MILANO: AGENTI ASSEDIATI DA SPACCIATORI AFRICANI, SOLDATO SPARA

07-10-2016

Un poliziotto e un militare feriti. Uno con alcune contusioni alla spalla e al ginocchio e l’altro con un occhio tumefatto. Due arresti. E poi due colpi di fucile sparati in aria da parte di un soldato, nel tentativo di far arretrare un ragazzo senegalese che cercava di strappare l’arma dalle mani di un collega.

E’ la trama di quanto è avvenuto nella tarda serata di giovedì all’interno del centralissimo Parco Sempione di Milano. La zuffa è cominciata quando, intorno alle venti e trenta, una pattuglia mista polizia di Stato-esercito italiano ha fermato due cittadini africani per un controllo. La coppia di ragazzi ha subito opposto resistenza, secondo le informazioni degli agenti intervenuti, e ne è scaturita una colluttazione.

Uno dei giovani fermati ha chiesto aiuto ad altri ragazzi stranieri presenti. Uno di questi ha cercato di aiutarlo scagliando la propria bicicletta contro le forze dell’ordine. A quel punto, il ragazzo ha cercato di strappare il fucile ad uno dei soldati. Immediatamente – secondo la ricostruzione della questura – un altro militare presente ha sparato un paio di colpi in aria.

Nel fuggi fuggi generale, gli agenti hanno bloccato le due persone che avevano dato il la allo spiacevole episodio: sono due senegalesi di ventotto e venticinque anni.

http://www.milanotoday.it/cronaca/sparatoria-parco-sempione.html

“Spiacevole episodio”. Andate a vedere chi scrive gli articoli di cronaca sui ‘migranti’ sul giornale in questione. Ormai non commettono solo i crimini, ma li raccontano anche. A modo loro.

 

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA, Milano

RSS Feed Widget

Lascia un commento