Tag: roma capitale

Roma: ondata di furti a Settebagni

Crescono sempre più ansia e risentimento a Settebagni per i ripetuti furti che da tempo avvengono nel quartiere a danno di abitazioni private ed esercizi pubblici; l’ultimo ad essere colpito è stato il chiosco di giornali nel piazzale intitolato informalmente ai fratelli Cacciarelli. La mattina del 20 gennaio il giovane edicolante ha trovato la serranda forzata, alzata di quel tanto che basta per far passare una persona di ridottissima corporatura, probabilmente un bambino. All’interno era sparito il fondo cassa, circa trenta euro, ma soprattutto il computer usato per registrare il movimento e l’inventario delle merci , fondamentale per la gestione del chiosco: senza di quello il giornalaio ha dovuto rifare praticamente a mano tutto il lavoro di inserimento dati. Nel giro di due anni è la seconda volta che il chiosco viene scassinato nottetempo: «Così non si può andare avanti – si lamenta giustamente il gestore – praticamente coi danni che ti fanno vieni a lavorare solo per ripianare le spese». Il giovane sta pensando di prendersi un cane da guardia, ma intanto sentendo il polso del pubblico frequentando bar e social network si percepiscono chiaramente preoccupazione mista a frustrazione per l’inerzia di cui viene accusata l’attuale amministrazione municipale: è inevitabile infatti, per molti, mettere in correlazione i furti con gli accampamenti abusivi di zingari sorti sul territorio e nei confronti dei quali non sono stati presi provvedimenti, in ossequio alla politica accomodante e “accoglienzista” di cui l’attuale maggioranza ha fatto la propria bandiera. Si vedrà quanto ancora si possa tenere la testa sotto la sabbia.

http://lucianamiocchi.wordpress.com/2014/01/23/settebagni-iii-municipio-di-roma-capitale-un-ladro-piccolo-piccolo-scassina-ledicola-nella-notte-di-alessandro-pino/

Roma: sassate a vigilessa in Campo Nomadi comunale

Rissa al campo nomadi di Castel Romano: vigilessa colpita da un sasso

Raggiunta da un sasso mentre cercava di sedare una rissa scoppiata nel cuore della notte. Ad essere medicata con tre giorni di prognosi una vigilessa del Gruppo SPE (Sicurezza Pubblica Emergenziale) in servizio di piantone al campo nomadi di Castel Romano. La rissa è scoppiata intorno alle 2 della notte del 23 settembre.Rissa al campo nomadi di Castel Romano: vigilessa colpita da un sasso

RISSA TRA ROM – Secondo quanto riferito dagli agenti del Gruppo della Polizia Locale di Roma Capitale diretti dal comandante Antonio Di Maggio, la agente, in servizio H24 con una pattuglia ed altri due colleghi all’ingresso del campo attrezzato di via Pontina, è interventuta nel cuore della notte per cercare di mettere fine ad una violenta discussione scoppiata tra alcuni residenti del campo. Un tentativo non riuscito che ha visto poi altri contendenti scendere in campo con un litigio che si è ben presto trasformato in una rissa. Ad avere la peggio la vigilessa: colpita prima da alcuni schiaffi e colpi e poi raggiunta da un sasso scagliato da una delle due bande contendenti in seguito ad una sassaiola.

PIANTONE H24 – L’incidente ha coinvolto gli agenti di servizio di piantonamento al campo di Castel Romano. Una misura adottata dal Gruppo Spe dopo l’arrivo al campo di Roma ovest di alcune delle famiglie sgomberate lo scorso 13 settembre dal campo abusivo di via Salviati a Tor Sapienza. ‘Emigrazione’ dei rom di etnia serba verso il campo di via Salviati arrivata dopo l’incendio di una sessantina di nuclei abitativi dati alle fiamme dai residenti bosniaci in una sorta di guerra per il controllo del campo. Poi lo sgombero con il successivo ritorno sulla Pontina di alcune famiglie che ha reso necessario mettere almeno una pattuglia (con 3 agenti) di piantone H24 all’ingresso del campo in modo da scongiurare possibile nuove violenze all’interno dell’area.

IL SULPL – “Sono diversi mesi che stiamo chiedendo un incontro a chi si occupa di organizzare questi servizi ma non riceviamo ancora risposta” commenta Stefano Giannini, segretario del Sulp. “Si stanno esponendo colleghi a “piantonare” una guerra tra bande? Ricordiamo al Sindaco Marino che quella collega come tutti noi non ha diritto alla causa di servizio per cui è considerata un semplice malato come un fannullone qualsiasi, chiediamo che siano altri ad occuparsi di questi campi visto che si tratta oramai di interventi du pura gestione di ordine pubblico”.

http://www.romatoday.it/cronaca/vigilessa-ferita-rissa-campo-nomadi-castel-romano.html

EUR, TENTATO FURTO IN APPARTAMENTO: ARRESTATI TRE … – Roma Capitale News


Roma Capitale News

EUR, TENTATO FURTO IN APPARTAMENTO: ARRESTATI TRE
Roma Capitale News
Tre nomadi, provenienti dal campo di via Salone, sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. I tre malintenzionati si sono introdotti all'interno di un appartamento di via dei Carpazi

altro »

Roma: turisti sotto assedio, uomo pestato a sangue da romeno

ROMA – Stazione metro di piazza di Spagna, nelle viscere della Roma sotterranea bande di scippatori continuano a minacciare romani e turisti. L’ultimo episodio sabato sera quando un turista è stato violentemente aggredito da un romeno che lo aveva scippato. Il turista si è accorto del borseggiattore, 44 anni, con precedenti, ha cercato di bloccarlo anche con l’aiuto di un suo amico, ma il ladro era scatenato: ha colpito con calci e pugni sia la vittima del furto sia il suo amico.

Romeno arrestato dai carabinieri. Fortunatamente una pattuglia di carabinieri della stazione Roma Macao, impegnata nei quotidiani servizi antiborseggio, ha notato la scena ed è intervenuta bloccando il ladro e recuperando il portafogli, che è stato restituito al proprietario. Il romeno è stato arrestato con l’accusa di rapina impropria.

La vigilessa picchiata. Il 6 agosto a essere picchiata selvaggiamente è stata una vigilessa: Claudia Macri, maresciallo della Polizia di Roma Capitale, in forza al I Gruppo, si trovava sulla banchina della stazione metro Spagna: aveva provato ad avvertire i turisti della presenza di una banda di borseggiatrici (ndr zigari): è stata spintonata, presa a calci e pugni (Videointervista). IlMessaggero.it aveva mostrato in un video come agiscono le bande di borseggiatrici.

Una settimana fa due ecuadoriani avevano scippato una turista tedesca di 21 anni in via del Corso, facendola cadere e provocandole lievi feriti. I due erano poi stati arrestati.

L’allerta del ministero degli Esteri britannico. Proprio a causa dei numerosi scippi nelle zone centrali di Roma, il ministero degli Esteri britannico aveva messo in guardia i propri connazionali in vacanza a Roma. Continuano intanto i blitz delle forze dell’ordine: in poche ore, ieri, sono stati arrestati altri 4 borseggiatori, un peruviano di 41 anni e tre nomadi che, scoperti dai carabinieri presso le fermate metropolitane Termini e Colosseo, sono stati accompagnati in caserma in attesa del processo per direttissima.

http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/roma_turista_derubato_picchiato_stazione_metro_roma/notizie/318731.shtml

Marino è troppo impegnato a redarguire su FB chi critica la congolese.

Ostia, maxi rissa sul lungomare tra romeni


Il Faro – quotidiano telematico
ROMA – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile questa notte in piazzale Magellano ad Ostia hanno arrestato per rissa aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali 4 cittadini romeni di etĂ  compresa 21 e 33 anni residenti a Ostia.

I quattro, completamente ubriachi, erano rimasti coinvolti in una violenta rissa in strada con altre 7 persone che sono riuscite a fuggire quando hanno visto arrivare le gazzelle dell’Arma. I quattro uomini, pur di sottrarsi all’arresto hanno opposto una ferma resistenza, causando lievi contusioni ad un militare. Portati in Caserma hanno continuato la loro condotta aggressiva innescando un’ulteriore rissa.

Sempre questa notte, in via di Ponte Galeria, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato per tentato furto d’auto un 48enne polacco, residente a Carpineto Romano. L’uomo, nullafacente giĂ  noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso a rovistare in una Renault Clio in sosta dove era entrato dopo aver rotto il vetro.

Roma, Alemanno visita campo rom di via Candoni – LaPresse

Roma, Alemanno visita campo rom di via Candoni
LaPresse
Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che correrĂ  al ballottaggio contro il candidato del centrosinistra, Ignazio Marino, ha visitato il campo nomandi di via Candoni, insieme al vicesindaco e assessore alla Politiche sociali di Roma Capitale, Sveva Belviso.

Il Tar contro il Piano nomadi, Alemanno: continuerĂ . E denuncia 64 … – Il Messaggero

Il Tar contro il Piano nomadi, Alemanno: continuerĂ . E denuncia 64
Il Messaggero
Un luogo simbolico quello del campo Nomadi di via Candoni, prescelto dal sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno e dal suo vice Sveva Belviso per incontrare la stampa e fare il punto sui provvedimenti presi dal 2008 ad oggi nei confronti dei Rom

Eur, violenta rissa tra stranieri Accoltellato a morte un egiziano – La Repubblica


La Repubblica

Eur, violenta rissa tra stranieri Accoltellato a morte un egiziano
La Repubblica
Eur, violenta rissa tra stranieri Accoltellato a morte un egiziano. TAG; eur, accoltellamento. Una lite, la rissa violenta e l'accoltellamento. Un egiziano di 49 anni è morto la notte scorsa in viale America, nel quartiere Eur di Roma, probabilmente
ROMA, RISSA IN ZONA EUR: ACCOLTELLATO E UCCISO UN UOMOLazio 24 NEWS
Roma, rissa nella notte in via America: ucciso 49enneLaPresse
EUR, UOMO ACCOLTELLATO DURANTE UNA LITE IN VIALE Roma Capitale News
Affari Sul Web
tutte le notizie (30) »

La truffa dei falsi immigrati minorenni Belviso: "I veri minori non … – La Repubblica


La Repubblica

La truffa dei falsi immigrati minorenni Belviso: "I veri minori non
La Repubblica
Per il racket sui falsi minorenni assistiti dal Comune, una truffa da milioni di euro, i primi arresti sono scattati quando gli uomini della polizia Roma capitale guidati dal vicecomandante Antonio Di Maggio hanno arrestato tre bengalesi e sequestrato

altro »

Picchia e segrega figlia, denunciata “migrante”


Picchia e segrega figlia, denunciata

La costringeva a non uscire con i suoi coetanei a suon di botte e cinghiate. Per questo una donna ucraina e’ stata denunciata a piede libero per maltrattamenti e lesioni nei confronti della figlia minorenne. Vittima delle percosse e’ una sedicenne, per anni picchiata dalla madre che non voleva uscisse di casa. Il dramma familiare si e’ interrotto quando la minore ha chiesto aiuto alla polizia di Roma Capitale che ora sta facendo accertamenti anche sugli altri minori figli della donna.

altro »