. I carabinieri della stazione Roma Piazza Dante hanno infatti arrestato un 20enne
Mani sul fondoschiena delle turiste nel bus arrestato 20enne egizianoRoma Fanpage
Roma. Palpeggia donne sul bus, arrestato 20enne egizianoRoma Daily News
Molestatore sessuale in azione sul 64, arrestato dai carabinieriAGI – Agenzia Giornalistica Italia
Adnkronos
tutte le notizie (9) »

ARTICOLI CORRELATI

Minacce di morte al giudice, oggi gli interrogatori dei due tunisini


Il Resto del Carlino
Minacce di morte al giudice, oggi gli interrogatori dei due tunisini
Il Resto del Carlino
Ascoli, 13 gennaio 2016 – Sono fissati per oggi gli interrogatori di garanzia dei due tunisini arrestati con l'accusa di tentate lesioni personali gravissime in concorso per le minacce di morte subite lo scorso anno dal giudice del tribunale di Ascoli
Ascoli, volevano sfregiare il giudiceCorriere Adriatico
Volevano sfregiare il giudice, due tunisini arrestati e già in carcerePrimaDaNoi.it

tutte le notizie (4) »

ARTICOLI CORRELATI

Clandestino tunisino ci ricasca: arrestato per spaccio


la Nuova di Venezia
Clandestino tunisino ci ricasca: arrestato per spaccio
Il Gazzettino
Ora Hsini Haithem, tunisino di 25 anni, è ritornato a Santa Maria Maggiore per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Operazione messa a segno dagli uomini della sezione Anticrimine del commissariato, guidati dal sostituto commissario
Cocaina, arrestato spacciatore di 25 annila Nuova di Venezia

tutte le notizie (2) »

ARTICOLI CORRELATI

E’ EMERGENZA STUPRI: 4 IMMIGRATI ASSEDIANO 3 STUDENTESSE SUL TRENO VERSO CASA

I cattivi maestri di Colonia hanno trovato emuli improvvisati anche in Trentino. È successo giovedì pomeriggio su un treno regionale. Quattro individui dai tratti nordafricani che parlavano in una lingua araba hanno importunato e terrorizzato tre ragazzine che stavano tornando a casa da scuola. Le studentesse, al primo anno di superiori, abitano in un paese a pochi minuti dal capoluogo e si spostano giornalmente col treno. Erano da poco passate le 17 e appena salite sul vagone per tornare a casa si erano sistemate in uno scompartimento libero, senza minimamente immaginare che questo le avrebbe messe in posizione di pericolo.

Durante il breve viaggio però sono arrivati i quattro giovani immigrati che forse le avevano individuate e seguite o forse hanno approfittato del fatto di vederle sole e hanno improvvisato un approccio che le ha gettate nel panico, facendole letteralmente impietrire. Due di loro si sono appostati sulla porta dello scompartimento, un po’ per impedire la fuga delle ragazzine e un po’ per controllare che non arrivasse gente. Gli altri due si sono seduti e lentamente, parlando nella loro lingua sconosciuta, si avvicinavano alle loro «vittime» con sorriso ammiccante e un fare per nulla rassicurante. La cosa è andata avanti per un po’ e le ragazzine erano sospese tra il pianto e le urla di richiesta di aiuto. Una situazione di angoscia fortunatamente rotta dall’arrivo di un uomo, un controllore con la divisa delle Ferrovie alla cui vista i quattro importunatori si sono velocemente dileguati, liberando le malcapitate dall’accerchiamento.

Il controllore a quanto pare ha poi seguito i quattro facendoli scendere alla fermata successiva. Non è successo nulla di grave alla fine dei conti. Ma anche alla luce dei fatti di Colonia di grave in realtà c’è anche solo l’atteggiamento aggressivo e prevaricatore dei quattro energumeni e il fatto che in un tranquillo pomeriggio di gennaio possa succedere qualcosa del genere su un treno che viaggia a pochi minuti dalla città.

http://www.ladige.it/news/cronaca/2016/01/09/tre-ragazzine-importunate-sconosciuti-treno

ARTICOLI CORRELATI

*PROFUGHI STUPRANO ANCHE IN ITALIA: STUDENTESSE AGGREDITE SU BUS*

Arrestato un profugo accusato di violenza sessuale su una minore

Il fatto è accaduto il 2 dicembre scorso, l’arresto è stato effettuato qualche giorno fa e si è tenuta oggi, 9 gennaio, come riporta L’Arena, l’udienza di convalida dell’arresto di un nigeriano accusato di violenza sessuale aggravata.

Il reato si è consumato sull’autobus tra Garda e Verona, dove viaggiavano un gruppo di profughi e due ragazze diciassettenni dirette a scuola. Il gruppo, ospitato in una struttura del Basso Lago, ha accerchiato le minori e due uomini hanno cominciato a palpeggiarle, nonostante l’opposizione delle studentesse.

La violenza è durata fino alla fermata successiva, quella di Bussolengo, dove le due sono riuscite a divincolarsi e a scendere dal bus per andare dai carabinieri e fare la denuncia. Le indagini sono durate un mese e hanno permesso ai militari di identificare uno dei molestatori, che è stato arrestato e cui è stata revocata la richiesta di asilo.

Un caso che, anche se in piccolo, fa pensare ai fatti di Colonia. Il reato infatti è stato commesso solo da due profughi, ma gli altri hanno assistito alla scena e si sono chiusi attorno alle minorenni, impedendo così ogni loro spostamento.

Potrebbe interessarti: http://www.veronasera.it/cronaca/violenza-sessuale-autobus-garda-verona-bussolengo-profughi-minori-9-gennaio-2016.html

ARTICOLI CORRELATI

Autista dell’autobus aggredito e picchiato da un passeggero


RavennaToday
Autista dell'autobus aggredito e picchiato da un passeggero
RavennaToday
La normale richiesta di vedere il biglietto è costata il pestaggio a un autista della Start Romagna. L'aggressione è avvenuta lunedì pomeriggio verso le 15.30 in via Zuccherificio, a Mezzano nei pressi dello stabilimento Tozzi, quando sull'autobus di

ARTICOLI CORRELATI

Immigrati usavano culle bimbi per chili di droga

FIRENZE, 23 DIC – Cocaina purissima nascosta nell’imbottitura di una culla e in altri articoli per bambini, spediti in Italia con un pacco proveniente dal Perù. La spedizione è stata intercettata dalla polizia, che a Firenze ha arrestato i destinatari, tre uomini peruviani di 31, 32 e 34 anni, sorpresi mentre ritiravano la merce da un corriere.
Sequestrati circa 2 chilogrammi di cocaina, che riveduta al dettaglio avrebbe fruttato un guadagno di circa mezzo milione di euro.

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2015/12/23/due-chili-di-coca-in-culla-3-arresti_6d8fc233-20e1-4c9b-8af0-26a81cd14558.html

ARTICOLI CORRELATI

Agguato all’Expo finanzieri aggrediti dai venditori abusivi


La Repubblica
Agguato all’Expo finanzieri aggrediti dai venditori abusivi
La Repubblica
Tre immigrati vengono arrestati. I Una spedizione punitiva organizzata con una tecnica che pare quasi militare nei confronti delle forze dell’ordine, di quel Primo Gruppo che l’altro giorno venendo incontro alle proteste di cittadini, commercianti e  

ARTICOLI CORRELATI