Aggredita e pestata a sangue sul treno

19-01-2013

L'integrazione "funziona"

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tenta di fuggire dall’ex fidanzato violento, ma viene aggredita e violentata sul treno. Nella notte tra 17 e 18 gennaio una ragazza di 21 anni è salita a bordo dell’intercity Taranto-Bologna per tornare a casa dopo che la storia con un rumeno 20enne era degenerata in un rapporto violento, tanto da essere stata rinchiusa per quattro giorni nell’alloggio del malintenzionato e malmenata ripetutamente.

L’AGGRESSIONE IN TRENO – Sul treno, però, è salito anche l’ex ragazzo che, una volta raggiunta, l’ha pestata a sangue. Nonostante alcuni viaggiatori e il capo treno abbiano provato a fermarlo, è dovuta intervenire la Polizia Ferroviaria di San Benedetto. Il ragazzo dovrà rispondere durante il processo a reati di minacce, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale; dopo aver passato la notte nella camera di sicurezza, sarà processato per direttissima. La vittima, curata nell’ospedale rivierasco, non aveva mai denunciato alle autorità le violenze subite per paura.

http://www.primapaginaonline.it/cronaca/aggredita-sul-treno-scappava-invece-di-denunciare

Come darle torto, viste che gli stupratori vanno ai domiciliari?

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento