Category: Agrigento

“Lo spaccio resta in mano ai gambiani”

https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/arresti-immigrato-polizia-droga-spaccio-centro-storico.html

Migrante schiavizzava altri migranti

“Braccianti stranieri schiavizzati”, arrestata una ucraina di 28 anni

Arresti domiciliari per Inna Kozak, 28 anni, ucraina, indagata nell’ambito dell’operazione “Ponos”, inchiesta dei carabinieri che – all’inizio di novembre del 2019 – fece emergere un’associazione per delinquere finalizzata alla illecita intermediazione e allo sfruttamento del lavoro, nonché violazioni delle disposizioni contro l’immigrazione clandestina. Ad eseguire l’ordinanza che dispone la misura degli arresti domiciliari – emessa dalla Procura della Repubblica di Agrigento – sono stati, nelle ultime ore, i poliziotti della Squadra Mobile. La ventottene ucraina è stata, infatti, arrestata e posta ai domiciliari.

Lo scorso ottobre, il gup del tribunale di Palermo, Rosario Di Gioia, ha condannato sei degli imputati dell’inchiesta “Ponos”, un’indagine che fece emergere uno squarciato davvero inquietante: braccianti stranieri sfruttati in campagna per 3 euro all’ora, costretti a lavorare in condizioni disumane e senza fermarsi. Le accuse contestate furono: associazione a delinquere, sfruttamento del lavoro, favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina. Il processo si è celebrato a Palermo dopo il conflitto di competenza sollevata dalla Procura di Palermo contro quella di Agrigento che avviò le indagini. La procura generale decise di affidare il procedimento ai magistrati del distretto in base al principio della “competenza per materia”. L’indagine ha accertato anche il caso dell’aborto di una donna costretta  a lavorare in condizioni disumane e senza fermarsi.

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/braccianti-stranieri-schiavizzati-arrestata-ucraina.html

Tunisino brucia auto, pesta farmacista e danneggia volante: libero

“Si scaglia contro l’auto della polizia e la danneggia a pedate”, arrestato 35enne

Ha danneggiato, ammaccando in più punti la carrozzeria, una macchina delle Volanti lasciata lungo via Atenea, mentre gli agenti effettuavano per strada i controlli anti-Covid. Questa volta, il tunisino trentacinquenne – lo stesso che aveva minacciato il farmacista che non voleva vendergli, senza prescrizione medica, il Rivotril e lo stesso che, nei giorni scorsi, aveva appiccato il fuoco ad una Lancia Y posteggiata in via Callicratide – è stato arrestato. Polizia e Procura gli hanno contestato l’ipotesi di reato di danneggiamento aggravato. Ieri, il giudice ha convalidato l’arresto ed ha disposto – a carico dell’indagato – la misura cautelare dell’obbligo di firma. 

Vuole farmaco per farne “eroina dei poveri” e minaccia il farmacista: denunciato

Di fatto, il tunisino è di nuovo libero. 

L’immigrato, nei giorni scorsi, era già stato denunciato alla Procura – dopo l’incendio dell’auto in via Callicratide – per danneggiamento aggravato. A bloccarlo, lungo via Pirandello dove è stato rintracciato, furono proprio i poliziotti della sezione Volanti. E gli stessi agenti sono intervenuti proprio in via Atenea dove l’immigrato aveva minacciato il farmacista che non voleva consegnargli, senza regolare prescrizione medica, l’antiepilettico. Ma non è finita, perché il tunisino è tornato di nuovo nei pressi della farmacia. E’ stato però subito allontanato dai poliziotti che si trovavano lungo il “salotto buono” per i controlli anti-Covid. Un allontanamento che, verosimilmente, non è andato giù al trentacinquenne che, un’ora dopo, a pedate s’è scagliato contro la pattuglia della polizia che era stata lasciata parcheggiata lungo via Atenea. E’ stato dunque arrestato in flagranza di reato. Ieri, poi, la convalida e la scarcerazione.“

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/agrigento-pedate-auto-polizia-arrestato-tunisino-scarcerato.html

Vetrine di ristorante e pub in frantumi per tentati furti e migrante in fuga

Vetrine di ristorante e pub in frantumi per tentati furti e migrante in fuga: caos in via Pirandello

Vetrine in frantumi, quelle di un ristorante e quelle di un pub, per tentare dei furti. E in un caso, è stato portato via un ipad e ben mille euro che erano in cassa. “Teatro” di una notte, l’ennesima, di violenza e microcriminalità è stata la via Pirandello dove, stamani, sono state ritrovate anche delle tracce di sangue. Verosimilmente, il delinquente che ha tentato i colpi potrebbe essere rimasto ferito. Ma non è escluso che, dopo il furto e il tentato furto, possa anche esserci stata una baruffa fra gli stessi partecipanti, a seguito della quale qualcuno potrebbe essere rimasto ferito.

Via Pirandello è stata scenario di caos, però, anche stamani. Scoperto i danneggiamenti – con furto e tentato furto – è stato lanciato l’allarme alla polizia e sul posto sono accorse le pattuglie della sezione Volanti della Questura. Stando ai racconti di chi ha assistito all’intervento dei poliziotti, pare che un agente abbia provato a fermare un immigrato – un giovane ghanese – che era stato dato, da quanti lavorano in via Pirandello, come possibile sospetto. I poliziotti avrebbero dovuto semplicemente, banalmente, controllarlo. Ma l’immigrato è scappato a gambe levate.    “

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/agrigento-via-pirandello-tentato-furto-danneggiate-vetrine-migrante-fuga.html

Nigeriani attaccano militari, feriti

Entrambi gli extracomunitari e due militari dell'Arma sono finiti al pronto soccorso dell'ospedale "Barone Lombardo" dove sono stati medicati

Posted by Agrigentonotizie.it on Monday, June 24, 2019

Profughi spacciatori messi ai domiciliari in centro accoglienza!

Alla vista dei carabinieri hanno provato ad accelerare il passo … gli è però andata male

Posted by Agrigentonotizie.it on Tuesday, January 15, 2019

Agrigento, niente status di rifugiato: migrante diventa violento

Full coverage

Donna nuda in fuga da immigrati

Nottata infernale, quella appena trascorsa, nel centro di Agrigento

Posted by Agrigentonotizie.it on Tuesday, October 9, 2018

Profughi non gradiscono nuova sistemazione, protesta

#GrandangoloAG Agrigento, non gradiscono trasferimento in altro centro e protestano calorosamente: denunciati 2 nigeriani

Posted by GRANDANGOLO – Il giornale di Agrigento diretto da Franco Castaldo on Monday, October 1, 2018

Razzismo: africano pestato a sangue da nordafricani

I nordafricani pare che attendessero l’altro ragazzo: la vittima dell’aggressione

Posted by Agrigentonotizie.it on Wednesday, August 1, 2018