Ci sono “un Indiano, un Marocchino e una Xenofila”: scazzottata in questura

10-03-2013


LECCE – Certo che la scelta del luogo dove darsele di santa ragione non era quello più appropriato, se mai esistesse posto “ideale” dove dare sfogo alla violenza. Eppure, tanto doveva essere il rancore tra i tre, per fatti ancora non noti alla polizia, che alla fine la scazzottata è partita proprio nella questura di Lecce. Zuffa tra un Indiano di 33 anni, un Marocchino di 41 e una donna italiana xenofila di 45enne. Un ferito tra loro, il filippino, e tutti denunciati dagli agenti delle volanti per rissa aggravata.

Il fatto è accaduto ieri pomeriggio, quando un agente in servizio al corpo di guardia della Questura, dopo avere notato i tre discutere animatamente, ha chiesto ai colleghi delle volanti di intervenire. Al loro arrivo, nonostante l’agente addetto al corpo di guardia tentasse di separarli, i tre hanno iniziato la rissa con calci e pugni.

Eppure, all’arrivo dell’indiano in questura, l’agente lo aveva invitato ad attendere, poiché in quel momento vi erano altre persone che aspettavano il turno per entrare nell’uffio delle denunce. Ma In quel frangente è giunta la coppia che, nonostante si trovasse in un ufficio dipolizia, si è scagliata contro il 33enne. Ad avere la peggio, proprio quest’ultimo. Trasporato a bordo di una ambulanza del 118 presso il pronto soccorso del Vito Fazzi di Lecce, i medici gli hanno riscontratouna ferita lacero contusa, con esteso ematoma nella zona sotto oculare sinistra. Dopo essere stato medicato il 33enne indiano non è più ritornato in Questura per formalizzare la denuncia.

RelatedPost

Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento