Li manda Al Fano: due ‘profughi’ stuprano ragazze, mandati da governo come ‘rifugiati’

11-05-2014

FOLLONICA – Erano le 5.30 del mattino quando, uscite dalla discoteca, due ragazze follnichesi sono uscite da un locale sono andate nella spiaggia di fronte alla discoteca per una passeggiata alle prime luci dell’alba. Le due ragazze sono state avvicinate da due extracomunitari che le hanno aggredite tentando di costringere ad avere rapporti sessuali con loro. Una delle due è riuscita a fuggire mentre l’altra è restata in balìa dei due uomini. Vista la mala parata e le grida della giovane i due aggressori sono fuggiti non portando a termine il loro piano.

La prima ragazza ha chiesto aiuto a chi si trovava fuori dalla discoteca; i Carabinieri, giunti in breve tempo sul luogo hanno trovato i due stranieri ancora in spiaggia, mentre tentavano di allontanarsi. Le ragazze sono state trasportate presso l’ospedale di Grosseto dove sono state sottoposte a cure mediche e per l’avvio della procedura antivioenza.

Vista la gravità dei fatti e del quadro probatorio a carico dei due profughi, i due uomini sono stati arrestati per violenza sessuale e trasferiti presso il carcere di Grosseto a disposizione del Pm Salvatore Ferraro. I due, uno del Ghana e l’altro del Togo, erano giunti a Follonica tre anni fa come rifugiati per motivi umanitari e ospitati presso la ex Colonia marina.

http://www.ilgiunco.net/2014/05/11/violenza-sessuale-su-due-ragazze-di-follonica-fermati-due-profughi/

Per Al Fano, siamo un ‘paese di transito’. Solo che il ‘transito’, dura anni. Nel frattempo stuprano, spacciano, uccidono.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Grosseto

RSS Feed Widget

Lascia un commento