Tenta stupro 16enne sul bus: violentatore condannato a soli 3 anni

08-05-2014

Ha seguito una ragazza di 16 anni appena scesa dall’autobus e l’ha aggredita in pieno giorno, cercando abusare di lei. Lo stupro non si è consumato grazie al senso civico dell’autista del bus, che si è accorto di quanto stava avvenendo ed è immediatamente intervenuto.

L’episodio, accaduto a San Polo di Torrile, risale allo scorso 28 settembre. Un giovane 20enne di nazionalità ivoriana avrebbe messo gli occhi su una ragazzina di 16 anni quando entrambi erano sull’autobus. Non appena lei è scesa alla sua fermata e si è incamminata verso casa, lui l’ha seguita. Giusto il tempo di aspettare che il bus ripartisse, ed è scattata la brutale aggressione. Il ragazzo ha afferrato l’adolescente e l’ha spinta contro una ringhiera, palpeggiadola nelle parti intime e cercando di slacciarle i pantaloni.

Un grave tentativo di violenza sessuale, che fortunatamente è stato sventato dall’intervento del conducente del bus. L’autista ha fermato il mezzo, è sceso e ha cominciato a correre contro l’aggressore. Vedendosi scoperto, il 20enne si è dato alla fuga. E’ stato rintracciato e arrestato poche ore dopo dai carabinieri della compagnia di Colorno, presso cui la ragazzina ha sporto denuncia.

Il giovane è stato condannato oggi con rito abbreviato a una pena di tre anni di reclusione per violenza sessuale su minorenne. E’ stato interdetto in perpetuo dagli uffici inerenti la tutela e la curatela di minori. Dovrà rimanere in carcere, dove si trova recluso dal giorno dell’arresto

http://parma.repubblica.it/cronaca/2014/05/07/news/tenta_violenza_su_una_ragazzina_messo_in_fuga_da_autista_del_bus-85480021/

Related Post

Related Post

Crimini Immigrati, Parma

RSS Feed Widget

Lascia un commento