‘Profugo’ maliano stupra 13enne: approfitta assenza genitori

03-11-2014

Ha approfittato dell’assenza dei suoi genitori per approfittare di lei e molestarla sessualmente. Vittima una ragazzina di 13 anni presa di mira da un cittadino del Mali di 27 anni, in Italia senza fissa dimora, arrestato dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale aggravata su minore. I fatti si sono verificati in un’abitazione di Capena, Comune tiberino alle porte della Capitale.

VITTIMA IN STATO DI CHOC – I genitori, una volta rincasati, allarmati dallo stato di choc in cui hanno trovato la figlia, hanno chiesto aiuto ai Carabinieri della Stazione di Capena. I militari, in poche ore, ricostruita la vicenda, hanno rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto l’uomo. Il fermato si trova, ora, nel carcere di Rebibbia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/cronaca/violenza-sessuale-minorenne-capena.html

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento