Category: Torino

‘Lavora’ come spacciatore davanti alla scuola

Preso dopo una breve fuga

Posted by TorinoToday on Tuesday, April 16, 2019

Nomadi con 1 tonnellata di rame rubato in auto

Trovati in auto con 1200 chili di cavi di rame rubati: arrestati a #Savigliano tre sinti del campo torinese di via Germagnano

Posted by Torino Oggi on Tuesday, April 16, 2019

Torino, africano armato di martello attacca passanti

#Torino Paura nella notte in corso Sebastopoli: 30enne minaccia passanti con un martello, arrestato dalla Guardia Di Finanza

Posted by Torino Oggi on Tuesday, April 16, 2019

Prova ad uscire di casa, marocchino la insegue armato di coltello

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/torino-segregata-casa-marito-marocchino-tenta-accoltellarla-1679934.html

Pestata e segregata per anni nella sua casa di Torino, dopo l’ennesimo episodio di violenza una donna marocchina denuncia il marito.

La 39enne era sposata col connazionale, tra l’altro suo cugino, da ben 11 anni e le vessazioni avevano avuto inizio fin dai primi tempi della loro convivenza, come ha raccontato la stessa vittima sulle pagine de “Il Corriere della Sera”. “Nonostante le botte che prendo da anni non sono mai andata in ospedale. Perché ho timore per me. E perché sono imparentata con la madre di mio marito. Il nostro è stato un matrimonio combinato. La cerimonia si è svolta a Torino”.

Il compagno 42enne l’ha tenuta segregata in casa, non permettendole né di cercare un impiego, né di uscire neppure per andare al mercato. Oltre a ciò, a rendere ancora peggiore la sua quotidianità anche le continue umiliazioni e le botte, contro le quali non aveva mai trovato il coraggio di ribellarsi o di chiedere aiuto. “Finora sono stata zitta perché la madre di mio marito è mia cugina e la nostra famiglia non capirebbe se io lo denunciassi o mi lamentassi. Anche perché nella nostra cultura, e soprattutto in quella di mio marito, non è ammissibile che una donna si ribelli all’uomo”.

Lo scorso 10 aprile l’ennesima violenza, ed il peggio è stato evitato solo grazie all’intervento del fratello della 39enne. La donna aveva intenzione di uscire per accompagnare all’asilo uno dei figli, ma subito il marito sarebbe andato su tutte le furie. “Mi ha detto che non potevo uscire perché vicino alla scuola c’è un uomo che mi guarda. Ha tentato di accoltellarmi con un coltello da cucina urlando “ti ammazzo…”. Fuggita per strada in via Livorno, la donna è stata aiutata dal fratello, che ha spaccato una bottiglia di vetro sulla testa dell’aggressore.

“Non ho mai fatto denuncia per timore di essere giudicata, ma adesso ho paura che mi uccida”, ha raccontato la donna agli inquirenti. Ma le cose non sono andate proprio come la 39enne credeva. Dopo due giorni di fermo, infatti, il marito è tornato a piede libero, colpito da un semplice divieto di avvicinamento, e la donna, forse terrorizzata, ha cercato di ritrattare ritirando la querela.

Marocchina fa stuprare la nipotina in casa a Torino

La faceva stuprare in casa – video

Posted by Il Giornale on Thursday, April 11, 2019

Preso il rapinatore degli studenti: è un immigrato

#Torino, è successo a san Salvario. Arrestato anche il complice. I carabinieri hanno intercettato i due banditi grazie all'identikit fornito dalle vittime.

Posted by CronacaQui on Sunday, April 7, 2019

Minaccia passanti armato di cacciavite, migrante bloccato

#Torino Porta Nuova, minaccia i passanti con un cacciavite: immobilizzato dagli agenti della Guardia di Finanza

Posted by Torino Oggi on Tuesday, April 2, 2019

Sgozzato da nuovo italiano perché rideva

Immigrato: “Ho sgozzato italiano perché aveva aria felice”

Africano stupra ragazzina a Torino: brutale violenza

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2019/03/24/violenta-giovane-a-torino-arrestato_9c7f2629-d30e-42a6-b2ab-47bb6600c439.html

Violenza sessuale la scorsa notte al Parco del Valentino, il polmone verde nel cuore di Torino.
    Una giovane donna, appena maggiorenne, è stata abusata da un trentenne della Guinea, irregolare in Italia, che è stato arrestato dalla polizia. La ragazza, secondo quanto ricostruito dalla polizia, si era appartata con un amico su una panchina del parco, dopo aver trascorso la serata in una discoteca, quando il migrante l’ha minacciata, armato di bottiglia.
    A chiamare la polizia, dopo la segnalazione dell’amico della vittima, è stato il personale addetto alla sicurezza della discoteca. Immediato l’intervento di una volante, in zona per monitorare l’area del Parco del Valentino. La ragazza, ferita, era senza scarpe e aveva il vestito strappato. E’ stata trasportata all’ospedale Sant’Anna in stato di choc. L’autore della violenza è fuggito e ha cercato di nascondersi dietro ad alcuni cespugli, lungo gli argini del fiume Po, ma è stato arrestato dagli agenti. L’accusa nei suoi confronti è di violenza sessuale.

Piccoli marocchini derubano ragazza italiana

Entrambi di origine marocchina, sono stati intercettati dagli agenti del commissariato Barriera Milano

Posted by CronacaQui on Wednesday, March 20, 2019