Rapinato in casa e tenuto in ostaggio: presi immigrati romeni

30-09-2013

Milano 30 settembre 2013 – Sono stati fermati tre giovanissimi romeni fortemente sospettati di essere i responsabili di una rapina con sequestro di persona avvenuta a Masate il 21 settembre. Si tratta di D.T., 20enne domiciliato a Trezzo sull’Adda, A.D., 15enne domiciliato a Bottanuco (Bg) e C.L., quasi 18enne domiciliato a Grezzago. Risultano tutti pregiudicati. Fortissimo il sospetto che siano coinvolti anche nella rapina “da film” al centro commerciale di Bellinzago Lombardo.

La notte di sabato 21, i tre si introdussero all’interno dell’abitazione di un 38enne impiegato, tenendolo in ostaggio per più di mezz’ora sotto la minaccia di un grosso bastone di legno. Nel frattempo razziarono la sua casa, portando via il computer, il telefono, due televisori e altri oggetti di valore e, non ultima, l’automobile dell’impiegato, con cui si diedero alla fuga. La vittima è stata però in grado di fornire una descrizione dettagliata di uno degli aggressori, che aveva un vistoso tatuaggio sul collo. Si trattava dell’unico maggiorenne del gruppo. Identificato lui, è stato facile per i carabinieri di Vimercate risalire agli altri due. Il terzetto, che stava per lasciare l’Italia, era in possesso di quasi tutta la refurtiva. Il 20enne nel frattempo aveva tentato di nascondere il tatuaggio con un altro (una lunga striscia nera).

Denunciato inoltre S.H., un marocchino di 41 anni di Trezzo sull’Adda, pluripregiudicato, trovato in possesso del cellulare della vitttima: per lui l’accusa è di ricettazione. Aveva acquistato il cellulare dagli autori della rapina. Le indagini però non si fermano: l’auto rubata quella notte alla vittima della rapina è stata infatti trovata nei pressi del furto del 23 settembre alle Corti Lombarde di Bellinzago. I carabinieri sospettano quindi che il terzetto abbia messo a segno altri crimini nella zona. Ora il maggiorenne è in carcere a Lodi e i due minorenni al Beccaria di Milano. I provvedimenti di fermo sono stati già convalidati dalle autorità giudiziarie ordinaria e minorile.

http://www.milanotoday.it/cronaca/rapina-masate-bellinzago-arresti.html

 

ARTICOLI CORRELATI

EVIDENZA

RSS Feed Widget

Lascia un commento