Ora, Roma i razziatori di pendolari li esporta: fino a Perugia per rubare

24-02-2015

Furti in serie ai pendolari e studenti: due specialisti in azione ad Umbertide e C. di Castello

Da Roma si erano trasferiti per “qualche giorno di lavoro” nei pressi delle stazioni ferroviariE di Umbertide e Città di Castello. E qui avevano iniziato a studiare l’arrivo dei treni dei pendolari per poter, in mezza alla calca e alla fretta, borseggiare studenti, lavoratori e turisti. Stessa tecnica che usavano anche salendo sui treni per brevi tratti. Tutta la refurtiva poi veniva immediatamente fatta sparire in uno zainetto nascosto tra i cespugli ad un tiro di schioppo dalla ferrata. Ma loro presenza, alla lunga, è stata notata dalla Volante del Commissariato di Città di Castello che ha iniziato a pedinare a distanza i due ladri.

Alla fine è stato facile sia fermare i due – si tratta di due cittadini serbi, residenti presso un campo nomadi di Roma. M.C. di anni 27 e G.C. di anni 42, con precedenti penali specifici alle spalle – e recuperare la refurtiva: due tablet, tre telefoni cellulari e circa 500 euro in banconote contanti. Soldi e materiali informatici sono stati restituiti ai derubati che avevano nel frattempo sporto denuncia.

Potrebbe interessarti: http://www.perugiatoday.it/cronaca/furti-rom-stazioni-ferroviarie-citta-di.castello-umbertide

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Perugia

RSS Feed Widget

Lascia un commento