Tag: nuclei

Roma: sassate a vigilessa in Campo Nomadi comunale

Rissa al campo nomadi di Castel Romano: vigilessa colpita da un sasso

Raggiunta da un sasso mentre cercava di sedare una rissa scoppiata nel cuore della notte. Ad essere medicata con tre giorni di prognosi una vigilessa del Gruppo SPE (Sicurezza Pubblica Emergenziale) in servizio di piantone al campo nomadi di Castel Romano. La rissa è scoppiata intorno alle 2 della notte del 23 settembre.Rissa al campo nomadi di Castel Romano: vigilessa colpita da un sasso

RISSA TRA ROM – Secondo quanto riferito dagli agenti del Gruppo della Polizia Locale di Roma Capitale diretti dal comandante Antonio Di Maggio, la agente, in servizio H24 con una pattuglia ed altri due colleghi all’ingresso del campo attrezzato di via Pontina, è interventuta nel cuore della notte per cercare di mettere fine ad una violenta discussione scoppiata tra alcuni residenti del campo. Un tentativo non riuscito che ha visto poi altri contendenti scendere in campo con un litigio che si è ben presto trasformato in una rissa. Ad avere la peggio la vigilessa: colpita prima da alcuni schiaffi e colpi e poi raggiunta da un sasso scagliato da una delle due bande contendenti in seguito ad una sassaiola.

PIANTONE H24 – L’incidente ha coinvolto gli agenti di servizio di piantonamento al campo di Castel Romano. Una misura adottata dal Gruppo Spe dopo l’arrivo al campo di Roma ovest di alcune delle famiglie sgomberate lo scorso 13 settembre dal campo abusivo di via Salviati a Tor Sapienza. ‘Emigrazione’ dei rom di etnia serba verso il campo di via Salviati arrivata dopo l’incendio di una sessantina di nuclei abitativi dati alle fiamme dai residenti bosniaci in una sorta di guerra per il controllo del campo. Poi lo sgombero con il successivo ritorno sulla Pontina di alcune famiglie che ha reso necessario mettere almeno una pattuglia (con 3 agenti) di piantone H24 all’ingresso del campo in modo da scongiurare possibile nuove violenze all’interno dell’area.

IL SULPL – “Sono diversi mesi che stiamo chiedendo un incontro a chi si occupa di organizzare questi servizi ma non riceviamo ancora risposta” commenta Stefano Giannini, segretario del Sulp. “Si stanno esponendo colleghi a “piantonare” una guerra tra bande? Ricordiamo al Sindaco Marino che quella collega come tutti noi non ha diritto alla causa di servizio per cui è considerata un semplice malato come un fannullone qualsiasi, chiediamo che siano altri ad occuparsi di questi campi visto che si tratta oramai di interventi du pura gestione di ordine pubblico”.

http://www.romatoday.it/cronaca/vigilessa-ferita-rissa-campo-nomadi-castel-romano.html

I nomadi pronti al trasloco Tornano in Santa Giustina – Gazzetta di Modena

I nomadi pronti al trasloco Tornano in Santa Giustina
Gazzetta di Modena
Procedono i lavori per il trasferimento di sette nuclei familiari di nomadi dalla zona adiacente il cimitero, in via Galvani, nell'area di Santa Giustina. Lunedì si terrà un tavolo di confronto in cui verrà fatto il punto sulla conclusione dei lavori e

Via Lombroso, nomadi trasferiti nel nuovo Centro di accoglienza – Il Giorno


Il Giorno

Via Lombroso, nomadi trasferiti nel nuovo Centro di accoglienza
Il Giorno
Milano, 6 agosto 2013 – Sono stati trasferiti stamani dagli agenti della Polizia locale di Milano nel Centro di emergenza sociale di via Lombroso 90 nomadi che si trovavano nel campo di via Barzaghi. Si tratta di nuclei familiari con numerosi bambini
Via Barzaghi, smantellamento campo nomadiQuotidiano.net
Nomadi, novanta in nuovo centro MilanoANSA.it
ROM: APRE NUOVO CENTRO EMERGENZA A MILANO AGI – Agenzia Giornalistica Italia
02blog.it (Blog) –Corriere della Sera –CronacaMilano
tutte le notizie (11) »

ma erano proprietari di case e auto di lusso – La Repubblica


RSnews

ma erano proprietari di case e auto di lusso
La Repubblica
Dalle verifiche patrimoniali sui sei capifamiglia assegnatari di alloggi all'interno del campo rom di Castel Romano è emerso che sono risultati proprietari di appartamenti, terreni e auto di lusso. Così è stato effettuato l'allontanamento di sei nuclei
Alloggiano al campo rom. Ma possiedono auto e case. Allontanate Online-News

tutte le notizie (2) »

Alemanno: avanti con il piano nomadi – Il Messaggero


Il Messaggero

Alemanno: avanti con il piano nomadi
Il Messaggero
ROMA – Il piano nomadi del Campidoglio va avanti, con regole definite, nonostante gli ostacoli che arrivano dai ricorsi. «Ciò che giudichiamo insopportabile e inaccettabile è che il Tar, ormai da tre mesi, ci impedisce di espellere dai campi 64 nuclei
Marino come Pisapia, Alemanno imita la Moratti e punta su nomadi RomaToday
ALEMANNO: INSOPPORTABILE OSTRUZIONISMO TAR SU FALSI Roma Capitale News
L'ultima battaglia di Alemanno: "Nomadi devono lasciare i campi"Affaritaliani.it
MeridianaNotizie –L’Occhio Che –Online-News
tutte le notizie (12) »

Cuneo, arrestati 16 rom: usando i bambini svaligiavano appartamenti

Cuneo, 19 aprile 2013 – E’ di 16 misure cautelari, 10 a carico di minori e sei a carico di adulti, cui si aggiungono tre arresti in flagranza e due ricercati catturati, tutti di etnia Rom, il risultato dell’operazione ‘Lele’ contro i furti in abitazione, condotta dalla Polizia di Stato di Cuneo, con l’ausilio della Squadra Mobile di Torino.

Laura Boldrini agli zingari: "Siate orgogliosi della vostra cultura"

Lo riferisce in una nota la Polizia di Stato spiegando come “le indagini della Squadra Mobile di Cuneo hanno fatto emergere due distinte condotte criminali: una prima condotta, attuata da adulti con figli, consistente nell’inviare i minori, anche infraquattordicenni, a commettere, quotidianamente, reati contro il patrimonio e, precisamente, furti in abitazione”.

I minori “venivano controllati, guidati, sollecitati ed incoraggiati a delinquere dagli adulti che, consapevolmente e scientemente, approfittavano della minore eta’ dei figli per beneficiare del trattamento sanzionatorio favorevole previsto dalla legislazione penale vigente – prosegue la nota – I minori, quotidianamente, commettono da un minimo di uno ad un massimo di cinque furti in abitazione, sempre in orario diurno e con le medesime modalita’: effrazione delle porte a mezzo di grossi cacciaviti previa verifica dell’assenza dei proprietari all’interno.

“Una seconda condotta attuata da adulti con figli in tenera eta’ (infra dodicenni) e, in particolare, dalle donne adulte che venivano condotte, dai mariti, a perpetrare furti in abitazione “, precisa la nota. Tra i destinatari del provvedimento cautelare vi sono interi nuclei famigliari e, in particolare, quattro genitori responsabili, in concorso, dei furti perpetrati dai figli istigati e sollecitati a commettere furti in abitazione.

Nel corso delle indagini questa Squadra Mobile ha tratto in arresto tre nomadi in flagranza di reato di furto in abitazione a Fossano (Cuneo) nonche’ rintracciati due ricercati destinatari di custodie cautelari per pregressi furti sempre in abitazione. I furti in abitazione accertati ed ascrivibili al gruppo monitorato sono un centinaio.

http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Piemonte/Cuneo-furti-in-abitazioni-con-operazione-Lele-Polizia-sgomina-banda-rom_32106856244.html

 

 

 


Prostitute accoltellate a Marghera, aggressore stava fuggendo all … – VeneziaToday


VeneziaToday

Prostitute accoltellate a Marghera, aggressore stava fuggendo all
VeneziaToday
Tutte di etnia rom e provenienti dalla stessa cittĂ  della Bulgaria, come l'arrestato: "Si tratta del classico modello balcanico – ha spiegato il dirigente Marco Odorisio – piccoli nuclei di tre o quattro persone legati da vincoli di parentela o da

altro »