Parroco xenofilo derubato di 240mila euro da Albanese

28-03-2013

 

VICENZA – Per circa dieci anni ha preso in giro e «dissanguato» il suo ex parroco, raccontandogli che era in gravi difficoltà e in serie condizioni di salute, e ottenendo così da lui, in diverse trance, un’autentica fortuna: la bellezza di 240mila euro. L’anziano religioso vicentino ha dato credito fino all’ultimo all’ex parrocchiano e solo quando le sue bugie sono diventate troppo grandi si è deciso a dire basta. Quando ormai però era già tardi: nel frattempo il 79enne aveva esaurito tutti i suoi soldi e pure quelli altrui – mosso a pietà aveva infatti ottenuto dei prestiti da alcune famiglie.

 

Realizzato che era stato raggirato, che era stato preso in giro, il parroco ha denunciato alle forze dell’ordine l’albanese di 35 anni residente a Vicenza, che dovrà presentarsi a processo questa estate, per rispondere del delitto di truffa continuata ed aggravata. Secondo l’accusa lo straniero aveva trovato il modo di spillare soldi all’anziano religioso, oggi 79enne e in pensione. Impietosendolo e muovendolo a compassione, gli aveva raccontato che si trovava all’estero, da solo, e per giunta in serie condizioni di salute che lo costringevano a sottoporsi a continui e costosi interventi, e a spostarsi da un paese all’altro per seguire delle cure. Ma era solo una montagna di frottole. Che ora gli costeranno il processo. Quanto ai soldi ottenuti con il raggiro, sono inevitabilmente spariti.

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2013/27-marzo-2013/prete-truffato-un-parrocchiano-spariti-250-mila-euro-10-anni-212372491546.shtml

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento