Baby gang di zingari picchia e rapina ragazzino italiano

16-08-2013

 

Roma, 16 ago. – In otto lo hanno accerchiato alla fermata dell’autobus di via Collatina, nelle vicinanze del centro commerciale “Roma Est”, poi mentre due lo tenevano fermo altri due lo colpivano con pugni e schiaffi, tutto per derubarlo di un cellulare e di circa 60 euro. La vittima ha meno di 15 anni, i suoi aggressori tra i 13 e i 16. Mentre la baby gang si stava accanendo contro il coetaneo, un passante ha chiamato il 112 e l’immediato intervento dei carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Tivoli ha permesso di fermare i bulli, due dei quali appena 13enni e quindi non imputabili. Gli altri quattro, due ‘italiani’ (zingari) di 15 e 16 anni e due di origini romene entrambi 14enni, sono stati arrestati e sottoposti ai domiciliari, cosi’ come disposto dal Tribunale dei Minorenni di Roma. Due 15enni, infine, sono stati denunciati a piede libero. A tutti sono stati contestati i reati di rapina aggravata in concorso e lesioni. La vittima, trasportata all’ospedale “San Giovanni Evangelista” di Tivoli, ha riportato lesioni giudicate guaribili in 10 giorni.

Baby gang picchia coetaneo, 8 fermatiANSA.it
Baby-gang picchia coetaneo: 4 fermatiInfoOggi
Baby gang picchia e rapina coetaneo, otto “bulli” fermatiToday

tutte le notizie (14) »

Related Post

Related Post

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento