Category: Cesena

Sfonda vetrina con l’ascia, arrestato immigrato

Sfonda la vetrina con un'ascia, ma i Carabinieri arrivano e gli "rovinano" il colpo

Posted by CesenaToday on Thursday, December 13, 2018

Africani senza biglietto bloccano il treno per 1 ora

Treni in ritardo di oltre un'ora a causa di alcuni esagitati senza biglietto

Posted by CesenaToday on Tuesday, July 31, 2018

Migrante beccato a rubare: “Sarei passato a pagare dopo…”

Uno di loro tranquillizza tutti: "Sarei passato a pagare dopo…"

Posted by CesenaToday on Tuesday, July 31, 2018

Profugo la trascina via da pista ciclabile e la violenta

Violenza sessuale, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale: sono i reati con cui è stato arrestato, in flagranza di reato, un giovane nigeriano

Piccoli immigrati tentano speronare Cc con auto rubata, due denunce

Hanno tentato di ‘speronare’ l’auto dei carabinieri, a bordo di una vettura rubata a Cesena, prima di finire la loro fuga andando a sbattere contro un muro di cinta. Protagonisti della vicenda un 14enne e un 15enne – denunciati dagli uomini dell’Arma per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione in concorso – e un 13enne, tutti extracomunitari, non imputabili.
I tre sono stati notati mentre stavano percorrendo via Armellini a Cesenatico a bordo di una Fiat Uno – poi risultata rubata a Cesena -: alla vista dei militari il conducente del veicolo ha imboccato la Statale Adriatica a tutta velocità compiendo manovre pericolose con il chiaro intento di speronare la ‘Gazzella’.
A concludere la fuga dei giovani, lo scontro con un muro di cinta. Uno dei tre ragazzini è stato bloccato subito, gli altri due – riusciti a scappare – sono stati fermati dai Carabinieri di Cervia. I tre sono stati trovati in possesso di due telefoni cellulari e una bici da corsa, tutti proventi di furto.
http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2018/06/16/minori-tentano-speronare-cc-due-denunce_157e6893-a746-4b54-addd-e172d36671e6.html

Ragazza sfregiata con l’acido: è stato un immigrato

Rischia di perdere la vista la donna di 28 anni che ieri è stata aggredita dall’ex compagno, che l’ha sfregiata con l’acido a Rimini.

Originario di Capo Verde, l’uomo l’ha ridotta in condizioni gravissime e dal giorno dell’attacco l’ex compagna si trova in ospedale, ricoverata all’ospedale Bufalini di Cesena.

L’aggressore è stato trovato dalla polizia questa mattina. Gli inquirenti hanno trovato un fascicolo a suo nome già aperto, perché ad agosto l’uomo si era già reso colpevole di maltrattamenti. Allora il questore di Rimini, Maurizio Improta, l’aveva solo ammonito.

Secondo l’AdnKronos sul luogo dell’aggressione sono stati trovati un cappellino, degli occhiali e le chiavi della giovane, che ora la polizia scientifica sta esaminando, insieme agli indumenti della vittima, per capire con precisione che sostanza sia stata utilizzata.

L’aggressore ha aspettato la 28enne davanti a casa, a cui non si sarebbe potuto nemmeno avvicinare, per via di una misura disposta dal pubblico ministero per via degli atti persecutori nei confronti della ex compagna.

La vittima, in passato, aveva partecipato al concorso di Miss Italia dopo aver vinto la fascia di Miss Romagna. Attualmente è ricoverata all’ospedale Bufalini di Cesena e rischia di perdere la vista per le ustioni agli occhi causate dall’acido. L’agguato è avvenuto sotto casa della 28enne a cui è stata gettata sul volto la sostanza acida.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sfregiata-lacido-dallex-compagno-ora-rischia-vista-1350371.html

“Dammi i soldi, attenta dove vai, voi italiani non ci aiutate e per questo noi vi ammazziamo”

Un nigeriano di 24 anni è stato denunciato in stato di libertà dai Carabinieri di Cesenatico, per due distinti fatti, per i reati di tentata rapina e violenza privata. L’uomo, un nullafacente residente a Ravenna e regolare sul territorio italiano, si era fatto consegnare sotto minaccia una somma di denaro da una 29enne di Cesena, dopo averla seguita a lungo per viale Carducci a Cesenatico.

“Dammi i soldi, stai attenta a dove giri, voi italiani non ci aiutate e per questo noi vi ammazziamo” avrebbe detto il nigeriano alla donna, terrorizzata. L’aveva anche costretta ad entrare in un bar di viale Roma. Lo scorso 17 novembre, sempre a Cesenatico, il delinquente ha incrociato nuovamente la sfortunata donna reiterando così la stessa richiesta di denaro. Al suo rifiuto, l’uomo aveva nuovamente inseguito la malcapitata che era stata costretta a rifugiarsi in un altro esercizio commerciale di viale Carducci, in attesa che il nigeriano se ne andasse. L’uomo è stato denunciato a piede libero.

http://www.cesenatoday.it/cronaca/voi-italiani-non-ci-aiutate-noi-vi-ammazziamo-per-due-volte-terrorizza-una-donna.html

Migrante senza biglietto urina addosso controllori: “Italiani di merda” – FOTO

“Italiani di mer… vaff…”, senegalese senza biglietto urina addosso …
Proprio così, l’uomo – di nazionalità senegalese ma regolarmente residente in Italia – dopo aver cercato di aggredire uno dei due controllori, si abbassa i pantaloni e travolge con la sua urina, per ben due volte, entrambi gli addetti alla verifica dei
Caos sull’autobus: ubriaco e senza biglietto urina addosso all’autista …CesenaToday

tutte le notizie (2) »

PROFUGO ESIGE SOLDI: ALLONTANATO ESTRAE COLTELLO

Chiede l’elemosina, viene allontanato ed estrae un coltello: profugo denunciato

E’ stato trovato e denunciato un profugo accusato di aver bandito un coltellino dopo che era stato allontanato in quanto chiedeva l’elemosina in modo troppo insistente. L’uomo è stato fermato martedì nei pressi del grattacielo, nella zona dei Giardini a Mare: si tratta di un nigeriano di 24 anni che al controllo degli operatori di Volante si è rifiutato di fornire le generalità.

Accompagnato al posto di polizia il nigeriano  ha estratto dallo zaino una carta d’identità e un permesso di soggiorno di profugo, residente nel comune di Urbania presso  una struttura di accoglienza del luogo, ma di fatto aveva subito controlli a Ravenna, Arezzo, Matera e nel Lazio. Il 24enne è stato riconosciuto come colui che tre giorni fa si era dato alla fuga dopo aver chiesto ripetutamente elemosina a clienti di alcuni bagni di levante. I clienti si sono rifiutati ed hanno chiesto l’intervento dei bagnini, poiché lo stesso insisteva in maniera anche aggressiva. Il profugo a quel punto aveva affrontato i bagnini  con minacce  ed ingaggiato con loro una colluttazione brandendo un coltello a serramanico. Lo stesso pertanto è stato denunciato per  rifiuto di fornire generalità e minacce aggravate dal porto di coltello, che al momento del controllo non è stato rinvenuto.

Potrebbe interessarti:http://www.cesenatoday.it/cronaca/chiede-l-elemosina-viene-allontanato-ed-estrae-un-coltello-profugo-denunciato.html

Profugo distrugge auto e devasta hotel

Ha seminato caos e danni all’interno dell’hotel Splendid con due auto danneggiate e una vetrata mandata in frantumi all’interno del hotel stesso che da tempo, in appalto per la prefettura, ospita i richiedenti asilo che vengono dagli sbarchi dal Mediterraneo. Il tutto in uno scatto di rabbia, che è avvenuto intorno alle 12,30 di lunedì mattina.

Poco prima i carabinieri si erano portati nell’hotel di Cesenatico per notificare a due profughi un provvedimento di allontanamento dalla struttura, emesso dalla Prefettura sulla scorta di precedenti segnalazioni per liti all’interno dell’hotel. Non si trattava di un rifiuto all’asilo per motivi umanitari, ma di un provvedimento di sicurezza per evitare ulteriori liti. I due richiedenti asilo sono stati quindi portati, su loro richiesta, alla stazione di Gatteo Mare, da dove sarebbero partiti per raggiungere – a loro dire – la città di Rimini. Tuttavia, uno dei due è riuscito a recuperare la strada del ritorno e si è ripresentato su tutte le furie all’hotel Splendid.

La sua rabbia si è “sfogata” contro i vetri di due auto parcheggiate all’interno dell’albergo e appartenenti a due persone che lavorano lì. Notevoli danni anche alla struttura dell’hotel, dal momento che il profugo si è accanito contro una vetrata interna. Nessuno, per fortuna, è rimasto ferito. Quando i carabinieri di Cesenatico sono giunti sul posto l’uomo si era già allontanato e sono tuttora in corso le ricerche. E’ probabile che nelle prossime ore, alla luce dell’episodio, venga emesso un provvedimento di espulsione dall’Italia.

Potrebbe interessarti: http://www.cesenatoday.it/cronaca/profughi-cesenatico-danneggiamenti-rabbia-4-luglio-2016.html