Category: Napoli

Chiede a vu cumprà di togliere merce da ingresso: negoziante pestato

Ha invitato un venditore ambulante straniero a rimuovere la merce esposta dinanzi all’ingresso della farmacia. Ma in pochi minuti è stato aggredito con una scarpa e colpito più volte alla testa tanto da dover ricorrere alle cure dei medici: ora si trova in ospedale, ricoverato in osservazione.
La vittima è il dipendente di una farmacia di via Firenze a Napoli, nel quartiere Vasto, dove nei giorni scorsi si sono registrate diverse tensioni. L’uomo, 55 anni, questa mattina si è recato al lavoro ed ha trovato l’uscio della porta della farmacia ostruito dalle merce che un cittadino straniero aveva esposto. Ha invitato l’ambulante a rimuovere la merce ma è stato picchiato. E’ stato colpito ripetutamente alla testa con il tacco di una scarpa, riportando delle vistose ferite. Lo straniero subito dopo si è allontanato. Sulla vicenda indaga la polizia.

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2018/06/14/addetto-farmacia-aggredito-da-straniero_e992e2c8-16fd-4be1-a06d-aacaa45e4cc7.html

Morsi e botte da immigrati a Napoli

Napoli, immigrati spaccano la faccia ad agente

Agente di Polizia Ferroviaria aggredito rimedia una frattura al volto: “Ora basta”
„Nella giornata di ieri un agente della Polizia Ferroviaria di Napoli a seguito di una aggressione ad opera di ignoti ha riportato una frattura al volto. Sulla ennesima vicenda di violenza gratuita contro appartenenti alle forze dell’ordine è intervenuto Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Provinciale del Sindacato di Polizia Coisp di Napoli, il quale ha dichiarato: “Sono stato appena avvisato dell’ennesimo e gravissimo episodio di aggressione a personale in divisa ad opera di stranieri, i quali pur di assicurarsi l’impunità non esitano ad aggredire i tutori della Legge. Questa volta il collega ha riportato una frattura al volto con prognosi di trenta giorni, e solo per fortuna non ha avuto traumi ancora più gravi. Il mio primo pensiero va proprio al collega ed ai suoi familiari a cui esprimo la mia più viva solidarietà e vicinanza augurandogli una totale guarigione. Siamo giunti al punto in cui quotidianamente registriamo aggressioni a donne e uomini in divisa, da parte di balordi di turno. A questa situazione urge mettere un freno, occorre dotare le forze dell’ordine di strumenti efficaci, sia in termini di operatività che normativi”, conclude Raimondi. “

Potrebbe interessarti: http://www.napolitoday.it/cronaca/aggressione-polfer-stazione.html

Turisti appena arrivati in Italia massacrati e rapinati da 5 immigrati

Aggressione choc ai danni di due turisti, ripresa dalla telecamera di sicurezza di una pasticceria in corso Novara, dinanzi alla Stazione Centrale.

Erano arrivati da poco in aereo, per visitare la città partenopea. Tuttavia, appena scesi dal bus che mette in collegamento l’aeroporto con il centro della città, a pochi passi dalla centralissima piazza Garibaldi, sono stati derubati e pestati per aver tentato di difendere i propri bagagli. Le due vittime, padre e figlio rispettivamente di 50 e 16 anni, sono due turisti originari di Roma, trapiantati a Londra. La brutale aggressione è avvenuta nel cuore della città ed in pieno giorno, poco dopo le 13, dinanzi agli occhi di decine di persone, tra turisti e residenti.
Padre e figlio camminavano sul marciapiede di via Novara, quando improvvisamente sono stati avvicinati ed accerchiati da quattro o cinque balordi, probabilmente di etnia magrebina, che volevano sottrarre loro bagagli e macchine fotografiche. Il cinquantenne ha provato a reagire strenuamente, non mollando la presa sui suoi effetti personali neppure quando i malviventi hanno iniziato a colpirlo con una sedia; quando però si è reso conto che gli aggressori si stavano accanendo anche sul figlio di 16 anni, ha dovuto cedere ed è poi caduto rovinosamente per terra.
”Sembrava un attacco terroristico”, raccontano i lavoratori della pasticceria di fronte al luogo del pestaggio, “Hanno capovolto tavoli e sedie”; le telecamere della videosorveglianza hanno ripreso integralmente quegli attimi terribili.

“È stato l’inferno. Abbiamo avuto molta paura e abbiamo temuto seriamente per la salute dei due malcapitati”, racconta Antonio Ferrieri, il titolare della pasticceria, “Abbiamo soccorso l’uomo con la polizia municipale e, in attesa che arrivassero ambulanza e altre forze dell’ordine, parlandogli ho capito che era originario di Roma, ma che da tempo vive con la famiglia a Londra. Voleva far conoscere Napoli al ragazzo, ma dopo quanto avvenuto non credo che metteranno più piede qui e questa è la cosa che più mi ferisce”. L’accusa si sposta poi sulle istituzioni: “Quest’area di Napoli è abbandonata al degrado e alla violenza”.

Le due vittime sono state condotte al pronto soccorso prima ed al commissariato poi, dove hanno presentato denuncia. “Non verrò mai più a Napoli. Qui è come stare in guerra” ha detto il sedicenne. Ma il poliziotto che ha raccolto la denuncia ha promesso al ragazzo: “Li prenderemo. Torna a Napoli quando vuoi. Qui c’è anche tanta brava gente che ti accoglierà con il cuore in mano”.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/napoli-padre-e-figlio-aggrediti-davanti-stazione-centrale-1538646.html

Agente pestato da un immigrato che urina sui binari

Napoli. Secondo una prima ricostruzioni il vigilante voleva farlo allontanare dai binari. #Napoli

Napoli. Secondo una prima ricostruzioni il vigilante voleva farlo allontanare dai binari.

ZONA DI GUERRA: BRUTALE AGGRESSIONE IN STAZIONE, INTERVIENE L’ESERCITO

Stazione centrale

Napoli: due carabinieri circondati e feriti da immigrati

Le notti d’inferno alle spalle della Stazione centrale

Disordini ieri a piazza Principe Umberto, alle spalle della Stazione Centrale. A denunciare l’episodio il Comitato Quartiere Vasto che ha postato foto e video…

Immigrati incendiano auto, paura in strada

Un vero caos in strada.

AUTO IN FIAMME: http://fanpa.ge/cSRWq

Seminudo in strada, 17enne africano tenta di uccidersi: ma lo salvano

Sabato di paura tra i vicoli di Napoli

Minacciava di suicidarsi con i frammenti di una bottiglia rivolti verso il collo, ma è stato salvato prima che compisse il gesto estremo. Tutto questo è avvenuto a…

Calciatore Napoli terrorizza condominio, picchia medico

Un condominio in rivolta per le intemperanze di Zinedine Machach, il 22enne talento franco-algerino arrivato al Napoli a gennaio e che finora non ha ancora giocato un…