Tag: rafik

Manfredonia, ubriaco, tenta furto in roulotte, arrestato 28enne … – StatoQuotidiano.it


StatoQuotidiano.it

Manfredonia, ubriaco, tenta furto in roulotte, arrestato 28enne
StatoQuotidiano.it
Manfredonia – PERSONALE della Squadra Volante e della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato P.S. di Manfredonia, a conclusione di una concitata operazione di Polizia, ha tratto in arresto Rafik Romdhani, tunisino di anni 28, in Italia senza 
RUBA A TURISTA IN ROULOTTE, ARRESTATO TUNISINO A AGI – Agenzia Giornalistica Italia
Foggia: stava rubando in roulotte camping, arrestatoLa Repubblica Bari.it

tutte le notizie (3) »

Caltanissetta, rivolta immigrati al Cie: sassi e candeggina contro agenti

CALTANISSETTA13 giugno 2013 – Poco dopo la mezzanotte, un gruppo di extracomunitari del Cie di Pian del Lago, a Caltanissetta, ha tentato di scavalcare la recinzione, mentre altri ospiti lanciavano sassi e acqua mista a candeggina contro carabinieri e polizia per favorire la fuga da vari punti della recinzione. Cinque persone sono riusciti a scavalcare la recinzione, alta circa 10 metri. Quattro sono stati riacciuffati e due di loro arrestati per aver colpito a calci e pugni tre agenti e un carabiniere, che hanno dovuto far ricorso alle cure sanitarie all’ospedale S. Elia. Uno degli agenti è stato raggiunto agli occhi da acqua e candeggina. I due arrestati sono algerini: Djlab Khalil, 29 anni, e Ammourra Mohammed Rafik, di 22. Gli altri due extracomunitari sono stati denunciati.

http://livesicilia.it/2013/06/13/rivolta-nel-cie-di-pian-del-lago-sassi-e-candeggina-contro-gli-agenti_332963/

Omicidio Maghrebino, indagato il fratello del morto

VICENZA. L’omicidio di Campo Marzo fu premeditato perché fu una spedizione punitiva. La procura ne è convinta, perché il giorno prima il killer fu sfregiato dal fratello della vittima. È per questo che, oltre agli 8 indagati per il delitto, il pubblico ministero Silvia Golin ha iscritto altre tre persone, fra cui appunto il fratello del morto, con l’ipotesi di lesioni gravi. NUOVI INDAGATI. Il pm, che da mesi coordina la complessa indagine della squadra mobile, contesta ad Abdelkader Ghrissi, 23 anni (avv. Chiara Bellini), Tarek Ben Ahmed, 30, e Aymen Garbi, 24 (avv. Annunziata Ciampi) l’aggressione del 7 settembre. Il terzetto accerchiò Mouhamid Injeh detto Hamza, 20 anni, nella zona di Campo Marzo: Ghrissi lo sferrò una testata, Garbi, Ben Ahmed e un quarto non identificato lo colpirono con calci e pugni e infine lo stesso Ghrissi lo sfregiò con un coltello al volto.
RICOSTRUZIONE. La sera dopo, fra le giostre di Campo Marzo, andarono in otto a cercare Abdelkader Ghrissi, ma individuarono suo fratello Rafik, che gestiva lo spaccio di droga davanti alla stazione. In precedenza c’era stata una “riunione operativa” in un bar. Gli otto si presentarono tutti armati di coltello, accerchiarono Rafik e lo colpirono prima con calci e pugni. Poi con le lame, ferendolo sulle mani, in testa e all’addome. I tre fendenti mortali li sferrò Hamza, lo “sfregiato” del giorno prima.
«ASSASSINI». Oltre ad Hamza (avv. Gaetano Crisafi e Marco Dominidiato), che per mesi si era detto minorenne, la procura contesta l’omicidio volontario a Mohamed Ben Fredj, 29 anni (avv. Agron Xhanaj), Fes Bobola, 18 (avv. Matteo De Meo), Tarek Khediri, 26 (avv. Sonia Negro), Omar Kazdaoui, 24, e Chawki Boussetta, 28 (avv. Mario Allegra). D.N.

Link Articolo: http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/447_news/462320_omicidio_indagato_il_fratello_del_morto/