Lavori che gli Italiani non vogliono fare: presi 6 spacciatori

29-06-2012

Nella giornata del 27 giugno scorso gli agenti del Commissariato di PS di Gallarate diretto dal Commissario Capo Gianluca Dalfino hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Busto Arsizio per spaccio di stupefacenti nei confronti di sei cittadini marocchini.

I sei nordafricani, di età compresa tra i 22 e 32 anni, regolari sul territorio, erano residenti a Lonate Pozzolo dove, nella zona di via Nazario Sauro, gestivano un’attività di spaccio, sulla quale i poliziotti gallaratesi indagavano dal novembre scorso quando, a seguito di un servizio antirapina, inseguendo un extracomunitario che si era dato alla fuga, avevano trovato sul suo mezzo una serie di numeri telefonici che,  a seguito di accertamenti, sono risultati intestati ad abituali  “consumatori”.

Gli spacciatori davano appuntamento in una zona un po’ isolata nota ai consumatori di droga come località “al birraio” I consumatori arrivavano, ordinavano la quantità richiesta, pagavano in anticipo, si spostavano per la consegna; la cocaina veniva ceduta poco dopo, su appuntamento.

Spesso, prima di consegnare le dosi, costringevano i consumatori di coca a lunghi giri, segnalando punti di ritrovo via telefono, rinviando la consegna magari anche di un’ora.

Le analisi di sms e telefonate, le testimonianze degli acquirenti hanno consentito però di ricostruire la vendita di almeno 150 dosi singole di cocaina: su questi elementi si basa l’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Nel corso della lunga indagine sono state sequestrate altre 100 dosi per un totale di 50 grammi. In ogni caso proseguono anche le indagini sulla filiera della droga nella zona.

http://questure.poliziadistato.it/Varese/articolo-6-652-44538-1.htm

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento