I nomadi pedinano gli anziani: 86enne pestato e derubato

11-10-2012

MERANO. Sembrava che avesse mille tentacoli. La nomade si è avvicinata per chidere la carità, ma nel frattempo palpava la sua vittima inerme per accertarsi dove tenesse i soldi. Poi li ha inevitabilmente trovati, lasciandolo di stucco e alleggerito di tutti i suoi averi. Lo ha raccontato ancora sconvolto un anziano meranese di 86 anni, due giorni fa in commissariato pochi minuti dopo il fatto.
La Polizia ha allertato un Volante, che grazie alla dettagliata descrizione del malcapitato, ha rintracciato a breve la nomade C.I. di 28 anni, con il malloppo ancora in tasca.
La vittima passeggiava in centro e si è avvicinata a un banco di wurstel quando ha capito di avere puntati addosso gli occhi della ragazza che stava chiedendo l’elemosina lì da presso. Insospettito ha tentato di allontanarsi proseguendo lungo via Portici, ma si è subito reso conto di essere pedinato dalla giovane nomade, le cui intenzioni erano ormai abbastanza chiare. Nell’incertezza dul dafarsi, senza la compagnia di nessuno, l’86enne ha pensato che la soluzione migliore per togliersi dall’impaccio fosse quella di infilarsi in uno dei vicoletti laterali di via Portici, ma la scelta è risultata sbagliata.
La ragazza ha approfittato proprio di quell’isolamento temporaneo per accelerare il passo e raggiungerlo, avvicinarsi a lui sempre con la scusa dell’elemosina e intanto sottoporlo praticamente a una perquisizione forzata, con le mani di lei che tastavano dappertutto, secondo la ricostruzione della vittima, dall’addome al torso e alle tasche posteriori dei pantaloni. Il bottino di 130 euro però le è costato caro. Portata in caserma e perquisita a sua volta, la giovane nomade ha dovuto restituire il denaro e in cambio ha ricevuto una denuncia per furto.

http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2012/10/11/news/nomade-pedina-anziano-e-lo-deruba-in-un-vicolo-a-merano-1.5837845

Related Post

Related Post

Uncategorized

RSS Feed Widget

Lascia un commento