Tag: ragazza violentata

Svuotacarceri: ragazza violentata a Modena

Modena, 8 agosto 2013 – Una ragazza di circa 20 anni è stata aggredita, martedì sera nella zona travia San Cataldo e via del Murazzo a Modena da un extracomunitario che ha tentato di violentarla.

Erano le 21 quando la giovane, italiana, mentre camminava a piedi è stata assalita da un uomo che ha tentato di strapparle i vestiti. La giovane, però, si è difesa: è riuscita a urlare, a divincolarsi e a sfuggire al suo aggressore. Ora la polizia ha avviato indagini per risalire allo straniero, pare un africano.

http://www.ilrestodelcarlino.it/modena/cronaca/2013/08/08/931725-tentato-strupro.shtml

Ragazza violentata da immigrato Roma

Stupro viale Marconi: ragazza riconosce aggressore

Aggredita, rapinata e violentata. Vittima dell’incubo una straniera che il giorno dopo, mentre camminava su viale Marconi, ha avvistato il suo aggressore e l’ha immediatamente segnalato ad una volante che passava di li.
La vittima – una prostituta – ha raccontato ai poliziotti che la sera prima, dopo essere stata avvicinata da un giovane straniero, questo le ha chiesto una prestazione sessuale per 30 euro. Dopo aver ricevuto la somma stabilita, l’uomo si è infilato dei guanti in lattice e ha chiesto alla donna di voltarsi. Appena si è voltata, all’improvviso è stata colpita con un pugno che l’ha fatta cadere a terra.
L’uomo, dopo aver estratto un dalla tasca un coltello ha iniziato a minacciarla. Prima le ha rubato 120 euro che aveva addosso e poi, dopo averla spogliata, ha abusato di lei consumando un rapporto sessuale completo. Subito dopo l’aggressore si è dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Ascoltata la vittima, i poliziotti hanno subito seguito le sue indicazioni cercando così di rintracciare lo straniero. Dopo qualche minuto sono riusciti ad individuarlo mentre stava tentando di scappare e l’hanno così bloccato.
E’ stato perquisito, ed all’interno di uno zainetto, sono stati rinvenuti altri guanti in lattice. L’indiano di 24 anni è stato condotto negli uffici del Commissariato Tor Carbone dove è stato sottoposto a “fermo di indiziato di delitto” per il reato di violenza sessuale e lesioni nonché per rapina aggravata.

Potrebbe interessarti: http://arvalia.romatoday.it/marconi/stupro-viale-marconi-prostituta.html

Nuovo stupro di gruppo: ragazza violentata da Egiziani, Tunisini e Marocchini

Se fosse in vigore la legge targata Pd, questo crimine sarebbe stato commesso da "italiani"

Civitanova, 23 febbraio 2013 – È quanto sarebbe avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì a Civitanova. Vittima di questa bruttissima avventura una giovane, residente in una città della costa. La ragazza era uscita in compagnia di alcuni suoi amici, egiziani, tunisini e anche marocchini come lei. Alla fine della serata, al momento di rientrare, alcuni di loro le avrebbero proposto di salire in casa, in un appartamento a Civitanova Alta. E lì per lei la situazione sarebbe precipitata.
LA GIOVANE, una Marocchina, sarebbe stata violentata da quattro persone, che le avrebbero impedito di andarsene prima di aver fatto i loro comodi con lei. Intorno alle quattro di mattina, la nordafricana è riuscita a mettersi in contatto con il marito, chiedendogli di andarla a prendere. L’uomo l’ha vista barcollante e sconvolta, le ha chiesto cosa fosse successo, e a quel punto lei gli ha rivelato cosa avrebbe subito. Lui l’ha subito portata al pronto soccorso della città alta, dove i medici hanno confermato che la giovane aveva avuto dei rapporti sessuali poco prima. Di quanto accaduto sono state informate immediatamente le forze dell’ordine, che ora stanno indagando per ricostruire i dettagli della vicenda.
MOLTI elementi sono ancora da chiarire. Sembra che alla ragazza, nel corso della serata, siano stati dati da bere diversi alcolici, per far sì che non fosse più in grado di opporre resistenza. Gli «amici» avrebbero dunque approfittato del suo stato di ubriachezza per convincerla a salire in casa, e poi approfittare di lei senza pietà, in quattro. Su questi particolari però sono in corso le indagini da parte delle forze dell’ordine.
La ragazza, intanto, comprensibilmente è sotto choc dopo quello che ha dovuto subire. Non riesce a ricordare con precisione tutti i dettagli di quello che le avrebbero fatto l’altra sera. Per lei l’uscita in comitiva doveva essere solo un’occasione di svago, qualche ora in compagnia di persone che considerava amiche, accomunate come lei dalla lontanza dalla loro terra d’origine. Mai avrebbe pensato a una simile violenza, a tanta disumanità.

http://www.ilrestodelcarlino.it/civitanova_marche/cronaca/2013/02/23/849755-violenza-sessuale-denuncia.shtml