Category: Roma

“Voglio fare sesso con te”, egiziano tenta di stuprarla

Un egiziano tentato di violentare una turista che stava rientrando intorno alle 3 di notte nell’albergo dove alloggiava a Roma, in via Amendola, nei pressi della stazione Termini. La giovane, uscita da un locale dove aveva mangiato, si è diretta verso l’albergo ma, poco prima di giungervi, è stata avvicinata da un giovane che, senza mezzi termini, le ha proposto di fare sesso.

Incurante del rifiuto, le si è avvicinato sempre di più e, dopo averle bloccato le braccia, l’ha palpeggiata, cercando un contatto sempre più intimo. Le urla della vittima l’hanno salvata dall’aggressore, che è poi scappato. Sul posto, dopo la chiamata al 112, sono intervenuti gli agenti della Polizia del commissariato Viminale, diretto da Giovanna Petrocca.

Gli investigatori hanno ascoltato il racconto della giovane e, grazie alle accurate descrizioni fornite, hanno iniziato subito le ricerche. Dopo poche ore gli investigatori hanno individuato e bloccato l’aggressore, un giovane egiziano, nei pressi della stazione Termini.

Portato in commissariato, è stato riconosciuto dalla vittima nel corso di una individuazione fotografica. Un ulteriore riscontro è arrivato dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza acquisite e visionate dagli agenti. Sottoposto a fermo, il giovane dovrà rispondere, dinanzi all’autorità giudiziaria, di tentata violenza sessuale.

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&ved=0ahUKEwit4NXEzNfYAhXFxqQKHcCrDyEQqOcBCCgwAA&url=http%3A%2F%2Fwww.adnkronos.com%2Ffatti%2Fcronaca%2F2018%2F01%2F14%2Fvoglio-fare-sesso-con-tentata-violenza-roma_aZXk3pQ5sm2wqd2m9njHiJ.html&usg=AOvVaw0xjMc5SnaNufM3cXPyuRwE

Roma, anziano preso a calci e pugni da migrante

Anziano preso a calci e pugni al mercato dell’Appagliatore

Roma, Migrante molesta pesantemente donna alla stazione

Ancora una violenza sessuale a Roma. Ieri sera, poco dopo le 22, una donna di circa trent’anni si è rivolta alla Polizia di Stato del Reparto Stazione Roma Termini raccontando che poco prima, mentre scendeva le scale mobili che dalla stazione Termini portano alla Metropolitana, un uomo, sopraggiunto alle sue spalle, le aveva infilato la mano sotto la gonna, toccandole con forza nelle parti intime, fuggendo subito dopo.

Immediatamente sono state diramate le ricerche all’interno della stazione e lungo le zone esterne, effettuate dal personale del Reparto e della Squadra di polizia giudiziaria compartimentale, coordinate dal Centro Operativo Compartimentale, conclusesi circa un’ora dopo con l’individuazione di un uomo che stava dormendo a terra in Piazza dei Cinquecento, nei pressi della scalinata che dall’esterno porta all’area commerciale della stazione, la cui fisionomia e abbigliamento erano perfettamente coincidenti alla dettagliata descrizione data dalla vittima. Accompagnato presso gli uffici della Polizia Ferroviaria, l’uomo, un cittadino tunisino di ventisette anni, pregiudicato e in Italia senza fissa dimora, è stato riconosciuto senza ombra di dubbio dalla parte offesa e per lui è subito scattato il fermo di polizia giudiziaria. L’uomo è stato quindi associato alla casa circondariale Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Ormai è emergenza violenza nella Capitale. Negli ultimi giorni almeno altri due casi: il bengalese che si è finto infermiere e ha tentato di violentare una donna incinta e un bengalese che ha molestata una donna al parco degli Acquedotti.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/roma-violenza-sessuale-stazione-termini-tunisino-molesta-1479590.html

Roma, Migrante tenta di stuprare donna, poi molesta i bambini

Con le mutande abbassante è sbucato all’improvviso dagli anfratti del Parco degli Acquedotti, scagliandosi addosso a una trentacinquenne italiana che, palpeggiando, ha cercato di trascinare tra le vegetazione.
La donna però dopo essere riuscita a sottrarsi alla violenza ha chiamato il proprio marito, un agente della Polizia Locale di Roma capitale in forza al Gssu, che a propria volta ha tempestivamente allertato i colleghi.

Immediata è scattata la caccia all’uomo da parte dei caschi bianchi romani, coordinati dal Vice Comandante del Corpo Lorenzo Botta. Il maniaco, risultato poi essere un cittadino bengalese di 30 anni, è stato rintracciato e sorpreso ancora all’interno del parco mentre si stava masturbando davanti ai bambini in prossimità dell’area dedicata ai giochi. Alla vista degli agenti il bengalese ha reagito con calci e pugni, tentando di procurasi con violenza la fuga. Alla fine è stato arrestato e condotto nelle celle di sicurezza, in attesa dell’udienza che si terrà per direttissima, domani mattina presso il Tribunale di Piazzale Clodio

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/roma-bengalese-tenta-stuprare-donna-poi-fugge-e-molesta-i-1479385.html

Immigrato entra in sala parto a Roma e tenta di stuprare donna in travaglio

Roma, un somalo, dopo aver superato ogni tipo di controllo, è entrato in sala parto e ha tentato di violentare una donna in pieno travaglio. Protagonista della vicenda è un cittadino somalo di 38 anni che, in un magazzino dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma, ha rubato l’uniforme verde da infermiere e dopo essere riuscito ad entrare in sala parto ha appunto tentato di violentare una donna di 43 anni. L’uomo è stato arrestato dagli agenti del commissariato Esposizione lo scorso il 31 dicembre con l’accusa di violenza sessuale.

Oggi i giudici della quinta sezione penale di Roma hanno convalidato l’arresto e disposto la misura della custodia cautelare in carcere. L’autore della violenza, in Italia da alcuni anni e con diversi precedenti, è entrato in sala parto mentre la donna era in pieno travaglio per partorire. L’ha palpeggiata e ha iniziato a masturbarsi facendo scattare la reazione della donna che ha iniziato ad urlare facendo intervenire gli infermieri e un medico che hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine.

La difesa del somalo chiederà la perizia psichiatrica. Il processo è fissato per il 10 gennaio.

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13295496/immigrato-somalo-roma-entra-sala-parto-tenta-violentare-partoriente.html

Migrante danneggia auto in sosta ed in transito, poi si scaglia contro gli agenti

Ubriaco danneggia auto in sosta ed in transito, poi si scaglia contro gli agenti

“Togli i piedi dal sedile”, baby Rom schiaffeggia autista

Roma ennesima aggressione per un autista del trasporto pubblico. Un minore di 15 anni ha preso a schiaffi il condudente dell’autobus della linea Cotral Laurentina-Torvaianica dopo che quest’ultimo gli aveva intimato di sedersi in maniera composta e di assumere un comportamento civile.

Il fatto risale al pomeriggio di ieri quando questo giovane si trovava seduto con i piedi appoggiati sul sedile davanti al suo e, con la sua reazione scomposta, ha costretto l’autista a interrompere la propria corsa in direzione di via dell’Oceano Atlantico mentre si trovava all’altezza di via Cristoforo Colombo. Qui, racconta Romatoday, sono arrivati i carabinieri della compagnia Roma Eur per identificare il ragazzo. L’autista del Cotral è rimasto illeso mentre il minore, che vive nel campo rom istituzionale di Castel Romano, è stato denunciato a piede libero in stato di libertà per violenza, interruzione di pubblico servizio e percosse. E, così, come avvenuto per le ladruncole della metro che vengono rilasciate dopo poche ore dal furto commesso, a farla franca è il rom.

http://www.romatoday.it/cronaca/aggressione-autista-cotral-eur-.html

Rubano bagagli a donna mentre fa scendere i genitori

Rubano bagagli ad una donna mentre fa scendere i genitori dall’auto

Follia migrante in un bar: non paga la colazione e distrugge arredi del locale

Paura in un bar

Roma, sequestro milionario al clan degli Zingari Casamonica

Tra i beni confiscati anche un cavallo da corsa