Info

Come funziona “Tutti i Crimini degli Immigrati”

 

Questo sito – o “news-aggregator” come lo definirebbero negli Usa – aggrega quotidianamente notizie esistenti sul web e riguardanti crimini commessi da immigrati. Tutti gli immigrati: senza distinzione in base a sesso, razza, etnia o status giuridico. Molto di questo lavoro – circa il 40% – è in automatico: un software individua e raccoglie le notizie in base a delle “tags”, quindi nulla di più oggettivo e asettico.  Per un altro 30% si tratta di volontari che inseriscono direttamente notizie di varia provenienza. Un altro 20% è pubblicato grazie ai lettori che ci segnalano articoli presenti sul web. Il restante 10% è fonte delle Questure.

Ogni notizia ha il suo link di riferimento ed è quindi verificabile. Perché una notizia da noi pubblicata risulti falsa, questa dovrebbe esserlo in origine: ovvero dovrebbe essere un falso di un giornale che ne è la fonte. Visto che spesso le fonti sono molteplici, questo è praticamente impossibile.

Ci sono due soli tipi di notizie: quelle vere e quelle false. E poi ci sono i censori.

Definire questo sito razzista, è come accusare, il medico che fa la diagnosi, della propria malattia: un totale non-senso logico. Del resto, qui non troverete crimini commessi da Giapponesi, Ebrei o Aborigeni: per il semplice motivo che non ne esistono. Troverete invece quelli di Cinesi, Zingari e Africani: per il semplice motivo che ne commettono tanti. Troppi.

Ergo, la “discriminazione” è in base alla realtà oggettiva, non in base all’appartenenza razziale o etnica.

Qualora, non ostante l’evidente oggettività dei suoi contenuti, una qualsiasi autorità oscurasse il sito, non farebbe altro che evidenziare la propria intrinseca debolezza e la deriva autoritaria del sistema falsamente democratico nel quale viviamo. E, ovviamente, non ci farebbe desistere nella nostra opera di informazione.

Se per qualsiasi motivo il sito ospitasse – mai accaduto – una notizia non corretta o che riportasse nomi sbagliati, contattateci: redazione@tuttiicriminidegliimmigrati.com

16 comments on “Info

  1. Marco scrive:

    Finalmente qualcuno che ha il coraggio di mostrare la realtà! Questa è la situazione in Italia.

  2. danisil scrive:

    che strozzata enorme. perché non fate un’altro sito che raccoglie tutti i crimini degli italiani? poi vediamo se non ci sarà la senzazione di essere “discriminati”. mi fate pena. l’Italia non cambierà mai per il meglio se le persone come voi fanno siti come questo. vergognatevi, non havete capito un cazzo.

  3. nika scrive:

    Siete una banda di razzisti e ipocriti ,vedete la pagliuza nell’occhio degli altri, mentre non vi haccorgete della trave che avete nel vostro occhio !
    La costituzione italiana dice:
    Art. 3 Cost.: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
    È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
    Fate schifo!!!!!!!!!

  4. malessandria scrive:

    Grazie dei razzisti, ma noi non andiamo nei paesi altrui a rompere i coglioni ne ad imporre la nostra cultura. Voi SI. grazie di darci dei razzisti, è l’accusa più usata al momento contro chi dice la verità e non combacia con la vostra. dovreste dirci grazie ad ogni passo che facciamo, venite qui da luoghi che lasciate perchè avete distrutto e vorreste distruggere anche questo, il problema che molti buonisti che io chiamo cretini ve lo lasciano fare. ricordo sempre a tutti voi che venite qui per un motivo, chi per lavoro, chi per rubare perchè nel suo paese non c’è nulla da rubare chi perchè pensa di trovare vitto ed alloggio a sbafo, per chi lavora (onestamente e non per le strade, pagando le tasse) dico benvenuti, a tutti gli altri levatevi dai coglioni non siete i benvenuti. Persone che fingono handicap dei figli per prendere soldi dalla comunità, altri che vengono qui perchè sanno che la sanità è un diritto gratuito (lo paghiamo noi) e poi ci prendono a calci in culo. ma tornate da dove venite una cosa che non sopporto è sentire un rumeno “ah com’è bella la romania” o un marocchino “ah come si sta bene in marocco” ma chi cazzo vi vuole qui, andatevene e stateci BASTA !!!

  5. xxx1973 scrive:

    Una controversa pubblicità contro le delocalizzazioni in Italia è alla base di una campagna mediatica ideata in Svizzera e che andrà avanti per tutta l’estate. Il messaggio lanciato nello spot, visibile su Youtube e che andrà in onda fino a ottobre su Teleticino e Rsi, l’equivalente svizzero della Rai, è quello di “non annaffiare il giardino italiano”. Si tratta di una iniziativa che è stata appena presentata da varie associazioni svizzere: nel mirino ci sono quelli che vengono chiamati i “padroncini italiani”. Lo spot è in italiano e dura poco meno di 30 secondi: si vede un uomo che dal suo giardino sta distrattamente annaffiando non il suo prato, ma quello del vicino che è ben più verde. Il messaggio implicito dello spot è che accanto a lui abita un italiano ed è suo, appunto, il giardino più bello. Tutto questo accade sotto lo sguardo piuttosto perplesso di una donna, probabilmente la compagna, che osserva il protagonista. “Ogni goccia che cade lontano, rende il vostro prato meno verde. Investire nel giardino del vicino può essere pericoloso”, si sente così nello spot e a un certo punto l’uomo viene colpito da una pallonata in faccia che lo stende. Il breve video finisce recitando: “Nutriamo il nostro territorio, lavoriamo con imprese locali”.

    Le motivazioni dei promotori della campagna anti-italiani
    L’Associazione interprofessionale di controllo, la Società svizzera impresari costruttori Sezione Ticino, l’Unione Associazioni dell’Edilizia e la Camera di commercio, dell’industria, dell’artigianato e dei servizi del Cantone Ticino – sono queste le associazioni promotrici della campagna – hanno spiegato il perché di questo spot. Le aziende svizzere, a loro dire, “sono sempre più sotto pressione dagli effetti indesiderati causati dall’accordo sulla libera circolazione delle persone e delle prestazioni di servizio, segnatamente dalla crescita esponenziale del numero di lavoratori distaccati e padroncini che lavorano in Ticino”.

    continua su: http://www.fanpage.it/svizzera-la-pubblicita-che-invita-a-non-annaffiare-il-giardino-italiano/#ixzz35YdgndBh
    http://www.fanpage.it……la morale………siamo uguale TUTTI,DOBBIAMO SOLO GUARDARE IN CASA NOSTRA PRIMA DI PARLARE DI ALTRI….******Non sono un razzista, ma alle mie tradizioni ci tengo. Non sono un razzista, ma al mio folklore ci tengo. Non sono un razzista, ma gli hamburger il pollo fritto e la Coca Cola fanno parte del mio patrimonio culturale, i vu’ cumprà no. Non sono un razzista, ma non siamo pronti a ricevere tutti ‘sti immigrati. Non sono razzista, ma ci mancano le strutture. Non sono un razzista, ma ci mancano i posti di accoglienza. Non sono un razzista, ma ci mancano gli spazi. Non sono un razzista, ma ci mancavano i negri. Non sono un razzista, ma se ne stiano a casa loro. Non sono un razzista, ma rubano il lavoro ai miei figli. Non sono un razzista, ma rubano il posteggio ai miei figli. Non sono un razzista, ma se sono cannibali dopo averli derubati, se li mangiano pure. Non sono un razzista, ma se sono negri qualcosa devono averlo fatto. Non sono un razzista, ma se poi loro sono infettivi? Non sono un razzista, ma se poi loro spacciano la droga? Non sono un razzista, ma è meglio se la spacciano i bianchi. Non sono un razzista, ma loro fanno concorrenza sleale. Non sono un razzista, ma non è giusto diventare miliardari vendendo accendini senza licenza. Non sono un razzista, ma invece di farli venire qua aiutiamo i loro Paesi d’origine. Non sono un razzista, ma con la frase di prima mi sono messo la coscienza a posto. Non sono un razzista, ma loro la coscienza ce l’hanno? Non sono un razzista, ma non bisogna fare della demagogia. Non sono un razzista, ma Hitler, per esempio, demagogia non ne faceva. Non sono un razzista, ma quel negro crocifisso è un’esagerazione. Non sono un razzista, ma a Villa Literno* non l’han mica crocifisso; gli han solo sparato. Non sono un razzista, ma quando sull’autobus un negro mi siede accanto, io cambio di posto. Non sono un razzista, ma una volta ho fatto un sogno che sull’autobus c’erano solo negri. Non sono un razzista, ma da quella volta lì fatico ad addormentarmi. Non sono un razzista, ma da quella volta lì prima di salire su un autobus guardo bene chi c’è dentro.

    Non sono un razzista, ma sono un bianco.

  6. MARIOIT44 scrive:

    http://www.huffingtonpost.it/2014/06/28/sap-positivi-tbc-dopo-sbarchi-colpa-viminale_n_5539263.html?utm_hp_ref=italy

    ogni commento è superfluo, speriamo che arrivi un altro austriaco con i baffetti………….

    mario – firenze

  7. ACNY scrive:

    Anche la New York degli anni 80 era cosi criminale. Poi e’ arrivato il sindaco Rudy Giuliani ed e’ cambiato tutto. Oggi e’ una delle citta’ piu’ sicure al mondo. Nonostante il fatto che continuano ad arrivare poveri e ignoranti immigranti da ogni parte del mondo.
    Non sprecate energie con gli immigrati e correre anche il rishio di diventare antipatici e razzisti. Prendetevela con il malgoverno e non mollate fino a quando non trovate un Giuliani o un Bloomberg alle redini.
    Firmato: un italiano che ora vive a New York con le porte aperte, le tasche piene e la pace totale!!

  8. MARIOIT44 scrive:

    acny ma in che mondo vivi????? leggi qua, ti sembra un paese sicuro???? http://www.homolaicus.com/politica/carceri_usa.htm

  9. ACNY scrive:

    Caro MarioIT44,

    Sinceramente i tuoi desideri non mi sono molto chiari, tantomeno quelli di questo sito.
    Prima dici “speriamo che arrivi un altro austriaco coi baffetti.” e poi ti lamenti che in America c’e’ severita’ con il crimine e troppa gente in prigione.
    Invece del crimine, forse la tua preoccupazione ha che fare di piu’ con il mescolare le razze, e’ cio’ ti rende ansioso. A parte la sua dubbia’ moralita’, la tua preoccupazione non ha senso neanche sotto il punto di vista scientifico e storico.
    L’evoluzione del pianeta cosi come quella umana, e’ accellerata al massimo quando i geni sono mescolati al massimo, cosi da dare opportunita’ ai geni piu’ forti di prevalere.
    L’impero Romano rimane nella storia come il piu’ grande di tutti i tempi perche’ avevano l’intelligenza di dare la cittadinanza facilmente a tutti, cosi da assorbire i patrimoni scientifici, culturali, intellettuali e genetici di tutti, e continuare sempre piu’ forti nella loro espansioni.
    Io non sono disturbato affatto dal fatto che la mia mescola genetica italiana e’ il risultato del cocktail creato dallo splendore dell’impero romano. La mia famiglia e cugini di primo grado, vanno dal biondo al moro e all’asiatico, con occhi verdi, blu, neri e castani. Quando guardo le foto delle nostre riunioni, invece di darmi ansia, il fatto mi rallegra. Cosi come mi rallegra scopare una bionda scandinava, e la settimana dopo una dea al cioccolato di Johannesburg.

  10. Adolf scrive:

    Io andrei di bombe atomiche su tutti quei paesi di merdosissimi aborti di musulmani!!!!!!
    Pagherei 6 stipendi per andare ad accoglierli a Lampedusa con una mitragliera (e prima le donne poi i bambini cosi si stermina la razza)!!!!!! NON NE POSSO PIù DI TUTTA QUESTA BRUTTA GENTAGLIA ORRENDA CHE GUARDA MALE TUTTO CIò CHE FACCIAMO!!!!!! Spero che il diavolo si porti all’inferno dieci milioni di islamici entro 10 secondi!!!! Con tutto ii cuore!!!!! E prima di loro tutti i farabutti chiesaioli ciellini ipocriti che li difendono!!!! Ma perchè le crociate sono andate via tutte le volte invece di rimanere in quella porcilaia e estinguere tutti quei miserabili fanatici? Perchè nel 1980 hanno mandato via i sovietici dall’Afghanistan? Ci pensavano loro a fare a pezzi i nonni di Osama Bin Laden che gli venga un colpo a lui e a tutta la sua progenie di beduini schifosi!!!!
    I nostri nonni hanno fatto la guerra e dato la vita per questo paese!!! Si stanno rivoltando nella tomba i poveracci!!! E se potessero tornare indietro altro che fare la guerra ai tedeschi!!! P.s. Vecchio detto americano: se sapevamo che sarebbe finita così, CE LO SAREMMO RACCOLTI DA NOI IL COTONE!!!!!!!!!!!!
    Ma vi ricordate gli anni 70′ e 80′? Ma vi ricordate com’era l’Italia una volta? E come l’hanno ridotta quei fannulloni di politici? Ma dove sono finite le BR quando servono? Ma perchè quegli imbecilli che si vanno a pestare allo stadio non vanno a pestare quei nugoli di marocchini di merda che hanno reso TUTTA l’Italia una MERDA?????? Ma perchè la guerra non l’ha vinta Hitler? Ci pensavano i tedeschi ai musulmani, state tranquilli, altro che andare arompere il cazzo in casa degli altri con il burqa di merda!!!!!

  11. Basita scrive:

    Questo non è un sito razzista, è un sito che è creato con la più ignorante delle motivazioni. Un’altro delle tantissime iniziative di incitamento all’odio verso lo straniero. L’Italia a dei problemi con l’immigrazione, è il governo italiano ad avere delle leggi stupide in merito all’immigrazione; non riesco a capire l’utilità di questo sito, davvero! Che cosa pensate di risolvere? Gli italiani sono già stanchi e arrabbiati… il capo espiatorio più comodo ovviamente è prendersela con l’immigrato.
    Non dico assolutamente che gli stranieri sono tutti onesti, anzi le notizie lo dimostrano… ma creare un sito in cui vengono appositamente per incitare all’odio contro di loro mi sembra da persone grette, meschine, e soprattutto ignoranti, che generano commenti come quello sopra e tirano fuori il peggio della gente… che schifo.

  12. admin scrive:

    ‘Un altro’, senza apostrofo. ‘Capro espiatorio’ e non ‘capo’. E l’Italia ‘ha dei problemi’ con l’h.

  13. milanese scrive:

    Mi chiedo solo come mai da queste statistiche dicano qualcosa di differente…
    Vorrei far notare come in altri paesi con addirittura un numero maggiore di immigrati (Germania ad esempio) la criminalita’ sia in discesa…
    Quindi vedo piu’ una relazione governo-criminalita’, questi sono i dati riguado ai crimini violenti

    http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php/File:Violent_crimes_recorded_by_the_police,_2002%E2%80%9312_YB14.png

    questa è la pagina con tutti i dati:
    http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php/Crime_statistics/it

  14. admin scrive:

    Le statistiche, in paesi come la Germania, dove ormai milioni di immigrati hanno la cittadinanza ‘tedesca’, lasciano il tempo che trovano.

Lascia un commento