Category: Milano

Immigrato positivo lascia quarantena e prende la metro a Milano

I controlli degli agenti della Polizia di Stato a Milano per il monitoraggio del rispetto delle norme contro la diffusione epidemica del Covid 19 hanno interessato ieri sera la zona dell’Arco della Pace, tra le più note della movida milanese e la Stazione Cadorna, snodo principale di trasporti che collegano il capoluogo al resto della regione. I controlli hanno interessato anche le fermate della metropolitana MM1 e MM2, dove  e’ stato trovato un peruviano di 41 anni che e’ stato denunciato per inosservanza dell’ordine dell’autorità in materia di igiene e sanità pubblica in quanto, positivo al Covid 19, aveva violato la quarantena. L’uomo e’ stato trasportato da personale sanitario al Policlinico, assieme a suo fratello 26enne che era con lui.

Immigrati positivo fugge da quarantena e prende la metro a Milano

Marocchino rinchiude la moglie in casa e le vieta di usare telefono e social

Milano, immigrato marocchino rinchiude la moglie in casa e le vieta di usare telefono e social

Migrante occupa una casa e la usa come deposito droga

La polizia di Milano ha arrestato uno spacciatore di 39 anni, gambiano, che ha occupato una casa per usarla come deposito della droga. L’arresto è stato ieri, in via 5 maggio, nel quartiere Quarto Oggiaro. L’uomo è irregolare sul territorio e pluripregiudicato. Gli agenti della Squadra investigativa del Commissariato Oggiaro sono intervenuti dopo le segnalazioni di alcuni residenti, che in una riunione condominiale avevano discusso di un appartamento occupato abusivamente.

https://it.notizie.yahoo.com/milano-occupa-una-casa-e-133018522.html

Il gambiano è stato interpellato e si è difeso, spiegando di essere ospite di un amico, che gli aveva fornito le chiavi. Gli agenti lo hanno informato che l’appartamento era oggetto di procedura espropriativa e che quindi doveva essere liberato. Mentre raccoglieva tutti i suoi effetti personali, gli è caduta una busta di carta contenente numerose banconote da 200 euro, che insieme alle altre rinvenute e sequestrate ammontano a un totale di 18.680 euro.

Da qui, la scoperta degli agenti della sua vera attività: un forte odore di sostanza stupefacente, e il nervoso atteggiamento del 39enne ha spinto i poliziotti a controllare il comodino trovandovi nascosto all’interno anche un panetto di hashish di 100 grammi. In altri due sacchi da congelatore hanno rinvenuto e sequestrato 1,22 chili di marijuana, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento.

Placcata da nordafricano che vuole stuprarla

Milano, aggredita e palpeggiata sui Navigli in pieno giorno: salvata da un passante. È stata aggredita alle spalle, palpeggiata con insistenza e quando ha trovato la forza di reagire è stata aggredita e scaraventata al suolo. Tutto in pieno giorno. Primo pomeriggio da incubo per una donna, molestata in strada via Segantini a Milano (zona Navigli).

Tutto è accaduto intorno alle 13 di lunedì 5 ottobre. La vittima, secondo quanto appreso da MilanoToday da un testimone, si trovava per strada quando è stata avvicinata da un uomo (descritto come un ragazzo con tratti somatici nordafricani) che ha iniziato a palpeggiarla nelle parti intime. Lei ha reagito, ha iniziato a urlare e proprio quest’ultimo gesto ha attirato l’attenzione di un passante che rendendosi conto di quello che stava succedendo è corso in suo aiuto.

Proprio in quegli attimi l’aggressore ha spinto a terra la donna ed è scappato verso Piazza Belfanti facendo perdere le sue tracce. La donna ha allertato il 112 e, dopo aver rifiutato le cure mediche, ha raccontato quello che le è accaduto alla polizia. Da via Fatebenefratelli fanno sapere che sul caso sono in corso accertamenti.

https://www.milanotoday.it/cronaca/violenza-sessuale-segantini.htm

Clandestino sanguinante per strada aggredisce i poliziotti che lo soccorrono:

Sanguinante per strada, aggredisce i poliziotti: clandestino arrestato a Legnano

Un giovane immigrato, irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato dalla polizia a Legnano per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. I fatti si sono svolti nella serata di ieri, sabato 3 ottobre. La volante del Commissariato di via Gilardelli, insieme a un’autolettiga della Croce Rossa, si è recata in via Volta, nell’Oltresempione, per una operazione di soccorso, alla ricerca di una persona segnalata come sanguinante. Individuata ad alcune centinaia di metri di distanza, nei pressi di via San Francesco d’Assisi, la persona in questione, brandendo un oggetto metallico, ha sferrato violenti pugni sul cofano della Volante. Gli agenti hanno tentato invano di convincerla a disfarsi dell’oggetto e hanno poi deciso di metterla in sicurezza, nonostante la sua opposizione.

Sequestrato un tirapugni

Il giovane ha resistito ai poliziotti anche mentre veniva accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale cittadino per essere medicato dalle ferite. Terminate le cure, il giovane, risultato un cittadino pachistano irregolare e senza fissa dimora, è stato poi riaccompagnato al Commissariato e condotto nelle camere di sicurezza, a disposizione del magistrato. L’oggetto metallico, simile a un tirapugni, è stato sequestrato. Nella colluttazione, il capo equipaggio della Volante ha riportato lesioni per cinque giorni di prognosi. Il fermato è ora indagato, in stato di arresto.

Baby gang di immigrati rapina ragazzini che tornano da scuola

https://www.secoloditalia.it/2020/10/milano-giovani-immigrati-in-azione-rapine-e-aggressioni-ai-ragazzini-che-tornano-da-scuola/

Clandestino senza biglietto pesta tre poliziotti

È stato arrestato con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale il 22enne che, fermato dagli agenti della Polizia Ferroviaria di Milano Centrale perché sprovvisto di biglietto, ha aggredito uno dei poliziotti ferendolo. Invitato a lasciare il treno diretto in Svizzera si è scagliato contro gli agenti L’aggressione è avvenuta questa mattina nei pressi della stazione Centrale di Milano: gli operatori della Polfer, nel corso di controlli ad un treno diretto in Svizzera, sono stati avvisati dal capotreno della presenza di uno straniero, sprovvisto di biglietto. L’uomo, anche in presenza dei poliziotti, non ha voluto sentire ragioni e, all’invito di lasciare il convoglio, ha colpito un operatore con un pugno e ingaggiato una violenta colluttazione prima di venire definitivamente bloccato. L’uomo è stato portato al Carcere di San Vittore Per le percosse subite, gli agenti sono dovuti ricorrere a cure mediche giudicate guaribili in 10, 7 e 4 giorni mentre lo straniero, irregolare sul territorio nazionale e con alcuni precedenti, è stato tratto in arresto. continua su: https://www.fanpage.it/milano/milano-in-treno-senza-biglietto-22enne-aggredisce-e-ferisce-agente-della-polfer/ https://www.fanpage.it/
https://www.fanpage.it/milano/milano-in-treno-senza-biglietto-22enne-aggredisce-e-ferisce-agente-della-polfer/

Stuprata da africano a Milano

https://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/milano_violenza_sessuale_piazza_gae_aulenti_arrestato_ultima_ora_26_settembre_2020-5486701.html

Milano, per la violenza sessuale ai danni di una giovane donna in piazza Gae Aulenti è stato arrestato un 23enne. Il ragazzo italiano di origini egiziane e incensurato, è stato arrestato perché sospettato di essere il responsabile dello stupro avvenuto lo scorso 24 agosto, con vittima una donna di 34 anni.

L’ordinanza della misura cautelare della custodia in carcere – fa sapere una nota della Questura – è stata emessa il 21 settembre dal gip Manuela Accurso Tagano, su richiesta del procuratore aggiunto Maria Letizia Mannella e del sostituto Michela Benedetta Bordieri. Le indagini sono state avviate la mattina del 24 agosto, quando la 34enne, fortemente scossa, ha fermato una volante di passaggio tra viale Liberazione e via Melchiorre Gioia, riferendo di essere stata aggredita poco prima da un egiziano a lei sconosciuto.

La donna è stata poi accompagnata al centro Soccorso violenza sessuale e domestica della clinica Mangiagalli, dove ha raccontato di essere stata abusata dal ragazzo in un prato vicino a piazza Gae Aulenti nella nottata precedente.

Le telecamere della piazza hanno confermato la dinamica dei fatti fornita dalla vittima nella querela: il ragazzo, dopo aver avvicinato la donna insieme ad altri due, che si sono allontanati molto tempo prima della violenza e sono risultati estranei ai fatti, l’ha trascinata in un prato limitrofo alla piazza e l’ha costretta a subire almeno un rapporto completo. Le indagini, condotte dalla 4° sezione della Squadra Mobile della Questura di Milano, favorite dalle informazioni fornite dalla donna, hanno permesso di individuare e identificare un soggetto corrispondente alle descrizioni. Alla certezza dell’identità del soggetto – precisa la nota della Questura – si è giunti anche grazie alle analisi sul Dna effettuate dal laboratorio di biologia del locale Gabinetto regionale di Polizia scientifica.

Aggredisce donna coi cocci di vetro: giudice assolve il clandestino

Africano non vuole pagare il biglietto e manda all’ospedale poliziotto

Non aveva obliterato il biglietto per accedere alla metropolitana, a Cadorna, ed era stato fermato dall’agente di stazione di Atm. Un poliziotto fuori servizio, sabato mattina alle otto e un quarto, è stato attirato dalle urla che provenivano dal “gabbiotto” e ha visto i due discutere animatamente. Si è qualificato come agente di polizia ma l’uomo ha cominciato a inveire contro di lui.

https://www.milanotoday.it/cronaca/arrestato-biglietto-atm-rissa.html

Sul posto, in aiuto, sono arrivate le pattuglie della polmetro, ma quello non si è calmato; anzi, ha ingaggiato una colluttazione coi poliziotti, al termine della quale un agente è stato visitato al pronto soccorso per lesioni al ginocchio: ne avrà per cinque giorni.

Alla fine gli agenti sono riusciti a placare la furia dell’uomo e lo hanno arrestato: è un ivoriano di 36 anni, risponde di oltraggio, resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale.