Rapita e portata a casa sua per rapinarla: è caccia a banda di albanesi

08-04-2013

Avezzano, 07/04/2013. Forse credevano di trovare oro e gioielli prendendo di mira la titolare di una oreficeria del centro di Avezzano. Invece gli immigrati che l’hanno presa alle spalle mentre rincasava, costringendola a entrare nell’abitazione si sono dovuti accontentare di pochi euro, di un cellulare e di una macchina, che poi sono stati costretti ad abbandonare alla periferia di Avezzano. E’ andato così il colpo alla villa di Antrosano messo a segno dalla banda degli incappucciati. Stavolta è toccato a una commerciante di 52 anni costretta a entrare in casa e poi a consegnare la borsa e le chiavi della macchina. Nel portafoglio, però, c’erano solo 20 euro. Una volta entrati in casa hanno costretto la donna a consegnare la borsa dove c’era il cellulare. L’inquilina è stata minacciata affinché consegnasse altro denaro, ma in casa non c’era niente altro. A quel punto hanno preso le chiavi della macchina di proprietà della donna, una Smart ForFor, e sono fuggiti. L’auto è stata ritrovata, mentre la banda è ancora in fuga. Gli agenti dell’anticrimine, però, sarebbero sulle tracce dei malviventi che, secondo alcune indiscrezioni, sarebbero di nazionalità albanese.

http://www.marsicalive.it/?p=47696

RelatedPost

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento