Trascinata fuori dal bus e stuprata brutalmente da immigrati dell’est

25-06-2013

Bolzano 25 giugno 2013 – Vagava per i campi di Cermes, in provincia di Bolzano, senza sapere nemmeno dove fosse. Gli abiti strappati, infreddolita e spaventata. Terrorizzata dal ricordo della sera prima quando lei, una 45enne, era stata vittima della violenza di un gruppo di sconosciuti. Li ha incrociati a bordo di un autobus sabato sera, l’hanno trascinata fuori dal mezzo e poi hanno abusato di lei con una violenza mostruosa. Dopo, l’hanno lasciata a terra nei campi senza la forza di reagire o fare altro. La donna, sotto choc, ricorda poco. Ai carabinieri è riuscita a raccontare solo di uomini visibilmente ubriachi, con un forte accento dell’est. Nient’altro.

A trovarla domenica mattina, in un evidente stato confusionale, erano stati dei passanti che avevano avvisato le forze dell’ordine. Subito erano scattati i soccorsi e al pronto soccorso dell’ospedale Tappeiner i medici non avevano lasciato dubbi: si era trattato di uno stupro. Testimoniato anche dai lividi e dai segni addosso alla donna. Ora, date le difficoltà della donna nel ricostruire i fatti, gli inquirenti sperano che l’autista del mezzo o il filmato della telecamera installata sull’autobus possano aiutare ad identificare i presunti aggressori.

http://www.trentotoday.it/cronaca/donna-violentata-autobus-cermes-bolzano.html

 

 


ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento