“Sei rientrato tardi”: massacrata di botte

16-08-2014

Lui è rientrato in casa in tarda serata, lei lo ha rimproverato ed è stata aggredita con calci e pugni di fronte alla figlia di pochi anni. È successo ieri sera in un appartamento a Roma. La vittima, dopo l’ennesima aggressione da parte del compagno, ha deciso di denunciarlo. L’uomo, un 50enne peruviano, al termine degli accertamenti è stato arrestato. Secondo quanto denunciato dalla vittima, l’uomo non era nuovo a quel tipo di aggressioni, anche in presenza della loro figlia piccola. La donna più volte negli anni era dovuta ricorrere alle cure dei medici a causa delle percosse ricevute dal compagno, che l’avrebbe picchiata anche durante la gravidanza.

Ieri sera, esasperata, è riuscita a liberarsi dopo che lui l’aveva bloccata con la forza e ha chiamato la polizia. Quando gli agenti delle Volanti sono arrivati sul posto, hanno trovato la donna sotto casa visibilmente scossa e in lacrime. Entrati in casa, i poliziotti hanno trovato la figlia della coppia in camera da letto, anche lei in lacrime per aver assistito al litigio tra i genitori. Per l’uomo sono scattate le manette con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

 

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/picchia_compagna_figlia_arrestato_polizia_rimprovera/notizie/849249.shtml

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Roma

RSS Feed Widget

Lascia un commento