Category: Venezia

Marocchino accoltella uomo sul bus

Arrestato un cittadino marocchino per l'accoltellamento a bordo di un autobus Actv, in sosta all'ospedale all'Angelo

Posted by La Nuova di Venezia e Mestre on Friday, September 14, 2018

Jesolo, a 15 anni violentata in spiaggia: caccia a immigrato

VENEZIA. Lo ha incontrato durante la sua vacanza al mare, ne è rimasta affascinata e lo ha seguito fuori dal locale, allontanandosi dagli amici e finendo così tra le braccia di uno stupratore. La romantica serata estiva di una quindicenne di Trieste, in uscita libera mercoledì con gli amici a Jesolo, affollata località balneare sul litorale veneto, si è trasformata in un incubo: sedotta e violentata sulla spiaggia da uno sconosciuto nordafricano, che da quella drammatica notte la polizia sta cercando di identificare e rintracciare,
con l’accusa di violenza sessuale su minorenne.

Pochi gli elementi in grado di risalire alla sua identità. Il gruppetto che era con la giovane, in un club della centralissima piazza Mazzini, lo avrebbe notato appena. Giusto il tempo di vedere l’amica seguirlo e niente più. Di lei e delle condizioni in cui è stata trovata, invece, si ricordano tutti. Non avendo più sue notizie, a fine serata hanno cominciato a cercarla dentro e fuori dal locale.

Alla fine, sono state le grida di disperazione a condurli a lei. Era da sola, sull’arenile, in lacrime. Caricata su un’ambulanza del 118, è stata subito accompagnata in Pronto soccorso. Immediate anche le ricerche del suo aggressore. Gli agenti della polizia nel frattempo chiamati sul posto hanno passato al setaccio per intero la zona, ma del nordafricano non c’era già più traccia.

Del resto, saranno soprattutto le indicazioni che la quindicenne potrà fornire loro, una volta ripresasi dallo shock, ad aiutarli nelle indagini. L’attenzione, intanto, in quello che da sempre rappresenta anche un crocevia per l’attività di spaccio della droga, specie nei mesi più caldi dell’anno, resta alta.

20 Rom assaltano negozio: furti, minacce e botte

Assaltano in venti il mini market, picchiano il titolare, la moglie e un cliente che era accorso in aiuto, e alla fine minacciano di bruciare il locale. È stata una notte di terrore allo stato puro, quello vissuto da una coppia di bengalesi, in Italia da anni, che gestisce il Lido Market, situato in via dei Mille. Per loro e per un cliente: accorso per prendere le loro difese, è stato a sua volta picchiato e ne avrà per una decina di giorni. Il fatto è avvenuto verso le 22 della sera di Ferragosto. «In giro era pieno di gente», ricorda il titolare.

https://www.ilgazzettino.it/nordest/venezia/jesolo_assalto_rom_rapina_botte_via_dei_mille_market-3916550.html

Cinese gli infila le forbici nel collo

MESTRE / Lite di gelosia tra cinesi. A colpi di forbice

Posted by La Nuova di Venezia e Mestre on Sunday, August 12, 2018

Migranti sequestrano bimba di 3 anni per i debiti del padre: settimane prigioniera

MESTRE / Bambina di tre anni sequestrata per un debito

Posted by La Nuova di Venezia e Mestre on Wednesday, July 25, 2018

Minorenne pestato da immigrato per rapina a Venezia

Le violenze

Posted by Il Giornale on Thursday, July 19, 2018

I tentacoli della piovra nera a Venezia: nigeriani scatenati

LA PIOVRA NERA

MESTRE – Un’organizzazione ramificata, a gestione gerarchica su più livelli, capace di una presenza territoriale di massa, in grado di muovere capitali e quantità…

Spacciatore aspetta ragazzi all’uscita da scuola

MESTRE – Era tranquillamente seduto nei pressi di un’area verde dinanzi l’ingresso di un istituto scolastico, con diverse dosi di cocaina in mano ed in attesa di clienti,…

Massacrato di botte e rapinato: non sporge denuncia per paura degli immigrati

CHIOGGIA – Lo scorso lunedì, i Carabinieri della Stazione di Solesino hanno sottoposto a fermo Khouadri Ismail, marocchino 24enne, irregolare, con svariati…

Va a gettare l’immondizia, accoltellato da immigrato preso da raptus

SAN DONA’ – Ha accoltellato un anziano in strada, senza alcun motivo, sorprendendolo mentre stava andando a gettare l’immondizia. I carabinieri di…