Category: Roma

Roma: Nordafricano molesta ragazza sulla metro, poi aggredisce agenti

È successo all’interno della stazione della metropolitana, fermata Ottaviano. Una giovane donna ha chiesto aiuto ai militari dell’Esercito impiegati nell’operazione Strade Sicure, a guida della Brigata Granatieri di Sardegna, perché molestata verbalmente da un giovane nord africano. I militari, ripetendo un protocollo ormai consolidato nell’ambito di un progetto che li vede cooperare con gli agenti della Polizia di Stato impegnati a garantire sicurezza, al rifiuto dello straniero di declinare le proprie generalità, hanno chiesto alla sala operativa della Questura di inviare una pattuglia.

Quando gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti e del commissariato Borgo, sono arrivati nel tentativo di fermare lo straniero sono stati aggrediti. Bloccato ed infine identificato come E.P.A., il 23enne è stato arrestato per oltraggio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Cure mediche per i poliziotti feriti.

http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/nordafricano_ottaviano_aggressione_polizia_militari-3311954.html

Roma, Picchiata sul bus da immigrato: nessuno interviene

Presa a pugni, picchita, insultata da uno straniero. Nell’indifferenza generale. Nel silenzio dei bus di Roma, di quei mezzi pubblici troppe volte in balia dei balordi.

Giorgia Curcuruto ha appena concluso il turno serale, non quello notturno, e vuole solo tornare a casa. Si dirige verso la stazione Termini e poi sale su bus 409 in direzione di Torpignattara. “Erano le venti passate del 27 luglio – racconta lei oggi al Corriere – Stavo tornando. Uno straniero, forse del Marocco, non lo so con certezza, comunque anziano, mi ha messo le mani sulle spalle dicendo di lasciargli il posto. Gli ho risposto che già che me lo domandava in quel modo, senza un briciolo di educazione, allora la risposta era no: mi ha dato un pugno. Ho gridato, la gente si è girata dall’ altra parte”.

Ecco. Al dolore e alla paura dell’aggressione si aggiunge l’orrore di sentirsi sola. Senza che nessun altro avventore del bus abbia solo mosso un dito per difenderla. Neppure l’autista. “Ancora adesso – continu a- stento a credere a quello che mi è successo. Sono stata picchiata da uno sconosciuto e nessuno ha detto niente. Eppure tutti hanno visto, l’ autobus era pieno. Almeno dopo il pugno qualcuno sarebbe dovuto intervenire. E invece nemmeno il conducente ha alzato un dito per difendermi, anzi se n’ è lavato le mani”.

Dopo l’aggressione l’autista frena il bus e apre le porte. Le straniero però scende con calma e, racconta la mamma di Giorgia, “continuava a ripeterle che era solo una donna. Ora, qui non si può più dire nulla altrimenti ti danno subito del razzista ma io credo che fosse lui ad essere razzista con le donne”.

Filippo Morlacchini ha presentato una denuncia, i carabinieri hanno avviato un’ inchiesta per lesioni. E vogliono individuare anche l’ autista del mezzo, sapere perché non abbia alzato un dito, se non abbia favorito gli aggressori. L’autibus siparite e l’aggressione si ripete. Di nuovo. Giorgia chiama a casa avvertendo di allertare i carabinieri. L’uomo lo capisce e cerca di strapparle il telefono dalle mani. “Avendo capito che stavo chiamando le forze dell’ ordine mi strappava il telefono dalle mani e solo grazie all’ intervento di un ragazzo che consegnava le pizze e che si è fermato vedendomi in difficoltà me lo restituiva”, racconta la ragazza.

Al pronto soccorso la scena si ripete ancora. L’uomo alza la voce, minaccia tutti e alla fine decide di desistere e se ne va. Sulle sue tracce ora ci sono i carabinieri, ma la paura rimane. E anche l’indignazione per quei passeggeri (e l’autista) che non hanno mosso un dito. “Mia figlia sugli autobus vede di tutto – racconta la mamma, Tiziana Curcuruto, al Corriere – e allora sapete che faccio? la chiamo ogni sera e mi faccio dire passo passo come sta andando il rientro. Almeno la seguo e lei non è sola”. Perché Giorgia è spaventata. “A darmi i brividi ancora adesso è l’ indifferenza della gente – conclude la vittima -. Non la riesco proprio a dimenticare quella sensazione di solitudine, di distanza tra me e gli altri passeggeri. Quell’ uomo mi urlava contro. Tutti hanno assistito, ma immobili. Era come se non stesse avvenendo niente. Qualcuno addirittura si è anche voltato dall’ altra parte. E alla fine forse il mio aggressore si è sentito legittimato a colpirmi. Avrà pensato: tanto se la picchio non frega niente a nessuno”.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/presa-pugni-straniero-e-nessuno-nel-bus-mi-ha-difesa-1452904.html

Famiglia affida 3 bambine a immigrato, lui le stupra

Avrebbero costretto tre bambine a subire abusi sessuali. Per questo un ‘romano’ di 37 anni e un albanese di 43 anni, zio e amico di famiglia delle vittime, sono stati arrestati dalla polizia a Roma. Le indagini della Squadra Mobile hanno accertato che gli abusi avvenivano tra le mura domestiche da parte dei due uomini che avevano la stima dell’intero nucleo familiare. I due approfittavano dei momenti in cui si trovavano soli con le bambine per abusare di loro.

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2017/10/11/abusi-su-tre-bimbearrestati-zio-e-amico_37e6c99c-2a17-48d1-bfc9-988a35c95960.html

Roma, pestato e rapinato da due romeni: ora rischia paralisi


Imola Oggi
Roma, pestato e rapinato da due romeni: ora rischia la paralisi
Imola Oggi
I due, un 40enne romeno e una 44enne, sua connazionale, sono stati arrestati per il reato di rapina aggravata e lesioni gravissime. Secondo quanto appreso, entrambi i romeni senza fissa dimora, hanno problemi di alcolismo e sarebbero pregiudicati per …
Aggredito e rapinato alla fermata del bus, rischia di restare paralizzatoIl Tempo
Roma, rischia la paralisi per difendere il cellulare dall’assalto di due …Il Secolo d’Italia
Roma, Polizia: aggredito per il cellulare, rischia di rimanere …Agenparl

tutte le notizie (29) »

Orrore, Rom tenta di violentare una bimba di 7 anni


il Giornale
Orrore a Roma: rom tenta di molestare una bimba di 7 anni
il Giornale
A pochi giorni di distanza dai fatti di Guidonia, dove martedì notte, residenti e nomadi del campo rom abusivo di via Albuccione si sono cimentati in una guerriglia senza precedenti, nella periferia est della Capitale, ieri, si sono registrate nuove
Rom tenta di molestare una bimba di 7 anni: arrestatoNotizie.it

tutte le notizie (4) »

ROMA, BRANCO DI IMMIGRATI LA VIOLENTA MENTRE VA A FARE COLAZIONE

Esquilino: violenza sessuale a piazza Vittorio Emanuele II

Stava andando a fare colazione quando è stata aggredita a palpeggiata da tre uomini. E’ successo all’Esquilino, domenica mattina alle 11, in zona piazza Vittorio Emanuele II. La vittima, una romana di 31 anni, stava camminando su via Leopardi quando, all’altezza della piazza, è stata aggredita.

Spintonata e palpeggiata in strada

Tre uomini, dopo averla fissata insistentemente, l’hanno accerchiata, spinta e bloccata contro due cassonetti dell’Ama. Uno di loro ha tentato di baciarla più volte, mentre gli altri due le palpeggiavano seno e sedere.

Una violenza durata alcuni minuti. La giovane, sotto choc, è riuscita a divincolarsi e urlando è scappata in direzione dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, in servizio per il consueto pattugliamento stradale. I tre l’hanno rincorsa per qualche metro, palpeggiata ancora, per poi fuggire.

Arrestati due dei tre aggressori

Le urla delle donna, però, hanno indicato la giusta direzione ai militari che, intervenuti nella piazza, hanno bloccato i due molestatori. Si tratta di un 34enne algerino e un 46enne tunisino.

Gli arrestati sono stati portati in carcere a Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il terzo aggressore, invece, è riuscito a fuggire. Continuano le ricerche per rintracciarlo.

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/cronaca/violenza-sessuale-esquilino-piazza-vittorio.html

Immigrato nigeriano si masturba davanti ad asilo e morde militari


Il Primato Nazionale
Immigrato nigeriano si masturba davanti ad un asilo. Fermato …
Il Primato Nazionale
Roma, 22 set – Un immigrato nigeriano di 41 anni si stava masturbando in pieno giorno indisturbato nel parco di Villa Lazzaroni vicino ad un asilo pubblico di Roma. Una scena scioccante che i genitori e gli alunni della scuola materna si sono trovati

altro »

Giulia, abusata dall’algerino di cui si fidava

La storia di Giulia, clochard abusata dall’algerino di cui si fidava …
il Giornale
Giulia, a soli 24 anni, è una delle tante senzatetto che affollano le strade insicure della Capitale. La sua storia è incredibilmente simile a quelle che, nelle ultime …

altro »

Migrante orina davanti bimba, poi picchia chi lo ferma

L’immigrato 27enne, che ora è stato denunciato per una sfilza di reati, è risultato essere un pluripregiudicato con precedenti penali di ogni tipo. Finalmente è stata presentata una richiesta di provvedimento di espulsione dal territorio nazionale.

K. H., 27enne tunisino, stava urinando su un muro di piazza Giureconsulti, in un’area particolarmente affollata. Fra i passanti, che lo guardavano inorriditi, c’erano anche molti bambini e diverse mamme con i passeggini al seguito. L’immigrato è stato sorpreso da una pattuglia del gruppo Aurelio della Polizia Locale. Ma, nonostante le proteste dei presenti, ha ignorato tutti continuando a fare la pipì contro il muro.

Gli agenti sono intervenuti invitandolo a ricomporsi e a fornire le proprie generalità. Per tutta risposta hanno ricevuto parolacce, minacce e insulti. Non solo. Non appena hanno insistito nel chiedergli di esibire i propri documenti l’uomo, ubriaco e in stato alterato, ha cercato di colpire uno dei due agenti ed è scattato in mezzo alla folla. Inseguito e bloccato dopo poche centinaia di metri, dopo una violenta colluttazione è stato bloccato e portato al Centro di Identificazione della Questura.

Ai controlli il 27enne è risultato essere pluri-pregiudicano con precedenti penali per spaccio di stupefacenti e di avere da poco scontato una pena detentiva con divieto di dimora nel territorio di Roma. È stato, quindi, denunciato per “resistenza e violenza alle forze dell’ordine e atti osceni, aggravati dalla presenza di minori”, oltre che per il “non rispetto del divieto di dimora” ed è stata presentata una richiesta di provvedimento di espulsione dal territorio nazionale.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/roma-fa-pip-davanti-ai-bimbi-poi-tunisino-aggredisce-i-1440914.html?mobile_detect=false

Roma fuori controllo, turista stuprata da straniero davanti al Comune

Un’altra violenza a Roma. Questa volta addirittura ai piedi del Campidoglio dove una ragazza belga di 23 anni è stata salvata soltanto dall’intervento di tre vigili urbani in servizio nella piazza principale.
Secondo le prime ricostruzioni la studentessa straniera si trovava in un locale del centro, un pub irlandese a via del Plebiscito, dove avrebbe conosciuto un altro straniero, uno straniero di 26 anni che lavora all’aeroporto di Fiumicino. Dopo aver lasciato il locale i due hanno raggiunto piazza dell’Aracoeli. Ma quando hanno iniziato a salire la scalinata è iniziato l’incubo.

Il giovane avrebbe provato a molestarla, cercando di baciarla e tentando di violentarla. La ragazza ha provato a respingerlo, ma lui avrebbe continuato con modi sempre più violenti. Solo le urla disperate della giovane hanno attirato l’attenzione degli agenti del comando che erano in servizio lì in quel momento e che hanno fermato entrambi.
I due sono stati ascoltati. E sulla vicenda sta indagano la polizia giudiziaria del comando generale dei vigili urbani, coordinati dal vicecomadante Antonio Di Maggio.

A soli due giorni dallo stupro della ragazza finlandese vicino a Termini, un’altra violenza scuote dunque Roma. E apre uno squarcio sulla sicurezza della capitale. Due terribili storie avvenute non in periferia, in luoghi isolati, ma in pieno centro. Addirittura in una delle aree più famose di Roma.

http://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/roma_violenza_campidoglio-3236968.html