Category: Uncategorized

Rom minacciano carabinieri a campo nomadi

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppOknotizieCondividi

il Giornale
Nomadi minacciano carabinieri a campo rom
il Giornale
Nel corso di un’operazione che ha visto coinvolti oltre trenta carabinieri delle compagnie di Castelfranco e del Noe di Treviso, sono state denunciate diversi nomadi per abusi edilizi, abbandono di rifiuti, scarico di acque reflue senza autorizzazione altro »

ARTICOLI CORRELATI

Gli zingari di Roma mandano i bambini a insultare Salvini e Meloni


Il Secolo d’Italia
Gli zingari di Roma mandano i bambini a insultare Salvini e Meloni
Il Secolo d’Italia
Gli zingari di Roma mettono in campo i bambini per contestare Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Che arrivano al campo nomadi di via Candoni, in zona Magliana, e trovano un gruppo di zingari che insieme a bambini rom, li contestano. “Via schifoso” …
Roma, nomadi contro Salvini: ‘schifoso, vai via’Blasting News
Salvini contestato a un campo rom di RomaANSA.it
Amministrative, Salvini contestato al campo Rom di Via CandoniRoma.Zon (Comunicati Stampa)
L’Occidentale -Globalist.it
tutte le notizie (82) »

ARTICOLI CORRELATI

Furti ad Eataly e Basko, denunciate coppia di algerini e una romena


Liguria Notizie
Furti ad Eataly e Basko, denunciate coppia di algerini e una romena
Liguria Notizie
GENOVA. 6 MAG. I carabinieri di San Teodoro, al termine di accertamenti, ieri hanno deferito in stato di libertà per “furto in concorso” due algerini, lei di 30 anni incensurata e il complice di 46 anni, con pregiudizi di polizia, poiché lo scorso mese  

ARTICOLI CORRELATI

Da profughi a rapinatori seriali

Con lo status di “profugo” arrivavano in Italia, mettendo a segno una serie di rapine spacciandosi per dei poliziotti. E’ l’accusa mossa dalla Procura di Roma nei confronti di 29 indagati, con la base logistica a Castel Volturno nel Casertano.

Ieri mattina, infatti, i Carabinieri del comando provinciale di Roma, a conclusione di una complessa attività d’indagine, convenzionalmente denominata “Fake Cops”, hanno arrestato 13 rapinatori, quasi tutti di nazionalità iraniana mentre altri due sono tuttora ricercati.

Dovranno rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine ai danni di turisti, attuate sempre fingendosi appartenenti alle forze di polizia e simulando controlli antidroga, con successiva ricettazione dei preziosi derubati.

Gli sviluppi investigativi hanno consentito di individuare in totale 29 indagati, che colpivano in tutta la Penisola e alloggiavano durante la preparazione delle scorribande presso camping, residence o alberghi a ridosso dei grossi centri urbani prediligendo RomaMilanoVenezia eFirenze, utilizzando sempre documenti e distintivi falsi.

Le indagini hanno inoltre permesso di accertare come molti degli indagati erano giunti clandestinamente in Italia, seguendo la rotta Turchia-Grecia-Italia come tanti altri extracomunitari.

Secondo quanto ricostruito, le persone coivolte hanno raggiunto l’Italia a bordo di gommoni seguendo la rotta che dalla Turchia, attraverso la Grecia, porta nel nostro Paese gli 11 indagati per una lunga serie di rapine ai danni di turisti messe a segno in tutta la penisola. Molti dei malviventi arrestati, infatti, sono iraniani e, stando a quanto emerso dalle indagini, avrebbero pagato circa 3.000 euro a testa per raggiungere il Belpaese, partendo dalla Turchia.

Alcuni di loro, finiti in manette su ordinanza del gip Maddalena Cipriani, avrebbero poi richiesto permessi di soggiorno temporanei con lo status di “profugo”.  Una volta sbarcati in Italia, gli stranieri riuscivano comunque a rifarsi ampiamente dell’esborso per il viaggio. In soli cique mesi, l’organizzazione, colpendo soprattutto a Roma, Milano, Firenze, sulla costa romagnola è riuscita a mettere insieme un bottino di almeno 150mila euro.

L’ipotesi degli investigatori però è che molte rapine non siano state denunciate, essendo le vittime turisti in vacanza. La modalità utilizzata dal gruppo criminale era consolidata: fingendosi agenti di polizia, simulavano controlli in strada, approfittandone per rapinare con abilità i turisti di denaro e preziosi.

Il bottino variava da gioielli e orologi di lusso, che venivano poi ricettati. Compito, quest’ultimo, affidato in particolare a una delle donne del gruppo. Gli arrestati, inoltre, terminate le azioni erano soliti filmarsi con il bottino e vantarsene persino su alcuni social network.

 http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/876788/Da-profughi-a-rapinatori-seriali-grazie.html

ARTICOLI CORRELATI

Coordinatore Forza Italia aggredito da un gruppo di profughi


La Nazione
Silli aggredito da un gruppo di profughi: "Roba da fantascienza"
La Nazione
Prato, 27 aprile 2016 – Avventura ben diversa da un semplice sopralluogo ieri all'Osmannoro per Giorgio Silli (nella foto), responsabile nazionale dell'immigrazione per Forza Italia e già assessore del Comune di Prato. Silli, insieme ad altri dirigenti

altro »

ARTICOLI CORRELATI

Faenza: latitante da tre anni, per sfuggire all’arresto ingoia ovuli


Ravennanotizie.it
Faenza: latitante da tre anni, per sfuggire all'arresto ingoia ovuli di
Ravennanotizie.it
Alla vista della “Gazzella” del nucleo radiomobile, il giovane ha portato la mano alla bocca ed ha iniziato a deglutire vistosamente nel tentativo di mandar giù qualcosa, poi appena bloccato dai due militari li ha aggrediti nel vano tentativo di

altro »

ARTICOLI CORRELATI

I "maghi" georgiani dei furti in appartamento: arrestati


L’Eco del Chisone
I "maghi" georgiani dei furti in appartamento: arrestati dai carabinieri
L’Eco del Chisone
I carabinieri di Pinerolo hanno arrestato quattro ladri d'appartamento provenienti dalla Georgia con la passione per i furti senza scasso (più noto ormai come key bumping). L'operazione dei militari consacra ancora i georgiani come maghi del furto
[ video] Pinerolo. Rubano senza lasciare traccia, arrestati i “maghi Vita Diocesana Pinerolese
Pinerolo, con la "chiave magica" svaligiavano le case: in cella La Repubblica
Con la “chiave magica” svaligiavano alloggi nel Torinese: quattro La Stampa
TorinoToday
tutte le notizie (12) »

ARTICOLI CORRELATI

Georgiani in trasferta rubano profumi alla “Coin” con borse


il Paese Nuovo
Georgiani in trasferta rubano profumi alla “Coin” con borse
il Paese Nuovo
Sul posto veniva contattato un dipendente dei magazzini il quale riferiva che, mentre si trovava all’interno del reparto profumeria, la sua attenzione era stata attratta da due individui stranieri, che successivamente si accerterà essere georgiani
Borse schermate per rubare profumi nei magazzini ‘Coin’: nei guai Leccenews24
“Spesa” con le borse anti-taccheggio: arrestati due georgianiCorriere Salentinotutte le notizie (4) »

ARTICOLI CORRELATI

Reggio, spettacolare inseguimento sull’A3: raggiunti, braccati e poi …


Stretto web (Comunicati Stampa)
Reggio, spettacolare inseguimento sull’A3: raggiunti, braccati e poi
Stretto web (Comunicati Stampa)
Durante la fuga i due georgiani a bordo dell’auto, hanno lanciato un borsello che è stato recuperato e al suo interno è stato rinvenuto un grimaldello infallibile, strumento capace di aprire tutte le serrature. I due georgiani una volta bloccati sono  

ARTICOLI CORRELATI

Chivasso: presa banda di Georgiani. La refurtiva in visione nella caserma

La Stampa
Chivasso: presa banda di Georgiani. La refurtiva in visione nella La Stampa I carabinieri di Chivasso hanno recuperato migliaia di oggetti rubati da una banda di georgiani che usavano la chiave bulgara per entrare in appartamenti e uffici. I componenti della banda sono finiti tutti in manette già qualche giorno fa. I militari Altri 15 colpi per la banda dei georgiani. E le vittime cercano i loro Cronaca Qui Furti a raffica, sgominata una bandaLa Sentinella del Canavesetutte le notizie (4) »

ARTICOLI CORRELATI