“Agenti mi hanno picchiato”, migrante si era inventato tutto

25-05-2018

Condannato a due anni, pena sospesa, per calunnie nei confronti di due agenti della Polfer.E’ questa la decisione del Tribunale di Rovigo per Nouhi Aziz, difeso dall’avvocato Federico Donegatti.

Per l’accusa, l‘uomo avrebbe dichiarato falsamente che nel luglio del 2012, mentre si trovava nei pressi della stazione ferroviaria della città, due agenti lo avrebbero prelevato con forza per un controllo e, nel tentativo di mettergli le manette,  gli avrebbero cagionato lividi a un braccio. Non solo, l’uomo avrebbe anche dichiarato che  che un agente lo avrebbe spintonato facendolo cadere a terra con la testa sul pavimento, colpendolo con un pugno e immobilizzandolo sul collo con un piede, non subendo alcuna lesione però, cosi come riportato nel referto medico.

Dal dibattimento però, sarebbe emerso che sarebbe stato l’uomo ad andare in escandescenza quando ha visto gli agenti che lo volevano controllare, ed è stato condannato per calunnie.

http://www.polesine24.it/rovigo/2018/05/25/news/calunnia-due-agenti-della-polfer-condannato-27304/

ARTICOLI CORRELATI

Crimini Immigrati, Rovigo

RSS Feed Widget

Lascia un commento