Roma: pesta moglie e tenta di far esplodere appartamento

14-05-2013

Roma 14 mag 2013 – Picchia la moglie e poi si barrica in casa con i tre bambini minori, apre il gas e minaccia di far esplodere l’abitazione. Un quadro potenzialmente destinato alla tragedia quello che si è parato davanti ai militari dell’Arma a Magliana, nella giornata di ieri. Intorno alle 21, l’uomo in evidente stato di ebbrezza ha picchiato la moglie all’interno del suo appartamento di via Sillano, in presenza anche dei loro tre figli tutti minorenni, accusandola di averlo tradito. La vittima, una cittadina filippina di 37 anni, dopo un po’ è riuscita a sfuggire alle violenze del marito e ha allertato il 112. A questo punto, l’uomo, andato su tutte le furie, si è barricato in casa con i tre figli e ha aperto i rubinetti del gas, minacciando di far esplodere l’abitazione.

L’intervento dei Carabinieri ha evitato peggiori conseguenze. Infatti i militari dell’Arma dopo un’estenuante trattativa con il sequestratore che si rifiutava di aprire la porta, sono riusciti a introdursi all’interno dell’abitazione, da una finestra lasciata aperta. Subito hanno messo in salvo i tre bambini e bloccato anche il 40enne che aveva in mano un accendino e stava tentando di far innescare l’esplosione. L’uomo, un cittadino romeno già noto alle forze dell’ordine, è finito in manette con l’accusa di tentato omicidio, maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

http://www.romatoday.it/cronaca/picchia-moglie-via-sillano-magliana.html

 

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati

RSS Feed Widget

Lascia un commento