Tag: stranieri

Treviso: barista assalito a pugni e calci da immigrati

Barista assalito a pugni e calci in centro
Lo hanno fermato, in via Campana, tre giovani pare stranieri, o ‘trevigiani’ di seconda generazione, con cappelli in testa e voltisemicoperti dai cappucci della felpe. …

Pisa: ospedale è dormitorio di immigrati, rissa a coltellate inmezzo a pazienti terrorizzati


PisaToday

Rissa Pronto Soccorso Pisa

Una notte da codice rosso nella sala d’attesa del Pronto Soccorso dell’ospedale Cisanello di Pisa, sempre pi√Ļ¬†ricovero per senzatetto¬†che utilizzano i divanetti come giaciglio per dormire.¬†Una situazione pi√Ļ volte denunciata.¬†Sabato notte per√≤ si √® scatenato il finimondo con una fuoriosa rissa che ha coinvolto alcuni stranieri. Il tutto davanti agli occhi impauriti delle persone che stavano attendendo di essere visitate.

Un primo accenno di lite intorno all’una, forse per l’occupazione dei divanetti, la guardia giurata¬†ha per√≤ riportato la calma.¬†Qualche ora dopo poi √® scoppiata una vera e propria rissa, con tanto di coltelli. Le guardie giurate di turno hanno utilizzato lo¬†spray urticante¬†per cercare di placare gli animi, fino all’intervento delle forze dell’ordine che hanno ammanettato alcune persone. Diversi contusi sia tra senzatetto che tra le forze dell’ordine, mentre lo spray urticante ha fatto sentire i suoi effetti anche tra i pazienti in attesa e tra il personale medico e infermieristico,¬†con pruriti, tosse e starnuti.

Una situazione, quella del Pronto Soccorso, che si protrae da troppo tempo e per la quale il personale ha scritto una lettera alla direzione aziendale affinchè intervenga in maniera risolutiva.

Potrebbe interessarti:http://www.pisatoday.it/cronaca/rissa-pronto-soccorso-pisa-2-marzo-2014.html

Brescia: “profugo” ghanese mantenuto in comunit√† tenta strage

Brescia 10 febbraio 2014 – In Italia, dopo un viaggio¬†lungo migliaia di chilometri. Dal Ghana, con tanto di richiesta d‚Äôasilo, come rifugiato politico: ma un carattere complicato, e che gi√† aveva creato problemi. Tanto da obbligarlo a trasferirsi in una comunit√†, al centro di recupero di Via Volta.¬†Proprio in comunit√†¬†ha dato di matto, ancora una volta, l‚Äôennesima. Brandendo un coltello ha aggredito alcuni ‚Äėcolleghi‚Äô, tutti stranieri, ha cercato di colpirli. In pochi minuti √® arrivata una pattuglia dei Carabinieri, lui ha reagito con una rabbia ancora maggiore.¬†Ha aggredito anche i militari, ha rischiato di sfregiarne uno, per fortuna ha lo ha preso solo di striscio. Sono arrivati i rinforzi, in tutto otto persone tra Carabinieri e Polizia, per toglierli quel coltello dalle mani. Finalmente √® stato fermato, e ammanettato.¬†L‚Äôuomo, un ghanese¬†di circa 30 anni, √® stato poi condotto in carcere: ancora tutti da accertare i motivi del suo raptus improvviso.

http://www.bresciatoday.it/cronaca/brescia-aggressione-coltello.html

Un fan del connazionale Kabobo.

 

Osa redarguire immigrati che pisciano sulle auto: italiano circondato e accoltellato

Bologna 20 gennaio 2014 – Aggredito a colpi di coltello, scagliati dritti in pieno petto e al braccio:¬†cos√¨ un cittadino bolognese √® stato assalito da quattro stranieri dopo aver semplicemente redarguito uno di loro, ‘pizzicato’ nell’atto di urinare su un’auto in sosta.

‚ÄúL' Italia deve capire l'aspetto culturale dell'immigrazione e l'apporto che da' al Paese‚ÄĚ.

‚ÄúL’ Italia deve capire l’aspetto culturale dell’immigrazione e l’apporto che da’ al Paese‚ÄĚ.

E’ accaduto lo scorso sabato sera, poco dopo le 22, in piazza VIII Agosto. In manette un tunisino di 19 anni, con vari precedenti alle spalle, e uno dei suoi complici. Gli altri hanno invece guadagnato la fuga.¬†L’amara vicenda √® scaturita inseguito alla segnalazione¬†giunta alla polizia da una 40enne bolognese, compagna dell’uomo assalito, che ha assistito impotente alla scena. I due stavano parcheggiando in piazza, quando si sono trovati difronte l’extracomunitario, intento nella sua incivile impresa. Il senso civico e l’indignazione hanno mosso l’uomo – un 44 enne bolognese residente in zona Montagnola – ad intervenire, ammonendo lo straniero per il gesto in cui si prodigava.

In risposta l’uomo √® stato assalito prima a parole, poi con i fatti.¬†“Un fatto di grande violenza e gravit√† spropositata, indice del fatto che certi soggetti sono pronti a tutti”¬†raccontano i poliziotti intervenuti sul campo. Il malcapitato infatti, dopo essere stato oggetto di minacce e improperi, √® stato pure assalito fisicamente. Si √® visto puntare addosso un coltello, e fendenti sono stati indirizzati all’altezza del petto, prima, e sull’avambraccio poi.¬†L’assalito ha avuto la prontezza di schivare i colpi, restando indenne.¬†Avrebbe riportato solo alcune lacerazioni sul pesante giubbotto, che fortunatamente indossava, e che ha funzionato da protezione, provvidenziale.¬†Nel giro di pochi secondi l’uomo √® stato accerchiato da altri tre soggetti, amici e connazionali dell’aggressore, intervenuti a dar man forte. Solo l’allerta lanciata dalla donna, che assisteva ai fatti, e il tempestivo arrivo delle forze dell’ordine hanno fatto desistere il gruppetto dal continuare l’azione violenta.

Al sopraggiungere delle volanti, gli stranieri si sono dileguati per le vie limitrofe. E’ stato attivato un immediato servizio di perlustrazione. Poco tempo dopo, il tunisino che aveva agito con il coltello √® stato sorpreso in compagnia di uno dei sodali, su via delle Moline.¬†‘Non √® stato facile fermarli¬†– hanno raccontato gli agenti –¬†perch√® i due soggetti hanno cercato di confondersi tra la folla che il sabato sera popola la zona. Hanno tentato di opporsi al fermo, ma alla fine sono stati¬† ammanettati’.¬†Per i due fermati √® scattato l’arresto.¬†Uno, autore dell’aggressione a mano armata, risponder√† dell’accusa di omicidio, nonch√® di lesioni¬† aggravate, resistenza a Pubblico Ufficiale¬† e lesioni finalizzate alla resistenza. Il complice – sempre di origini tunisine, classe 1987 – risponder√† invece resistenza a Pubblico Ufficiale¬† e lesioni finalizzate alla resistenza. La Polizia √® al lavoro nel tentativo di risalire anche agli altri sodali.¬†‘Siamo difronte all’ennesimo caso di forte senso civico mostrato dai cittadini¬†– ha commentato cos√¨ il fatto il vicequestore Stanislao Caruso –¬†Coconrdo con quanto dice il Questore, ovvero, i cittadini sono l’undicesimo uomo in campo nella partita contro la criminalit√†”.

http://www.bolognatoday.it/cronaca/aggressione-bologna-centro-coltello.html

Milano: scontri etnici in via Padova


La Repubblica
Rissa in via Padova a Milano, due feriti

MILANO, 29 SET – Una rissa tra stranieri dell’Est con due feriti rialza la tensione in via Padova, la via multietnica della periferia nord di Milano dove nel febbraio del 2010 ci fu una vera e propria
Rissa tra stranieri in via Padova: tre i feriti, due sono molto graviLa Repubblicatutte le notizie (6)¬†¬Ľ

Quanto costano i campi nomadi? – Giornalettismo


Giornalettismo

Quanto costano i campi nomadi?
Giornalettismo
Milioni di soldi spesi in progetti mai partiti, campi nomadi da far partire sopra terreni altrui, appalti affidati a ditte private. La gestione della cosiddetta emergenza rom in Italia è un gran pasticcio. L'associazione di promozione sociale Lunaria è
Campi nomadi."A Roma, Napoli e Milano sprecati 100 milioni in sei Stranieri in Italia
Campi nomadi: spesi 100 milioni in sei anni per la gestione dei ImmigrazioneOggi
Segregare costa: 100 milioni spesi inutilmente per i campi romVita
LANOTIZIAgiornale.it –Corriere della Sera –Nuovo Paese Sera
tutte le notizie (11) »

Bergamo, nuovi scontri etnici: indiani massacrano pakistano

Bergamo 23 settembre 2013 – Ancora i lampeggianti dei carabinieri, i mezzi del 118 e il sangue di un ferito. Ancora a Chiuduno. A due settimane esatte dalla tragedia di via Kennedy, al pestaggio e poi all’investimento di Baldev e della dottoressa Eleonora Cantamessa, torna la violenza fra stranieri a Chiuduno.¬†Teatro dell’episodio la via Montanari, zona ad alta concentrazione di residenti extracomunitari, dove poco dopo 19,30 di domenica un giovane di nazionalit√† pakistana √® stato preso a calci e pugni da due indiani. Il motivo dell’aggressione pare sia riconducibile ad alcuni apprezzamenti pesanti che i due indiani avrebbero fatto a una ragazza pakistana in un negozio: all’interno del locale c’era anche il connazionale della giovane che avrebbe preso le sue difese pur non conoscendola.¬†Il confronto tra immigrati √® cresciuto di intensit√† e i due avrebbero preso a calci e pugni il pakistano di 24 anni, trasferito poi all’ospedale di Calcinate da dove √® stato dimesso con 15 giorni di prognosi. I due indiani, di 32 anni e 23 anni, sono stati invece denunciati per lesioni personali aggravate.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/395100_copia_di_ancora_sangue_a_chiuduno_lite_fra_immigrati_un_ferito/

Le zone ad alta concentrazione di extracomunitari andrebbero bonificate.

Sfruttamento della prostituzione, nove romeni in arresto – Castellinews.it


Castellinews.it

Sfruttamento della prostituzione, nove romeni in arresto
Castellinews.it
Sfruttamento della prostituzione, nove romeni in arresto. Tra Pomezia, Ardea e Albano. Gli stranieri sono responsabili, a vario titolo, reclutamento, induzione e allo sfruttamento della prostituzione, anche minorile. Redazione. Sfruttamento della

Vendevano patenti a stranieri: 14 arresti Guai per funzionario … – L’Unione Sarda


La Stampa

Vendevano patenti a stranieri: 14 arresti Guai per funzionario
L’Unione Sarda
E' in corso da questa mattina un'operazione condotta dalla polizia stradale di Latina che ha portato in carcere 14 persone tra cui sei funzionari della motorizzazione civile del capoluogo e altri titolari di agenzie e autoscuole di Terracina, Gaeta e
‚ÄúPay to drive‚ÄĚ alla MotorizzazioneLa Stampa
Motorizzazione di Latina Patenti facili 14 in arrestoMediterranews
Mazzette per le patenti, 14 gli arresti: nei guai Motorizzazione e LatinaToday
Notizie.Guidone.it
tutte le notizie (20) »

Continua emergenza rapine nel Sannio: banda di immigrati scatenata

A Sant’Agata de’ Goti, in via Reullo, verso le 21,30, tre individui, stranieri, a volto coperto, di cui uno armato di pistola e due di fucile, si sono introdotti all’interno di uno stabile con due abitazioni occupate da due sorelle, una impiegata di 49 anni e l’altra casalinga di 43anni e, dietro minaccia, hanno costretto le due vittime a consegnare alcuni oggetti in oro. Inoltre, hanno portato via due televisori e due PC portatili dileguandosi a bordo di un’auto non identificata. Sul posto, sono intervenuti i Carabinieri della locale Stazione e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile per i rilievi tecnici e le indagini del caso, mentre le altre pattuglie dell’Arma hanno effettuato una vasta battuta in tutta l’area interessata alla ricerca dei fuggitivi.

http://www.ilquaderno.it/sagata-dei-goti-rapina-mano-armata-due-abitazioni-minacciate-proprietarie-rubati-tv-pc-88360.html