Tag: Venezia

Arrestato a piazzale Roma: aveva ingoiato un involucro di eroina – Il Gazzettino


Il Gazzettino
Arrestato a piazzale Roma: aveva ingoiato un involucro di eroina
Il Gazzettino
VENEZIA – Ha rischiato la vita per non farsi trovare in possesso dell’eroina che aveva con sè, ma è stato fermato in tempo dai poliziotti delle Volanti di Venezia. Nasreddhine Nadhi, tunisino di 38 anni, è stato arrestato per detenzione a fini di  

IN ATTESA DEL TRAGHETTO PER LA TURCHIA, ARRESTATO … – Triesteprima.it


TRIESTEALLNEWS

IN ATTESA DEL TRAGHETTO PER LA TURCHIA, ARRESTATO
Triesteprima.it
IN ATTESA DEL TRAGHETTO PER LA TURCHIA, ARRESTATO PER FAVOREGGIAMENTO DELL'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA. 27 / 01 / 2014. uff. stampa polizia. Email · Stampa · PDF. Altri tre erano già stati arrestati nel 2011 nel corso della stessa 
Arrestato un uomo all'interno del Punto Franco NuovoTRIESTEALLNEWS
immigrazione: passeur turco arrestato a triesteRegione Autonoma Friuli Venezia Giulia
FVG: QUESTURA TRIESTE, ARRESTATO CITTADINO TURCO ALL AgenParl – Agenzia Parlamentare

tutte le notizie (4) »

Incredibile, il rapinatore violento è albanese

Rapina alla sala slot di Jesolo, un fermatQuella sala giochi aveva subito due rapine. Violente. Pistola in pugno. In entrambi i casi la cassiera di turno era stata malmenata e minacciata e i delinquenti erano riusciti a fuggire via con il bottino. Lunedì pomeriggio uno dei presunti colpevoli è stato fermato dagli agenti della squadra mobile di Venezia a poca distanza da un noto centro commerciale di Jesolo. Non che il giovane, 22 anni di nazionalità albanese, abbia fatto nulla per tentare di evitare i controlli. Alla vista degli agenti, infatti, è scappato via per poi essere bloccato al termine di un inseguimento per le vie centrali della località balneare.

L’uomo è stato fermato per l’ultima delle due rapine, perpetrata il 17 dicembre scorso. La prima, invece, avvenne due mesi prima. E’ stato grazie a un passante se gli agenti della squadra mobile di Venezia hanno potuto individuarlo e bloccarlo. Nel corso dell’operazione non sono mancati momenti di tensione, in quanto il fermato ha cercato a tutti i costi di scappare.

Il 17 ottobre il 22enne e un complice, inizialmente con volto travisato e armati di pistola, dopo aver infranto con un pugno la vetrata del box-ufficio, avevano prima aggredito con calci e pugni l’addetta alla sicurezza di turno (persona diversa da quella aggredita nell’episodio del 24 ottobre) costringendola poi a recarsi all’ospedale dove le era stata riscontrata una lesione con prognosi di tre giorni; successivamente, si erano impossessati sia del denaro contante presente in un cassetto dell’ufficio, sia del denaro contenuto nella macchinetta cambia soldi, riuscendo a impadronirsi di circa 8mila euro tra contanti e monete.

Il giovane è indagato anche per la prima rapina che risale al 24 ottobre, quando, dopo la mezzanotte, assieme ad altri due complici armati di pistola giocattolo, avevano prima aggredito l’addetta alla sicurezza per poi costringerla a consegnare circa 12mila euro, frutto dell’intero guadagno giornaliero.

Gli indizi raccolti a carico del soggetto fermato sono risultati inequivocabili, a partire dalle immagini estrapolate dal sistema interno di videosorveglianza che lo inquadrano chiaramente in più occasioni facendone risaltare sia il volto che gli indumenti; inoltre, durante la seconda rapina, il 22enne aveva infranto una vetrata ferendosi alla mano: una ferita ancora visibile. A incastrare il giovane anche il riconoscimento della dipendente picchiata.

http://www.veneziatoday.it/cronaca/rapina-sala-slot-las-vegas-jesolo-fermo-31-dicembre-2013.html

“

Potrebbe interessarti: http://www.veneziatoday.it/cronaca/rapina-sala-slot-las-vegas-jesolo-fermo-31-dicembre-2013.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/VeneziaToday/252463908142196

Ucraino perseguita donna: spray urticante sugli occhi e pugni in faccia

Le aveva già spruzzato lo spray urticante sugli occhi. Minacciandola di morte e prendendola a schiaffi e pugni. Erano due settimane fa quando un cittadino di nazionalità ucraina si è presentato sotto la casa in cui ora vive la ex moglie di prima mattina. L’ha bloccata e l’ha aggredita mentre lei si incamminava per raggiungere la fermata dell’autobus. Doveva andare al lavoro. Solo l’intervento della coinquilina della malcapitata, che ha chiamato il 113, ha evitato il peggio.

PUGNI E SCHIAFFI ALLA EX, POI LO SPRAY URTICANTE IN FACCIA

Martedì il secondo round, stavolta proprio a bordo di un autobus Actv della linea 7 diretto a Venezia. L’uomo si è presentato sul pullman verso le 7.30 e una volta messa nel mirino la ex moglie, 37enne sua connazionale, ha iniziato a insultarla davanti a tutti. Minacciandola di morte. La donna è ripiombata nell’incubo che suo malgrado viveva da circa un anno. Da quando cioé aveva deciso di lasciare il coniuge, che spesso era violento e che spesso esagerava con l’alcol.

Da allora sms a ogni ora, pedinamenti e, come riferito, aggressioni fisiche. Oltre alle minacce di morte. Sia in Italia che in Ucraina. Immediato l’allarme lanciato ai carabinieri. A piazzale Roma, all’arrivo del pullman, si sono presentati i militari del nucleo natanti di Venezia, che hanno bloccato lo stalker e lo hanno arrestato. Nelle tasche aveva ancora uno spray al peperoncino, oltre a due coltelli (di cui uno a serramanico) e a un tirapugni artigianale. Tutte armi che non erano mai state tirate fuori a bordo ma che potevano essere utilizzate nel momento in cui la situazione fosse ulteriormente degenerata. L’uomo ora si trova nel carcere di Santa Maria Maggiore accusato di stalking e di porto abusivo d’armi. Nella sua abitazione i militari hanno sequestrato anche una mazza da baseball con attaccati dei chiodi all’estremità attraverso del nastro isolante.

Potrebbe interessarti: http://www.veneziatoday.it/cronaca/arresto-stalking-autobus-actv-piazzale-roma-23-settembre-2013.html

Venedavno rame rubato, romeni arrestati – ANSA.it

Venedavno rame rubato, romeni arrestati
ANSA.it
Venedavno rame rubato, romeni arrestati (ANSA) – VENEZIA, 3 SET – Sorpresi a rivendere 260 kg di rame ad una ditta di Pescantina (Verona)due romeni sono stati arrestati dai carabinieri di Caprino Veronese. Si tratta di Alexandru Mihai Groza di 27 anni
Vendevano rame rubato, arrestati due rumeniTgVerona

tutte le notizie (3) »

Arresto romeno, furto e frasi razziste – ANSA.it

Arresto romeno, furto e frasi razziste
ANSA.it
Arresto romeno, furto e frasi razziste (ANSA) РVENEZIA, 2 SET РUn romeno ̬ stato arrestato dai carabinieri, a Venezia, per furto e atti di discriminazione razziale con l'accusa di aver rubato confezioni di profumo e di aver offeso il dipendente del

Venezia, dieci ore sotto il sole lo schiavo (cieco) dell’elemosina – Corriere della Sera


Corriere della Sera

Venezia, dieci ore sotto il sole lo schiavo (cieco) dell'elemosina
Corriere della Sera
A quanto si è ricostruito, entrambi facevano parte del gruppo «allargato» degli accattoni a Venezia, settore dominato dai romeni rom comunemente chiamati «Barbanera». I due erano stati seguiti anche dall'ufficio politiche sociali del Comune, nell

altro »

Jesolo. Abu Reaz resta in carcere, respinto il ricorso per la liberazione – Nuova Venezia

Jesolo. Abu Reaz resta in carcere, respinto il ricorso per la liberazione
Nuova Venezia
Il Tribunale del Riesame di Venezia ha respinto il ricorso di scarcerazione presentato dai legali di Abu Syed Md Reaz, arrestato con altre 8 persone, di cui tre agenti del Commissariato di Jesolo e 5 immigrati, il 6 agosto scorso dalla squadra mobile

Arrestato albanese con 611 gr. cocaina – ANSA.it


ANSA.it

Arrestato albanese con 611 gr. cocaina
ANSA.it
Suggerisci (). Arrestato albanese con 611 gr. cocaina (ANSA) РVENEZIA, 12 AGO РOltre mezzo chilogrammo di cocaina ̬ stato sequestrato dai carabinieri di Portogruaro che hanno arrestato un 20enne albanese, T.G..I militari avevano saputo che in un
La gang dello spaccio nel Veneto orientale: arrestato un albaneseNuova Venezia
"Mani bucate" in discoteca, in casa aveva un "tesoretto" di cocainaVeneziaToday

tutte le notizie (2) »

Nomadi, il consigliere della Lega: «Contro i barbanera serve l … – Il Messaggero


Il Messaggero

Nomadi, il consigliere della Lega: «Contro i barbanera serve l
Il Messaggero
VENEZIA – Contro i «barbanera», nomadi di etnia rom che a Venezia e in altre città venete usano «metodi» insistenti al limite della violenza per chiedere l'elemosina, scenda in campo l'esercito: la richiesta, da girare al governo, è del consigliere

altro »