Category: Grosseto

Nuova aggressione su bus: “Sono migrante, non mi serve biglietto”

Un autista della linea di autobus Tiemme è stato aggredito a Follonica da un migrante che lo avrebbe spintonato con violenza. E’ accaduto alcuni giorni fa al capolinea del bus della cittadina balneare, ma lo si è appreso solo ora dopo il caso più grave accaduto in provincia di Siena dopo l’autista del bus è stato accoltellato. Il conducente ha chiesto ad un cittadino senegalese di mostrare il biglietto di viaggio ma l’uomo, infastidito, avrebbe detto al conducente di farsi gli affari suoi e pensare solo a guidare. Poi, secondo quanto si è appreso, ha iniziato ad agitarsi aggredendo il conducente spintonandolo violentemente. All’arrivo della pattuglia dei carabinieri, chiamata dagli altri passeggeri, l’uomo era già scappato. Ma le ricerche hanno consentito di individuarlo per le vie di Follonica e denunciarlo per violenza, oltraggio e interruzione di pubblico servizio.

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2017/07/30/migrante-aggredisce-autista-bus_72c0b9d2-373c-49a7-b161-99b57d0e569d.html

Tunisini gli spezzano tutte le dita a sprangate


Il Giunco.net
Aggressione con spranghe, gli spezzano anche le dita: due …
Il Giunco.net
GROSSETO – Tre rapine in pochi giorni, con spranghe e catene. Rapine particolarmente violente, in un caso, ad uno dei rapinati, erano state spezzate tutte e dieci le dita delle mani. Un modus operandi insolito per la nostra provincia, con una grossa

IMMIGRATO PESTA PASSANTI, PER GIOCO

www.gonews.it
I carabinieri della compagnia di Pitigliano, hanno arrestato un giovane straniero ubriaco che all’alba di domenica, in preda ai fumi dell’alcool, ha iniziato a sferrare calci e pugni ai passanti. Aveva passato la notte a bere per le locande del paese. Al termine della serata, in forte stato di agitazione dovuto a qualche bicchiere di […]

Marocchino armato semina il panico in spiaggia – VIDEO CHOC

MARINA DI GROSSETO. Si è sentito braccato e ha estratto un coltello contro i vigili: è successo oggi, giovedì 4 agosto, a Marina di Grosseto dove un ambulante abusivo è stato fermato da una pattuglia in borghese della polizia municipale, in azione durante uno dei vari controlli coordinati e programmati quotidianamente.
L’uomo, di nazionalità marocchina, si spostava lungo la spiaggia con un carrello su cui esponeva la propria merce, per lo più abbigliamento. Alla richiesta degli agenti di mostrare i documenti, l’ambulante ha rovesciato il carrello, ha sfoderato una spranga contro gli uomini della Municipale e ha tentato la fuga verso il mare.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sfodera-spranga-e-coltello-immigrato-choc-spiaggia-grosseto-1293851.html

ABUSIVI AGGREDISCONO VIGILI: “NON POTETE CONTROLLARCI”

(ANSA) – FOLLONICA (GROSSETO), 30 LUG – Un gruppo di venditori abusivi extracomunitari ha reagito ai controlli dei vigili urbani sulla spiaggia di Follonica (Grosseto), in Maremma, picchiando e ferendo tre agenti nel corso di un tafferuglio davanti ai bagnanti. I vigili stavano facendo controlli predisposti dal Comune per contrastare la vendita di prodotti contraffatti e di altri oggetti smerciati ‘a nero’. Gli agenti sono comunque riusciti a bloccare e denunciare un venditore abusivo mentre gli altri sono scappati. “Non accettiamo queste situazioni – dice il sindaco di Follonica Andrea Benini – Continueremo a contrastare il problema con lucidità e in collaborazione con le forze dell’ordine”.

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2016/07/30/falsivenditori-abusivi-picchiano-agenti_9c77f614-0055-43f1-a192-925e914debcc.html

Bottigliate, cazzotti e calci: pestaggio in centro


La Nazione
Bottigliate, cazzotti e calci: pestaggio in centro
La Nazione
La scazzottata che si è verificata venerdì sera nel cuore di Grosseto, è l'ennesimo atto di violenza e degrado di una città, e soprattutto del suo centro storico, ostaggio di bande di stranieri che si fanno la guerra per il controllo dello spaccio di

CLICCARE SUL LINK PER LA FONTE DELL’ARTICOLO

Immigrato la lancia fuori dall’auto e picchia


La Nazione
Buttata fuori dall'auto e picchiata. L'aggressione in pieno centro
La Nazione
Grosseto, 15 maggio 2016 – E' STATO un sabato mattina movimentato ieri all'inizio di corso Carducci. Nella zona dove il corso si interseca con via Porciatti e via Manetti, i pochi passanti a quell'ora, hanno assistito ad alcuni momenti di follia. O

Autista brutalmente picchiato da due extracomunitari

Autista brutalmente picchiato da due extracomunitari
Picchiato brutalmente da due cittadini extracomunitari di colore. Sembra che la unica colpa dell’autista sia stata quella di chiedere ai due extracomunitari il biglietto. Questo è un avvenimento vergognoso, come Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale
FOLLONICA: AUTISTA TIEMME PICCHIATO DA EXTRACOMUNITARICorriere Etrusco
«Autista picchiato sul bus da due stranieri senza biglietto». Tiemme Il Giunco.nettutte le notizie (6) »

Scontri tra profughi in hotel a Grosseto

GROSSETO – Una lite tra migranti, una colluttazione che ha coinvolto più persone, tanto da richiedere l’intervento di Carabinieri e 118. La rissa è avvenuta meno di una mezz’ora fa al centro di accoglienza migranti che si trova sulla Castiglionese, alle porte di Grosseto, centro che è gestito dalla cooperativa Uscita di Sicurezza.
Non si conoscono ancora le cause che hanno portato gli ospiti della struttura a litigare violentemente tra loro. Sembra che due pakistani abbiano aggredito un nordafricano, e forse è spuntato fuori anche un coltello che però non si sa se sia stato usato; sarebbero stati gli altri ospiti del centro ad impedire che la situazione degenerasse ulteriormente.
Alcuni di loro sono stati portati presso l’ospedale Misericordia di Grosseto dove si trovano al momento al Pronto soccorso per essere visitati e per accertamenti. Sul posto anche i Carabinieri che stanno indagando sui motivi che hanno portato alla rissa e sulle responsabilità delle persone coinvolte.

http://www.ilgiunco.net/2015/10/29/lite-al-centro-migranti-feriti-finiscono-allospedale/

Vigilesse picchiate da abusivi africani sulla spiagga

PUNTA ALA. Pomeriggio d’inferno sulla spiaggia di Punta Ala, in località Casetta Civinini, per cinque agenti della polizia municipale, aggrediti da un folto gruppo di venditori ambulanti di colore che, secondo quanto ricostruito dall’amministrazione comunale, hanno reagito ai controlli antiabusivismo in corso.

Tre agenti sono stati ricoverati: una di loro, la più grave, ha una prognosi iniziale di addirittura un mese.

Martedì 25 agosto la pattuglia della polizia municipale di Castiglione della Pescaia era impegnata in uno dei frequenti controlli sulle spiagge, finalizzati alla repressione del fenomeno dell’abusivismo commerciale. Soltanto uno dei cinque agenti che erano stati impegnati nel servizio era in divisa. Tra di loro tre donne. E proprio le tre vigilesse, in borghese, si sono avvicinate a un venditore ambulante, fingendo di voler acquistare qualcosa. L’uomo non ha sospettato nulla fino a che le agenti si sono qualificate chiedendo i documenti.

Un gesto che ha scatenato la reazione dello straniero scappato immediatamente dopo aver abbandonato la merce sulla sabbia. Gli agenti si sono messi a controllare gli oggetti per procedere a un eventuale sequestro. Ma poco dopo l’ambulante è tornato sul posto, in compagnia di cinque suoi colleghi. È nata una discussione, verosimilmente l’uomo voleva rientrare in possesso della merce. Le parole hanno ben presto lasciato lo spazio ai fatti e sono volati schiaffi, pugni e calci mentre i bagnanti assistevano senza intervenire. Sono stati gli altri due agenti e i bagnini in servizio in quel tratto di litorale a soccorrere le tre donne e a mettere fine all’aggressione, mentre sulla spiaggia c’era il fuggi fuggi.

Sono poi scattati i soccorsi sanitari: soltanto qualche contusione per la vicecomandante e un’altra agente, ha avuto la peggio
la terza collega che ha riportato la frattura di una mano e una distorsione al rachide: per lei trenta giorni di guarigione.

http://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2015/08/26/news/vigilesse-picchiate-dai-venditori-in-spiaggia-a-punta-ala-1.11989721?ref=fbfti&refresh_ce

Renzi li sbarca, poi finiscono a spacciare, stuprare e vendere merce contraffatta. Renzi è lo sponsor ufficiale del crimine organizzato e non organizzato.