Torna a casa Snoopy: ritrovato in Campo Nomadi cane rapito dagli Zingari

01-05-2013

 

Ravenna, 1 maggio 2013 – DOPO 26 giorni Snoopy è tornato finalmente a casa. A rapirlo, si è scoperto, era stato un gruppo di nomadi. Il barboncino è stato ritrovato nel campo nomadi di Rossetta di Fusignano, sulla provinciale 28, durante un blitz della polizia di Ravenna e del nucleo anticrimine di Bologna. La storia ha inizio giovedì 4 aprile quando i coniugi Giovanni Iozzi Sandra Guglielmi, dopo essersi fermati qualche istante al Cinema City per un aperitivo, tornando verso l’auto fecero l’amara scoperta: il vetro del baule infranto e l’animale scomparso.

Da allora sono cominciate le ricerche. «Ogni giorno ricevevo decine di telefonate su possibili avvistamenti — racconta Giovanni —. Allora mi precipitavo a controllare, ma alla fine non si trattava mai del nostro cane. Io e mia moglie iniziavamo a perdere le speranze». Ieri pomeriggio, invece, la bella notizia. Durante il blitz delle forze dell’ordine al campo nomadi, tra motorini e altra refurtiva sequestrata, è saltato fuori anche il piccolo Snoopy. Un cane di razza (Maltese toy) non poteva che destare sospetti in quell’ambiente. Così i poliziotti intervenuti hanno proceduto ad eseguire gli accertamenti, resi possibili grazie al chip sottocutaneo di riconoscimento che aveva il cane. Il cui codice era stato rilasciato dai proprietari all’atto della denuncia di smarrimento. «Vogliamo ringraziare il vicequestore aggiunto Servidio e l’assistente capo Alpi — dice Giovanni —. Ci hanno restituito un grande affetto».

Se il vostro amico a quattro zampe sparisce, il primo posto dove cercarlo è nel più vicino campo nomadi.

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento