Tag: pericolo

Spacciatore in fuga si getta nel fiume, per salvarlo chiamano elicottero!

Per sfuggire alla cattura da parte della polizia, che lo inseguiva, non ha esitato a gettarsi nelle gelide acque del Brembo. Nel fiume, trascinato dalla corrente, è rimasto per almeno mezz’ora. Per salvarlo sono stati mobilitate le forze dell’ordine, i pompieri e anche l’elicottero del 118.

Tutto ha avuto inizio intorno alle 17,45 a Bonate Sopra, nella zona delle Ghiaie. Nel corso di un’operazione di polizia – secondo quanto è stato possibile sapere – è stato individuato un sospetto. Che, vistosi scoperto, è fuggito.

Per non farsi catturare l’uomo, che avrebbe origini marocchine, ha tentato di tutto. Accerchiato, ha preferito gettarsi in acqua.

E’ stato subito trascinato via dalla corrente e rischiava di essere sopraffatto, anche per colpa del rischio di ipotermia. Sono stati mobilitati poliziotti e carabinieri, vigili del fuoco , mezzi e medici del soccorso sanitario 118.

L’uomo in balia dell’acqua è stato avvistato numerose volte in vari punti del fiume: alla fine è stato ripescato, dopo quasi mezz’ora, nel territorio del Comune di Curno. Soccorso dal personale medico, è stato giudicato fuori pericolo, almeno da un punto di vista medico.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/inseguito-si-lancia-nel-brembo-ma-la-polizia-lo-ripesca-a-curno_1049537_11/

 

Integrazione a Chiuduno: ancora scontri tra immigrati dopo morte dottoressa

Ancora i lampeggianti dei carabinieri, i mezzi del 118, un’arma e il sangue di un ferito. Ancora a Chiuduno. A due settimane esatte dalla tragedia di via Kennedy, al pestaggio e poi all’investimento di Kamur Baldev e della dottoressa Eleonora Cantamessa, torna la violenza fra stranieri a Chiuduno.

Teatro dell’episodio la via Montanari, zona ad alta concentrazione di residenti extracomunitari, dove poco dopo 19,30 di ieri un giovane di nazionalitĂ  pakistana è rimasto accoltellato al termine di una discussione successivamente sfociata in un violento litigio. Il confronto tra immigrati è divampato nei pressi di un negozio gestito da stranieri in via Montanari, la diagonale che dalla provinciale porta al centro congressi. Dalle parole si è passati ai fatti ed è spuntata una lama. Ad avere la peggio è stato un pakistano di 24 anni.

Il ferito non sarebbe in pericolo di vita e si trova ricoverato all’ospedale di Calcinate. Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri della stazione di Grumello del Monte, i quali mantengono il piĂą stretto riserbo sui fatti. Ma nella serata di ieri in stato di fermo alla stazione dell’Arma della Valcalepio sarebbero finiti due indiani, i quali potrebbero essere coinvolti nella lite terminata con l’aggressione del pakistano. Per cercare di chiarire le circostanze che hanno portato alla lite i carabinieri in serata hanno proceduto a sentire alcuni parenti dell’uomo rimasto ferito nella colluttazione. L’obbiettivo è cercare di capire se questa violenza sia scaturita da un contrasto accidentale oppure vi siano altre motivazioni dietro.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/395066_ancora_sangue_a_chiuduno_lite_fra_immigrati_un_ferito/

Evidentemente, le fiaccolate non servono a nulla.

Reggio Emilia: dominicano aggredisce ragazzo e lo manda in coma, catturato

La sera dello scorso 9 settembre in via Emilia Ospizio a Reggio Emilia nei pressi di un noto bar è stato brutalmente aggredito un cittadino italiano ad opera di un altro cittadino dominicano datosi immediatamente alla fuga.
L’uomo, ferito e immediatamente soccorso è stato trasportato al Santa Maria ove attualmente risulta ricoverato in prognosi riservata versando in stato di coma ed in pericolo di vita.
Alcuni clienti del bar , riferivano di aver udito altre persone litigare fra loro nella parte posteriore del bar, tre sudamericani di cui due donne e un ragazzo e un italiano.
A seguito della discussione l’italiano cadeva in terra colpito al volto dal ragazzo sudamericano il quale successivamente fuggiva in sella alla sua bicicletta in direzione via Vecchi.
Le immediate indagini svolte dalla squadra mobile, che provvedeva anche a visionare le immagini riprese da un circuito di videosorveglianza nonche’ ad assumere le testimonianze di alcuni passanti permettevano l’esatta ricostruzione della dinamica dell’accaduto e l’identificazione dell’autore dell’aggressione.
Le ricerche serrate degli investigatori hanno indotto l’indagato a consegnarsi spontaneamente.
Al termine degli accertamenti il dominicano è stato deferito in stato di liberta’ alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia per il reato di lesioni personali aggravate ex art
582-583 c.p. in considerazione del pericolo di vita in cui versa la vittima.
Le indagini hanno permesso di accertare che la lite e’ scaturita da motivi banali.

http://www.sassuolo2000.it/2013/09/14/reggio-emilia-aggredisce-uomo-e-lo-manda-in-coma-nei-guai-dominicano/

Kabobo a Torino: Moldavo uccide 24enne e e ferisce altri due

Pirata della strada moldavo ubriaco investe tre persone con una Bmw e ne uccide una

INTEGRAZIONE – Follia a Torino: il moldavo guidava come un folle e ha investito i pedoni. La polizia ha salvato il pirata della strada dal linciaggio di chi ha assistito alla scena.

Aveva solo 24 anni il ragazzo che è morto ieri notte a Torino, investito da un pirata della strada. Colpito dalla vettura di un moldavo ubriaco al volante, il ragazzo è morto sul posto. Ma il pirata della strada ha rischiato di fare altre vittime, guidando la sua Bmw come un folle mentre una folla di persone rientrava da un concerto.

Il moldavo ha infatti investito altre due persone, che però non sarebbero in pericolo di vita. Quando la polizia ha fermato il pirata della strada straniero, ha faticato non poco per allontanare i testimoni che hanno assistito alla tragica corsa dell’auto di grossa cilindrata: molte persone infatti volevano linciare l’omicida di un innocente.

http://www.mattinonline.ch/pirata-della-strada-moldavo-ubriaco-investe-tre-persone-con-una-bmw-e-ne-uccide-una/

Padova assediata: emergenza rapine ad anziane

PADOVA – Ancora un’anziana aggredita con violenza. Ieri sera poco dopo le 19 una donna di 75 anni è stata presa a pugni alla nuca da uno straniero che poi è fuggito, strappandole di dosso la collana. La donna è stata soccorsa sul posto dal personale del 118 e portata in ospedale, non è in pericolo di vita.

Soltanto tre settimane fa, sempre di sabato, si era verificata un altra rapina ai danni di una signora anziana in pieno centro. Una donna di 78 anni poco dopo le 22 in piazzetta Conciapelli era stata strattonata e spinta con violenza contro un muro, sotto i portici, da due immigrati che le avevano rubato la borsetta prima di fuggire.

http://voxnews.info/2013/06/16/padova-ennesima-aggressione-in-centro/

La procura ha altri impegni. E anche il sindaco part-time.

Non lo vuole, massacrata

VERCELLI, 03 GIU – Una donna, di origine ucraina, e’ stata aggredita con un coltello da cucina, poi a calci e pugni da un suo connazionale che e’ stato arrestato dai carabinieri.
E’ accaduto stamattina, in strada a Vercelli, al termine di un litigio nato,pare, perche’ lei non voleva una relazione con lui.
L’uomo, 48 anni, accusato di tentato omicidio, l’ha aspettata davanti al portone di casa. La donna non e’ in pericolo di vita,anche se ricoverata in ospedale con riserva di prognosi.

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/piemonte/2013/06/03/Aggredita-strada-ucraino-arrestato_8812618.html

 

Strage di Milano: sempre gravissimo il 21enne

 Picconate Milano: 21enne resta grave
"Dare la cittadinanza ai figli degli immigrati, ce lo chiede la societĂ  civile"

“Dare la cittadinanza ai figli degli immigrati, ce lo chiede la societĂ  civile”

 E' uscito dalla sala operatoria il gio-
 vane 21enne aggredito questa mattina in
 zona Niguarda a Milano da un ghanese di
 31 anni, che ha colpito a picconate 5  
 persone, uccidendone una.              

 Il ventunenne, aggredito mentre accom- 
 pagnava suo padre a scaricare i giorna-
 li, era stato ricoverato per i colpi   
 ricevuti alla nuca e alla schiena, all'
 ospedale Niguarda in condizioni dispe- 
 rate. Conclusa l'operazione, i medici  
 non ritengono che il giovane sia fuori 
 pericolo, pertanto la prognosi resta   
 riservata.

Perugia, ecuadoriano espulso per pericolositĂ  sociale: aveva … – Umbria 24 News


PerugiaToday

Perugia, ecuadoriano espulso per pericolositĂ  sociale: aveva
Umbria 24 News
Nel suo curriculum criminale ha una violenza sessuale e una rapina ai danni di una prostituta, ma anche arresti per rissa, resistenza a pubblico ufficiale e furti. A Perugia ma anche a Spoleto e in Toscana. E' stato più volte identificato anche perché
É un pericolo sociale, 24enne espulso Ecuadoriano allontanato da Il Messaggero

tutte le notizie (4) »

É un pericolo sociale, 24enne espulso Ecuadoriano allontanato da … – Il Messaggero

É un pericolo sociale, 24enne espulso Ecuadoriano allontanato da
Il Messaggero
PERUGIA – Ha una lunga lista di arresti alle spalle, anche da minorenne, per questo un 24enne originario dell'Equador residente a Santa Maria degli Angeli, ma molto attivo nel capoluogo umbro, è stato espulso per pericolositĂ  sociale. La misura

altro »

Bernareggio: picchia la moglie, arrestato uomo 48enne – MilanoToday


MilanoToday

Bernareggio: picchia la moglie, arrestato uomo 48enne
MilanoToday
Ha colpito alla testa l'ex moglie fino a spaccarle il cranio, rischiando di ucciderla, perché non voleva che si rifacesse una vita dopo il divorzio. La donna, ricoverata, non sarebbe in pericolo di vita e l'uomo è stato arrestato dai carabinieri per
Bernareggio. Picchia e spacca cranio dell'ex moglie: non accettava Blitz quotidiano

tutte le notizie (11) »