Tag: ordine pubblico

Livorno sotto assedio: immigrati incendiano moto e scooter

Residenti del quartiere infuriati. Questa notte, riportano i quotidiani locali , decine di scooter incendiati e per miracolo non sono esplose anche le auto vicine. Poteva essere una strage, se si pensa che molte auto hanno serbatoi GPL….Ma la protesta dei residenti e’ anche centrata sulla presenza di locali che attirano personaggi poco raccomandabili, frequenti risse, ubriachi a giro per la piazza e ovviamente furti, vandalismi e soprattutto spaccio. Il centro storico di Livorno, vedi Piazza della Repubblica, tutto il quartiere San Gaetano, piazza XX Settembre, viale Avvalorati, via dei Terrazzini e Piazza dei Mille, e’ allo sbando, una situazione fuori controllo che in altre citta’ e paesi ” normali ” avrebbe meritato ben altre ” attenzioni ” da parte delle amministrazioni comunali competenti e degli organi dello Stato, in primis questura e Prefettura. Alcune domande che cosa aspetta l ‘ amministrazione comunale con apposite ordinanze a far chiudere locali che arrecano palesi perturbative all’ ordine pubblico ed alla sicurezza? Cosa aspetta l’ amministrazione comunale, con polizia municipale a ispezionare gli appartamenti delle zone suddette per verificare la presenza di affitti al nero ad extracomunitari e confiscare le case ai proprietari come impongono le vigenti leggi antievasione con l’aggravante di favoreggiamento all’ immigrazione clandestina? E Prefettura e Questura perché non decidono un piano d’ installazione di telecamere nei punti caldi del centro storico livornese, sull’ esempio del prefetto di Pisa, che ha varato un piano di videosorveglianza in tutta Pisa? Perché continuare a ignorare il dato di fatto che il centro storico di Livorno sta divenendo un luogo dove la sicurezza e la pacifica convivenza sociale sono sempre piu’ minacciate? I residenti sono esasperati e basta un niente, perché possano accadere risse tra residenti ed extracomunitari, peraltro gia’ accadute nel recente passato e dove per un inezia si sono sfiorate situazioni davvero drammatiche.
OSSERVATORE LABRONICO

http://voxnews.info/2013/08/13/livorno-piazza-xx-settembre-in-mano-a-vandali-e-pusher/


In collaborazione con: Il Monitore Toscano

Zingari: in Bmw dalle villette di Coltano a Lucca, per rubare

Arrestati, tre giovani nomadi slavi, manco a farlo apposta, residenti nel campo nomadi di Coltano, che avevano compiuto un furto in un’ abitazione a Lucca nel quartiere S Filippo. Ma la brillante operazione della squadra mobile di Lucca, nei servizi di prevenzione anticrimine, che impiegava oltre 30 agenti ha permesso l’ arresto di questi criminali ed il sequestro di 3000 euro di refurtiva oltre alla costosa BMW ed arnesi da scasso. Abbiamo detto nomadi residenti nel campo di Coltano, e vorremmo sperare che non siano abitatori delle famose villette concesse gratis non si sa a quale titolo a questi pluripregiudicati, piu’ volte arrestati e con precedenti penali enciclopedici. Il progetto ” citta’ sottili ” e’ stato un fallimento dì ipocrisia per ovvi motivi elettorali che le amministrazioni comunali pisane, la provincia e la societa’ della salute, hanno prodotto, a carico ovviamente dei contribuenti pisani, che purtroppo per loro continuano e continueranno a dare il voto a questa sinistra fallimentare nella gestione della sicurezza ed ordine pubblico a Pisa e dintorni. Ma che cosa si aspetta ad assegnare le villette di Coltano a cittadini pisani, che vivono in precarie condizioni socioeconomiche?
Perche’ si continua ad assistere con ogni tipo di sussidio dei pluripregiudicati. Ed inoltre perche’ non si abbattono le costruzioni abusive vedi baracche e container adiacenti alla famose villette di Coltano, la cui costruzione era stata spacciata dalla precedente giunta comunale ” come superamento del campo nomadi “…Ora invece , abbiamo visto i risultati: abbiamo villette e servizi gratis per delinquenti e accampamenti abusivi, bene brava sinistra pisana. E intorno sorgono mega discariche con materiali estremamente pericolosi per l’ ecosistema del parco di S Rossore Migliarino, ma anche in questo caso i vertici del Parco fanno finta di non sapere e non vedere, e permettono queste vergognose nonche’ pericolose situazioni. Stesso discorso per il campo nomadi abusivo di Via della Bigattiera con oltre 500 presenze di nomadi, molti dei quali pluripregiudicati, che non si sa per quali motivo restino in territorio del parco liberi di terrorizzare con furti e rapine il litorale pisano. Stupisce quindi l’ immobilismo degli enti locali e delle Istituzioni, che in un paese ” normale ” avrebbero espulso questi pericolosi criminali d’ importazione e smantellato con decine di ruspe questi campi nomadi abusivi, vere e proprie centrali del crimine organizzato balcanico.

http://ilmonitoretoscano.blogspot.it/2013/03/andavano-rubare-in-bmw-lucca.html

Pisa: gravissima aggressione ad anziano da Zingari

Un anziano di 82 anni e’ stato aggredito con ferocia da una banda di rapinatori, che prima aveva staccato il quadro elettrico dell’ abitazione, costringendo l’ anziano ad uscire di casa per verificare il guasto, ma una volta uscito e’ stato selvaggiamente aggredito da due criminali mentre un terzo era in auto a fare da palo. Provvido e’ stato l’ intervento di un vicino di casa, che sentite le urla del malcapitato, e’ intervenuto facendo fuggire quelle ” belve feroci “,  nomadi provenienti dai tanti campi abusivi del Pisano. E’ ormai un ‘ emergenza quella costituita dalla criminalita’ balcanica e slava, che approfitta del buonismo ipocrita delle amministrazioni locali di sinistra, per usufruire di agevolazione tipo contributi per acqua luce gas , sanita ed istruzione, case, che i cittadini Toscani ormai si sognano…. Bande di criminali che quotidianamente perlustrano il territorio scegliendo preferibilmente vittime anziane le piu’ esposte ed indifese di fronte  a queste vere e proprie belve feroci. Ci domandiamo se i vertici della Regione Toscana, le prefetture Toscane considerano appieno la gravita’ della situazione in merito a SICUREZZA ED ORDINE PUBBLICO in Toscana, e si proceda speditamente allo SGOMBERO DEI CAMPI NOMADI ABUSIVI, ed all’ espulsione coattiva dei soggetti comunitari ritenuti pericolosi per l’ ordine pubblico e la sicurezza sociale.

http://ilmonitoretoscano.blogspot.it/2013/03/pisa-gravissima-aggressione-ad-un.html


Pontedera: anziani aggrediti da parcheggiatori abusivi all’ospedale

Immigrati che sono soliti stazionare, ai parcheggi ospedalieri del Nosocomio ” Lotti “. Questa volta vittime di un palese tentativo di ” estorsione con minacce “, due anziani coniugi, che sono dovuti fuggire impauriti e minacciati da decine di venditori abusivi che pretendevano l’ acquisto della loro merce contraffatta. Questi episodi, condannano in toto, la politica della maggioranza di sinistra che guida il comune di Pontedera, una politica tipicamente dello ” struzzo “, che non vuole vedere, i danni di questa immigrazione incontrollata e senza regole a Pontedera. E’ vergognoso infatti che cittadini, anziani, malati che si recano ai parcheggi ospedalieri, debbano pagare pure il ” pizzo ” estorsivo a queste bande di criminali d’ importazione. Vergognosa e’ la latitanza delle Istituzioni a Pontedera, che finora hanno permesso queste situazioni di palese illegalita’ e criminalita’ in aree ospedaliere, che al contrario dovrebbero essere maggiormente sorvegliate in quanto ” obiettivi sensibili “. Ma che la situazione ordine pubblico a Pontedera, viaggi sempre piu’ verso il caos, lo dimostra la recente apertuta di un posto permanente di polizia municipale alla stazione centrale di Pontedera. Dubitiamo che con qualche vigile urbano in piu’, il quartiere della Stazione, torni un luogo sicuro, e scompaiano nella zona, prostitute spacciatore e balordi di ogni genere, che provocano spesso risse moleste. Per far tornare la convivenza civile a livelli accettabili a Pontedera e dintorni, occorrerebbe che la politica, le amministrazioni, revocassero molte ” residenze ” facili verificando se vi sono realmente i requisiti di permanenza sul territorio nazionale. E controlli sugli affitti al nero , per scovare sia evasori fiscali e di Imu, che affittano e subaffittano monolocali ed appartamenti a decini di immigrati , verificando pure le condizioni igieniche. E magari come prevede la legge, agli evasori fiscali confiscare gli immobili….E controlli andrebbero fatti nel settore artigianale e commerciale per verificare la presenza di lavoratori stranieri al nero, ma qui le leggi sono troppo permissive sia per datori di lavoro che per immigrati clandestini. Basti ricordare che in Francia e Germania, l’ imprenditore che assume al nero clandestini, si vede chiudere la propria attivita’ e per lui si aprono le porte del carcere… , ci sembrano ovviamente leggi piu’ dure ed efficaci per combattere la clandestinita’.

http://ilmonitoretoscano.blogspot.it/2013/03/pontedera-ancora-vergognose-aggressioni.html