Category: Modena

Violenta donna: va ai domiciliari

http://www.ansa.it/emiliaromagna/notizie/2020/02/06/molesta-giovane-32enne-ai-domiciliari_8cc50b2b-f9f6-4eba-b830-d5b936e97186.html

 I Carabinieri di Pavullo, nel Modenese, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per violenza sessuale, nei confronti di un albanese di 32 anni. La vittima è una giovane donna, che gestisce una azienda agricola dove l’uomo si recava quotidianamente per la raccolta del latte. La misura è stata emessa dal gip del Tribunale di Modena, Andrea Romita, su richiesta della Pm, Monica Bombana.

I fatti risalgono alla mattina dello scorso 19 gennaio, quando il 32enne avrebbe con la forza tentato più volte un approccio sessuale con la donna, senza però riuscire nel suo intento grazie alla reazione della vittima. In uno degli ultimi episodi, la giovane ha informato dell’accaduto il marito, anch’egli collaboratore nell’azienda agricola, e i Carabinieri di Pavullo, che dopo essere intervenuti hanno avviato le indagini. Al termine degli accertamenti, gli elementi raccolti e portati al vaglio della Procura hanno consentito l’emissione del provvedimento cautelare.  (ANSA)

Irrompe in profumeria e tenta di stuprare commessa

Ha portato con sé diversi borsoni da riempire di profumi in quella che è stata in piena regola una rapina a mano armata. Ma il ladro, entrato in pieno giorno alla profumeria Vaccari di largo Garibaldi con un lungo coltello da cucina, ha deciso a un certo punto di spingersi oltre. Erano circa le 9 della mattina e la commessa, 22enne, era sola.

L’uomo, uno straniero, dopo aver svuotato la cassa e riempito le borse di articoli, l’ha presa di mira, l’ha spinta nello sgabuzzino del negozio, poi l’ha legata con la sua stessa sciarpa e chiusa nel bagno. Lì, racconta la giovane, ha tentato di violentarla. L’unica cosa che ha evitato la peggiore deriva è stato il suono del campanello da parte di un cliente che voleva entrare. Il malvivente a quel punto è parso rinsavire ed è tornato all’obiettivo principale, la rapina. Appena si è assicurato che non ci fosse nessun altro nel negozio, ha preso i suoi borsoni pieni di profumi.

Ingente il valore della refurtiva: 2mila euro d’incasso, 10mila euro di profumi e i beni nella borsetta della ragazza. La polizia è sulle tracce del ladro, che sarebbe vicino all’identificazione. Ma la ragazza è preoccupata, teme che l’uomo, che aveva già preso di mira il negozio, torni di nuovo per portare a termine la violenza.

Modena, albanese molesta studentesse a bordo del bus

Modena, arrestato albanese: molestie su studentesse a bordo del bus  ilGiornale.it

Profugo prende a martellate il coinquilino

Tentato omicidio Modena, prende a martellate il coinquilino

Il Resto del Carlino-19 minuti faPare che la drammatica aggressione sia legata ad un precedente ‘scontro’ tra i due profughi, durante il quale, il 3 novembre scorso, era stato il 28enne ora in …

Immigrato si diverte a picchiare moglie e figlie per anni

Il caso a Modena

Posted by Il Giornale on Wednesday, September 25, 2019

Padre africano picchia la figlia perché frequenta italiano

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2019/09/16/frequenta-italiano-padre-la-picchia_bce36d43-a96f-4bde-abb2-91651dc928af.html

(ANSA) – MODENA, 16 SET – Maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale nei confronti della figlia appena maggiorenne: sono queste le ipotesi di reato a carico di un 51enne originario di un paese africano e residente a Sassuolo, in provincia di Modena, arrestato dai carabinieri della compagnia di Sassuolo in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal gip, su richiesta del pm Monica Bombana, dopo la denuncia fatta dalla giovane ai carabinieri. Secondo quanto riferito ai militari dell’Arma dalla ragazza, il padre non approvava la frequentazione di sua figlia con un ragazzo italiano e per questo, lo scorso agosto l’avrebbe picchiata con un tubo in gomma, provocandole lesioni tali da dover andare in ospedale. Nella descrizione di quanto accaduto la ragazza ha fatto riferimento ad altri più gravi episodi di maltrattamenti e violenze, anche sessuali, che sarebbe stata costretta a subire dal padre, già dall’età di tredici anni.

Immigrato massacra barista a martellate: in fin di vita

https://www.ilrestodelcarlino.it/modena/cronaca/modena-finale-emilia-tentato-omicidio-1.4668633

 Tentato omicidio questa mattina a Finale Emilia. Il barista del bar Castello, in via Trento Trieste, è stato sorpreso alle spalle nel suo laboratorio dove stava preparando le colazioni. L’aggressore lo ha picchiato e colpito a martellate per poi lasciarlo agonizzante. E’ stato fermato un giovane straniero

E’ stato un vicino di casa a trovarlo sentendo le urla. L’uomo è gravissimo all’ospedale di Baggiovara in neurochirurgia, lo stanno operando. Indagano i carabinieri.

Salvini: marocchino dà fuoco a sede polizia, anziana muore, altro che aprire i porti

Salvini: migrante responsabile rogo, altro che aprire i porti  askanews

Roma, 21 mag. (askanews) – “Arrestato giovane immigrato nordafricano per il rogo che ha devastato la sede della Polizia locale di Mirandola: due morti, decine …

Modena: 10 immigrati massacrano di botte coppia italiana

Coppia aggredita da 10 immigrati: lui massacrato, lei si difende e ne fa arrestare uno

Accoltellato alla fermata del bus

E' accaduto ieri pomeriggio in largo Garibaldi.

Posted by ModenaToday on Thursday, April 18, 2019