Tag: TRENO

Rapinò un anziano due anni fa, arrestato su un treno – TicinOnline.ch


TicinOnline.ch

Rapinò un anziano due anni fa, arrestato su un treno
TicinOnline.ch
BALERNA – E' stato fermato sabato scorso, mentre si trovava a bordo di un treno, il 26enne cittadino tunisino colpito da un mandato di cattura quale autore di una rapina avvenuta il 12 febbraio 2012 a Tenero. Il fermo è avvenuto a Balerna per opera
Arrestato un rapinatore. Due anni dopoTicino News
Rapinò un anziano, arrestatoCorriere del Ticino

tutte le notizie (2) »

Toscana: aggressione e rapina sul treno regionale

Viaggiava su un treno regionale proveniente da Lucca e diretto alla stazione fiorentina di Santa Maria Novella l’uomo arrestato per rapina dagli agenti di una volante del commissariato di polizia di Sesto Fiorentino. 

Le manette sono scattate nei confronti di uno straniero, originario di Israele e 27enne. dopo che lo stesso aveva strappato la catenina dal collo di un cittadino di 24 che viaggiava sul convoglio diretto a Firenze. Dopo una breve colluttazione, il rapinatore è riuscito a scedere dal treno, impossessandosi anche dela giacca con dentro il portaqfogli del malcapitato.

La vittima, aggredita, è stata subito soccorsa e trasportata da un’ambulanza del 118 all’ospedale di Careggi, dove il personale sanitario lo ha refertato, viste le ferite, fortunatamente solo superficiali, con una prognosi di soli 7 giorni.

I poliziotti della pantera, tramite la descrizione fornita dal rapinato e da altri testimoni che sul treno avevano assistito alla scena, e con l’ausilio anche delle informazioni raccolte dai colleghi della Polfer che ben conoscevano il modus operandi del malvivente, giĂ  autore, in passato, di analoghi episodi sempre sulla medesima linea ferroviaria, si sono messi sulle tracce del fuggiasco, riuscendo a rintracciarlo vicino alla stazione di Neto, in via Parri. Il particolare che ha destato sospetto negli agenti sono state le scarpe, rosse, notate, e descritte, dal rapinato. Accerchiato, e fermato, l’uomo, che nel frattempo si era “liberato” del giubbotto, della sciarpa e del cappellino, ritrovati poi in un cestino dei rifiuti, e riconsociuti dal testimoni,  è stato arrestato e portato in questura.

http://www.lagazzettadilucca.it/cronaca/2013/12/colpo-sul-treno-arrestato-il-rapinatore/

Africani a caccia: ragazza si salva da stupro sul treno

GENOVA – Un uomo, nordafricano, ha tentato di violentare una studentessa di 23 anni in uno scompartimento del treno regionale Torino-Genova. Solo la ferma reazione della ragazza e l’aiuto di altri passeggeri ha evitato il dramma.
L’aggressore è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria di Genova alla stazione di Principe.
Ha 33 anni e, come molti ‘migranti’ è senza fissa dimora ma non viene espulso.

http://voxnews.info/2013/09/29/genova-ragazza-si-salva-da-stupro/

“Sono tunisino, non ho bisogno di biglietto”: e aggredisce agenti

UDINE. Salito sul treno senza biglietto, un tunisino di 45 anni ha poi aggredito gli agenti della polizia ferroviaria. E’ stato quindi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Tahar Hablni, senza fissa dimora in Italia, ha trascorso la notte nella cella di sicurezza della questura e ieri, dopo la convalida dell’arresto, è stato rimesso in libertà.
Ma vediamo i fatti. L’uomo, intorno alle 13 di domenica, si trovava sul treno in partenza da Udine e diretto verso Milano. Camminava all’interno del vagone e fissava i passeggeri senza sedersi. Il comportamento dell’uomo ha insospettito il capotreno che si è avvicinato e gli ha chiesto di esibire il biglietto. Non ottenendo alcuna collaborazione dal passeggero, il responsabile del convoglio ha chiesto aiuto alla polizia ferroviaria. In poco tempo sono sopraggiunti tre agenti che hanno dovuto faticare non poco prima di riuscire a bloccare lo straniero.
I poliziotti, inizialmente, hanno chiesto al tunisino i documenti. In tutta risposta, il quarantacinquenne ha cominciato a pronunciare brevi frasi nella sua lingua. Sempre le stesse, come se si trattasse di una cantilena. Poi, innervosito dall’insistenza degli agenti, ha cominciato a compiere genti scomposti. Ha buttato a terra il cappellino che indossava e, un attimo dopo, ha fatto lo stesso anche con la giacca.
A un tratto, poi, ha alzato i pugni davanti al volto, come se fosse un pugile che sta per iniziare il combattimento. Ha cercato più volte di colpire i poliziotti, ma mentre i primi tentativi sono andati a vuoto, poi è riuscito a raggiungere un agente, ferendolo in modo lieve al collo (due giorni la prognosi per il poliziotto che si è fatto medicare al pronto soccorso dell’ospedale di Udine). Dopo alcuni minuti, la colluttazione è terminata. I tre agenti della polizia ferroviaria sono riusciti a bloccare il quarantacinquenne e a condurlo in questura per ulteriori accertamenti.
Come accennato, Tahar Hablni ieri mattina ha affrontato la prima udienza del processo per direttissima nel corso della quale è stato anche dato il nulla-osta per l’espulsione. La posizione del tunisino è ora al vaglio dell’Ufficio immigrazione.

http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2013/09/24/news/sul-treno-senza-biglietto-aggredisce-gli-agenti-in-cella-1.7800585

Rapina 7 euro sul treno Piacenza-Alessandria: arrestato marocchino – Tuononews.it – Quotidiano online di informazione e cultura di


La Stampa

Rapina 7 euro sul treno Piacenza-Alessandria: arrestato marocchino
Tuononews.it – Quotidiano online di informazione e cultura di
Il 15 luglio 2013 i Carabinieri della Stazione di San Giuliano Vecchio insieme a militari del Nucleo Radiomobile di Alessandria hanno tratto in arresto per rapina Said Karkouri(nome e foto fornitoci dai Carabinieri), 31enne cittadino marocchino con
Armato di coltello, rapina passeggero sul trenoLa Stampa

tutte le notizie (2) »

Palpeggia minorenne sul treno, alla prima fermata finisce in manette – GenovaToday


GenovaToday

Palpeggia minorenne sul treno, alla prima fermata finisce in manette
GenovaToday
L'arrestato, un immigrato senegalese di 35 anni, è stato bloccato dagli agenti della Polfer. L'uomo viaggiava ieri sera su un treno diretto da Alessandria a Genova. Una ragazza di 17 anni ha riferito di essere stata avvicinata, minacciata e palpata
Molesta 17enne sul treno, immigrato in manette a GenovaAGI – Agenzia Giornalistica Italia

tutte le notizie (3) »

Genova: senegalese tenta stupro di 17enne sul treno

Genova, 9 lug. – La polfer ha arrestato un immigrato senegalese di 35 anni, accusato di violenza sessuale su minore. L’uomo viaggiava ieri sera tra Alessandria e Genova.
Sullo stesso convoglio c’era una ragazza di 17 anni che ha riferito di essere stata avvicinata, minacciata e toccata nelle parti intime dall’uomo. La giovane e’ riuscita a scappare e chiedere aiuto al capotreno. Questi ha contattato la polfer che ha inviato una pattuglia alla prima stazione. L’immigrato e’ stato avvicinato e arrestato con la grave accusa. Il pm Marco Airoldi ha chiesto la convalida del fermo.

Brescia: massacrata a pugni per strada da immigrato

Brescia, Sampolino: donna 57enne aggredita senza motivo

Non c’è pace in cittĂ  per le donne bresciane. Dopo l’anziana scippata alla finestra di casa e il tentativo di furto alla pendolare mentre era in coda per prendere in treno, ieri un altro grave episodio si è verificato in via Malga Bala, zona Sanpolino.

Quando erano da poco passate le 7.30, una 57enne è stata fermata da un cittadino straniero con la scusa di chiedere alcune informazioni. Lei, naturalmente, ha cercato di aiutarlo rispondendogli gentilmente.

A quel punto, però, per motivi all’apparenza del tutto inspiegabili, l’uomo ha iniziato ad aggredirla selvaggiamente, colpendola con due pugni e – una volta caduta a terra – finendola a calci prima di allontanarsi velocemente.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Volante e della Mobile, nonchĂ© un’ambulanza del 118 che ha trasportato la donna in ospedale: ne avrĂ  per quaranta giorni.

La Mobile mantiene sull’aggressione uno stretto riserbo, cercando di far luce attraverso una serie di interrogatori ai residenti della zona. Al momento, però, non è emerso nulla di nuovo e – come confermato dalla 57enne – i due non si erano mai conosciuti nĂ© visti prima.

La donna si è detta anche certa che nessuno ce l’abbia con lei. Per risolvere il giallo, a questo punto, sarĂ  necessario risalire all’identitĂ  e all’arresto dell’aggressore, ma sembra che non abbia lasciato tracce nemmeno nei circuiti di videosorveglianza.

Potrebbe interessarti:http://www.bresciatoday.it/cronaca/brescia-aggressione-sampolino.html

Terrore a Brescia: immigrato avvicina una donna e la pesta a sangue senza motivo

Brescia 25 giugno 2013 – Non c’è pace in cittĂ  per le donne bresciane. Dopo l’anziana scippata alla finestra di casa e il tentativo di furto alla pendolare mentre era in coda per prendere in treno, ieri un altro grave episodio si è verificato in via Malga Bala, zona Sanpolino. Quando erano da poco passate le 7.30, una 57enne è stata fermata da un cittadino straniero con la scusa di chiedere alcune informazioni. Lei, naturalmente, ha cercato di aiutarlo rispondendogli gentilmente.

A quel punto, però, per motivi all’apparenza del tutto inspiegabili, l’uomo ha iniziato ad aggredirla selvaggiamente, colpendola con due pugni e – una volta caduta a terra – finendola a calci prima di allontanarsi velocemente. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Volante e della Mobile, nonchĂ© un’ambulanza del 118 che ha trasportato la donna in ospedale: ne avrĂ  per quaranta giorni.

La Mobile mantiene sull’aggressione uno stretto riserbo, cercando di far luce attraverso una serie di interrogatori ai residenti della zona. Al momento, però, non è emerso nulla di nuovo e – come confermato dalla 57enne – i due non si erano mai conosciuti nĂ© visti prima. La donna si è detta anche certa che nessuno ce l’abbia con lei. Per risolvere il giallo, a questo punto, sarĂ  necessario risalire all’identitĂ  e all’arresto dell’aggressore, ma sembra che non abbia lasciato tracce nemmeno nei circuiti di videosorveglianza.

http://www.bresciatoday.it/cronaca/brescia-aggressione-sampolino.html

 

Senegalesi senza biglietto non vogliono pagare, e bloccano treno

QUESTO E’ IL TRENO CHE NOI PENDOLARI USIAMO PER ANDARE A LAVORARE PER PAGARE LE TASSE SITUAZIONI DEL GENERE ACCADONO PRATICAMENTE OGNI GIORNO

Oltre venti passeggeri senza biglietto sono stati scoperti ieri mattina intorno alle 5 su un treno regionale in partenza dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella e diretto a Piombino (Livorno). Il convoglio ha accumulato 24 minuti di ritardo poichĂ© i viaggiatori senza tagliando, tutti di nazionalitĂ  senegalese, non volevano scendere dal treno, costringendo il personale Trenitalia a chiedere l’intervento della polizia. Tra i passeggeri senza biglietto uno, un immigrato di 34 anni irregolare in Italia, è stato denunciato. Secondo quanto emerso, all’arrivo della polizia l’uomo si è rifiutato di scendere dal treno ritardandone ulteriormente la partenza. DovrĂ  rispondere delle accuse di resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e violazione delle norme sull’immigrazione. Gli altri passeggeri senza biglietto sono stati tutti identificati: alcuni hanno acquistato il tagliando di viaggio, mentre altri hanno preferito restare alla stazione.

http://iltirreno.gelocal.it/regione/toscana/2013/04/02/news/in-20-salgono-sul-treno-senza-biglietto-arriva-la-polizia-1.6807198

GRAZIE A QUESTI PARASSITI, SE ARRIVIAMO TARDI AL LAVORO, CI TOLGONO 1 ORA DALLO STIPENDIO! MENTRE LORO DOMANI SARANNO DI NUOVO A BORDO SENZA BIGLIETTO A FARE QUELLO CHE VOGLIONO MANTENUTI CON IL SUSSIDIO DELLA REGIONE! BASTA !!!!!