Tag: Sanatoria

Migliaia di falsi permessi di soggiorno,sgominata banda che “regolarizzava” clandestini

I ministri Riccardi e Cancellieri soddisfatti dagli effetti della loro Sanatoria

MILANO – Un’organizzazione dedita  a regolarizzare immigrati – come Riccardi – producendo per loro documenti falsi e’ stata sgominata a Milano dalla Polizia locale. La banda operava indisturbata da almeno 10 anni e, secondo le stime emerse dall’indagine, avrebbe prodotto tra posizioni inesistenti (false) e permessi realmente richiesti, ma falsificati, migliaia di irregolari sul territorio italiano. Il tutto grazie a chi fa le sanatorie – come Monti l’anno scorso – fornendo alle organizzazioni criminali carne fresca da regolarizzare.

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Cronache_e_politica/Migliaia-falsi-soggiorni-sgominata-banda/02-02-2013/1-A_004696940.shtml

Modena: aggrediti da immigrati, portati via i ricordi di una vita

I ministri Riccardi e Cancellieri soddisfatti dagli effetti della loro Sanatoria

«Ci hanno portato via i ricordi di una vita». Queste parole di G.G., una donna sessantenne modenese, riassumono il senso della violenta rapina in casa subita poche ore prima: più dello spavento, più della violenza, più del danno del furto, è un senso di impotenza che si accompagna con la scomparsa del passato. «Avevamo catenine, oggettini, ricordi della comunione e della laurea di nostra figlia, monete, gioielli. Hanno portato via tutto dopo ave rovistato la camera al piano superiore e soprattutto un comò». La rapina in casa è avvenuta sabato sera dopo un pomeriggio di commissioni. È l’ultima di una lunga serie in zona: al Parco Amendola le abitazioni sono bersaglio facile per bande di ladri, anche di passaggio, e quella casetta proprio ai margini, tra il vialetto, il prato e le collinette, è già stata assaltata per due volte negli ultimi anni. Finestre chiuse da sbarre al piano terra e al primo piano, in tutta la strada: come in una prigione. Un segnale di un disagio forte.
Erano le 19 quando G.L.V., un tecnico ospedaliero, 55 anni, e la moglie G.G., coetanea,sono tornati a casa dopo un pomeriggio di giri. La figlia era rimasta nella loro casa fino alle 17 passate. Per due ore i ladri hanno avuto campo libero. Infatti, quando la moglie ha aperto la porta, subito il marito, rimasto dietro, ha notato che la porta finestra del balcone sul lato opposto, quello che dà su via Zurlini, era stata spaccata. Dentro c’erano due ladri che stavano rovistando al piano di sopra. La coppia di modenesi li ha raggiunti e visti: i ladri erano due immigrati giovani, sui 25 anni, con il volto scoperto, sicuramente dell’Est Europa, probabilmente due rumeni.
I ladri, scoperti, brandiscono una spranga e cercano di farsi largo verso il balcone per calarsi (è a un’altezza bassa dal suolo). Ma il capofamiglia interviene, cerca di trattenerli e ne nasce una colluttazione a tre. Uno dei due complici fuori, al parcheggio, si accorgono che la situazione sta precipitando. Uno di loro entra in fretta e furia in casa. Getta a terra la moglie che sta chiamando le forze dell’ordine e il suo cellulare finisce lontano. Poi corre sulle scale e in pochi secondi aggredisce alle spalle il modenese che sta lottando e lo colpisce con un colpo di torcia in testa. In questo modo i banditi riescono a prendere tempo. Raccattano tutti i gioielli e i preziosi trovati (non c’erano soldi, però) e scappano salendo su una Fiat Panda probabilmente con la targa oscurata. In pochi minuti di loro si perdono le tracce. La moglie si riprende e riesce a parlare con il 113 che manda sul posto una pattuglia della Squadra volante. Gli agenti capiscono al gravità dell’accaduto chiamano prima un’ambulanza, per soccorrere GL.V., e poi la Squadra mobile della Questura, che arriva poco dopo con agenti della scientifica. Iniziano le indagini con i rilievi sulla scena del crimine. Intanto, il capofamiglia ferito è stato visitato e curato al pronto soccorso di Baggiovara: i medici hanno detto che se la caverà con dieci giorni di prognosi per la botta ricevuta in testa.
Alla polizia toccherà di investigare anche per capire se il colpo sia stato occasionale o studiato e se è legato in qualche modo a quelli avvenuti recentemente in zona.

http://gazzettadimodena.gelocal.it/cronaca/2013/01/07/news/sorprendono-i-ladri-picchiati-e-rapinati-1.6311769

Bloccato senza patente: Cinese in attesa di Sanatoria

Pericoli pubblici: i figliocci del criminale Riccardi

I ministri Riccardi e Cancellieri soddisfatti dagli effetti della loro Sanatoria

Prato 5 ottobre 2012 – Questa mattina una pattuglia del reparto moto della polizia municipale ha fermato un conducente di origine cinese alla guida di un’auto di un connazionale. L’uomo ha mostrato documenti, carta d’identità e patente, che sono subito sembrati falsi e accompagnato al Comando ha confessato di aver utilizzato i dati di un connazionale provvisto di patente per procurarsi il falso documento.
Il cittadino cinese, la cui posizione in Italia è oggetto di richiesta di sanatoria, è stato denunciato per guida senza patente, false generalità e produzione ed uso di atto falso. Rischia quindi più di 2 anni di carcere e più di 2 mila euro di multa. Il veicolo è stato sequestrato.
“Prosegue a ritmi serrati – ha affermato l’assessore alla sicurezza Aldo Milone – il controllo attento della polizia municipale verso coloro che si mettono alla guida di mezzi non assicurati e privi di patente, rischiando di causare pericoli ingenti sia verso altri guidatori che nei confronti dei pedoni. Ci tengo a sottolineare che degli oltre 900 mezzi sequestrati dall’inizio dell’anno fino al 30 settembre, il 50 per cento risultano di proprietà italiana e il restante 50 per cento di proprietà di cittadini stranieri”.
Ieri un altro cittadino extracomunitario, un georgiano già colpito da provvedimento di espulsione, è stato trovato a guidare senza patente. L’uomo è stato denunciato e l’auto è stata sequestrata

http://www.lanazione.it/prato/cronaca/2012/10/05/782537-guida_senza_patente_allarme.shtml

Si può pensare che immigrati abituati ad essere “sanati”, e quindi a prendersi gioco della legge, poi non facciano lo stesso con le patenti?

La Sanatoria Riccardi attira clandestini: triplicati quelli fermati alle frontiere

Clandestini in cerca di regolarizzazione prendono d’assalto il confine. Decine di extracomunitari senza permesso di soggiorno vengono sorpresi dalla polizia sui treni che transitano sulla linea Torino-Modane. Da quando si è aperto il nuovo bando per la regolarizzazione i fermi sono quasi triplicati. Se fino a fine agosto la polizia di Bardonecchia individuava mediamente uno, massimo due clandestini al giorno, ora i numeri salgono a tre o anche quattro per volta. L’ultimo fermo di tre persone che stavano tentando di attraversare il confine a bordo di un regionale è avvenuto martedì pomeriggio.

Le nazionalità sono diverse, tanti algerini e marocchini. Le fasce d’età variano. Ma l’obiettivo è uno solo: ottenere i documenti per restare in Italia approfittando della mini sanatoria, che si è aperta il 15 settembre e si chiuderà il 15 ottobre, e che permetterà a imprese e famiglie che occupano irregolarmente stranieri alle proprie dipendenze di emergere dal baratro del lavoro nero, evitando le sanzioni.

http://www.cronacaqui.it/torino/27056_bardonecchia-la-sanatoria-attira-i-clandestini-triplicati-i-fermi-alla-frontiera.html

Sanatoria immigrati: La truffa ai danni degli Italiani

Lega: “La sanatoria sugli immigrati
peserà sul sistema sanitario”

Vediamo Riccardi che si complimenta cn il 'migrante' per l'ennesimo atto di 'integrazione forzata'

Il consigliere Manes Bernardini chiede al ministro Riccardi la sospensione immediata. “In Regione risorse a senso unico per gli stranieri, quando i nostri giovani sono disoccupati”

Ne fa una questione di costi, il leghista Manes Bernardini. Per l’esponente del Carroccio la Regione spende già molto per gli immigrati, non è il caso di appensatire la situazione con la sanatoria per gli irregolari varata dal governo Monti. Per questo chiede al ministro Andrea Riccardi di sospederla “da subito” e alla giunta Errani di impugnare il provvedimento.

Secondo Bernardini sono 53500 le richieste di regolarizzazione in Emilia-Romagna, cifra che la pone al secondo posto fra le regioni italiane. E sciorina altri numeri. Come i 2,3 milioni stanziati dalla Regione per assitenza sanitaria e studi epidemiologici sugli immigrati, o i 2 milioni per Asl e Istituto Rizzoli “per interventi a favore dei cittadini stranieri”. “Risorse a senso unico quando sui giovani incombe un tasso di disoccupazione del 13,5%, senza contare chi non studia e non lavora. Bernardini ne è convinto: la sanatoria del governo ”graverà pesantemente sul sistema sanitario dell’Emilia-Romagna, già provato da tagli, ospedali distrutti dal terremoto, casi di malasanità”.

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2012/09/14/news/sanatoria_immigrati_lega_nord-42556269/