Tag: sasso

Gioca a calcio: sassata dal Campo Nomadi, bambino gravemente ferito alla testa

MERANO – Gioca a calcio al campo della confluenza e finisce al pronto soccorso dell’ospedale per un profondo taglio alla testa. Un normale incidente di gioco capitato a uno dei giovani talenti che l’Olimpia Holiday Merano coltiva?
Potrebbe sembrare così, in realtĂ  quel taglio è stato provocato da un sasso scagliato da uno degli spettatori presenti all’allenamento. A denunciare l’incredibile situazione è Stefano Di Liello, uno degli allenatori del settore giovanile della squadra.
“Quello che è accaduto – spiega il tecnico della squadra che ha un vivaio da 250 ragazzi – nasconde un disagio molto piĂą grande, patito ogni giorni da noi che al campo sportivo andiamo per allenarci con i ragazzi.
Inutile dire che la convivenza con il vicino campo nomadi è sempre piĂą difficile. Chiediamo ai nostri politici di fare qualcosa per garantire a tutti noi maggiore sicurezza”.
A scagliare il sasso, secondo Di Liello sarebbe stato uno dei ragazzini del campo nomadi, coetanei dei calciatori.
“Ci stavamo allenando – spiega Di Liello – nel campo grande in sintetico della confluenza con i ragazzi dell’anno 2004 a ridosso della rete confinante con il campo nomadi quando improvvisamente un ragazzino ha scagliato un grosso sasso colpendo uno dei nostri bambini sulla testa provocandogli una ferita lacero contusa molto profonda in testa.
Il ragazzo è stato ricoverato con urgenza all’ospedale. Sul posto, dove decine di bambini esterrefatti hanno visto il proprio compagno di squadra in un lago di sangue nelle braccia del suo allenatore, è arrivata la croce rossa e la pattuglia dei carabinieri che ha provveduto a sequestrare il grosso sasso ed ha fare le relative indagini per individuare il colpevole.
Per Stefano Di Liello “sono anni, prima come Merano e poi come Olimpia, che subiamo una situazione di degrado alla confluenza che ha dell’incredibile.
In una struttura che è costata 720 mila euro entrano cani e gatti che lasciano escrementi, persone che rubano e rovinano tutte le attrezzature che trovano, lasciando vetri rotti pericolosi per i bambini e immondizie di ogni genere.
Per non parlare dei continui roghi accesi con ogni tipo di materiale, dalle moquette alle gomme da macchina”.
L’Olimpia Holiday rivendica il diritto di far giocare tranquilli i propri allievi e di dare sicurezza alle famiglie che affidano loro i figli.
“Chiediamo – conclude Di Liello – un intervento forte del nostro Comune per fornire la confluenza delle recinzioni adatte a praticare sport senza rischiare di ricevere un sasso in testa o peggio in un occhio. Bisogna intervenire subito per proteggere i bambini e la struttura che viene quotidianamente danneggiata e che quindi tra qualche anno sarebbe completamente da rifare”.
Insomma, una brutta storia ed una situazione dove è necessario intervenire per provi rimedio perchè gli animi sono esasperati ed è necessario garantire l’incolumità dei ragazzi che vanno ad allenarsi e a giocare sul campo.

http://altoadige.gelocal.it/cronaca/2013/09/14/news/colpito-da-un-sasso-mentre-gioca-a-calcio-1.7745501

Rissa tra prostitute per la spartizione dei marciapiedi Su Facebook … – Live Sicilia

Rissa tra prostitute per la spartizione dei marciapiedi Su Facebook
Live Sicilia
Scene di violenza nel salotto buono di Catania. Due donne straniere sono le protagoniste di un filmato amatoriale postato sui social network. Una di loro lancia un sasso contro una macchina. Condividi questo articolo. VOTA. 1/5; 2/5; 3/5; 4/5; 5/5

Svuotacarceri: liberano spacciatore, torna subito a spacciare

PADOVA – Ricevuta notizia dai ferrovieri che c’era movimento di stranieri tra i binari all’altezza di via Sarpi, ieri pomeriggio i poliziotti della Polfer si sono appostati e hanno potuto osservare il tunisino Sabri El Abidi, 27 anni e l’algerino Mohamed Scalota, 36 anni, entrambi clandestini, scavalcare lo steccato che separa la strada dalle ferrovie ed armeggiare in una delle canalette che custodiscono i fili degli apparati elettrici. Immediatamente bloccati, si è scoperto che da un sacchetto contenente 27 grammi di eroina in sasso ne avevano prelevato una parte, pesata con uno dei due bilancini elettrici di precisione e confezionato una dose per la vendita al dettaglio. Entrambi quindi sono finiti in manette. Scalota solo cinque giorni fa è stato scarcerato dopo una condanna per spaccio.

http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2013/07/04/news/viene-scarcerato-e-dopo-5-giorni-torna-a-spacciare-eroina-1.7366570

L’altro Ghanese a Milano – Balotelli aggredisce tifoso: “Vattene via o ti spacco la faccia”

Nota a margine per nulla edificante al termine dell’allenamento del Milan di giovedì scorso. Mario Balotelli aggredisce verbalmente un tifoso reo di avergli chiesto una foto: “Vattene via o ti spacco la faccia“. E’ stata questa la risposta del bomber al cortese fan che è rimasto basito di fronte a tale reazione da parte del ghanese.

SCORTESIA A riportare la notizia è il quotidiano Il Golfo, che descrive con dovizia di particolari l’accaduto. Il tifoso si chiama Andrea Russo ed era in trasferta a Milanello in compagnia del campione paralampico Gianni Sasso che collabora con MilanLab. Russo si trovava in una zona dedicata agli addetti ai lavori ed è forse ciò che ha indispettito Balotelli che ha anche chiesto il pronto intervento degli inservienti per allontanare il tifoso.

Ius Soli

Testimonial dello Ius Soli

SCUSE Un brutto colpo per il tifoso che giĂ  nel soprannome porta tutto l’affetto per i colori rossoneri. Il suo nomignolo è infatti KakĂ . Per sua fortuna e’ stato rincuorato da Robinho che si e’ poi intrattenuto con il ragazzo: “Voi siete la nostra forza, un nostro patrimonio, la reazione di Mario non ha giustificazioni“, si e’ quasi scusato il brasiliano.

Read more: http://it.ibtimes.com/articles/48360/20130511/balotelli-lite-aggressione-tifoso.htm#ixzz2T0APLuZ1

Ringrazi il cielo che non aveva un piccone.