Sotto assedio: costretti a costruire un muro contro i ladri ‘nomadi’

15-09-2014

Il filo spinato sopra un muro che lascia poco spazio all’immaginazione. Scene da film insomma, peccato che le vittime di questa storia poco hanno a che vedere con un copione già scritto. Per tenere lontani personaggi indesiderati e predoni si può arrivare anche a trasformare delle comunissime aziende in vere e proprie caserme. Dalle parti di corso Orbassano, a Mirafiori, filo spinato e telecamere rappresentano quasi la norma. Negli ultimi anni i tentativi di intrusione sono aumentati a dismisura arrivando a creare non pochi disturbi al personale. Dai “semplici” danni al furto di materiale che per una ditta non può rappresentare un problema di poco conto.

 

La colpa – sostengono senza troppi giri di parole nella zona – è da attribuire soprattutto ai vicini di casa. Quei rom che da anni vivono abusivamente in corso Tazzoli e che dalle aziende della borgata distano sì e no uno o due isolati. “Da quando si sono insediati loro i furti sono aumentati a vista d’occhio” afferma deciso una delle vittime che preferisce rimanere nell’anonimato.

Ma le intrusioni, incredibile ma vero, si sarebbero verificate anche di giorno. “Più volte li abbiamo beccati con le mani nella marmellata – racconta Pino, il nome è di fantasia -. E così ci siamo visti costretti ad aumentare l’illuminazione e a piazzare un reticolato”. Qualcuno si è trovato anche il muro sfondato dalle irruzioni dei ladri, qualcuno soltanto le macchinette saccheggiate.

Chi ha chiuso, invece, ha lasciato dietro di sé una scia di degrado e devastazione con fabbriche di tutto rispetto, ex cuore operaio della città, trasformate in cumuli di macerie e ritrovo di delinquenti. Per non parlare del problema igienico con le vie attorno al campo trasformate in latrine a cielo aperto. “Comune e prefettura hanno dimenticato questa zona – accusano da corso Orbassano -. Per noi non è più vita. Ci sono circa mille persone a spasso per Mirafiori. Le istituzioni hanno perso completamente il controllo della situazione e se la gente è disperata forse ci sarà un motivo”.

Potrebbe interessarti: http://www.torinotoday.it/cronaca/furti-muro-cemento-ladri-corso-orbassano.html

E’ così che il PD tratta la (ex) classe operaia.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Torino

RSS Feed Widget

Lascia un commento