Tag: maria di leuca

Altri 38 invasori: arrivano in barca a vela!

18 mag. – Un’imbarcazione a vela di circa 10 metri, con a bordo 38 clandestini e’ rimasta incagliata all’imboccatura del porticciolo di Santa Maria di Leuca (Le) mentre, probabilmente, tentava l’attracco. Sul natante c’erano 38 invasori, di cui 36 di presunta nazionalita’ siriana, un iracheno e un iraniano. Nell’impatto nessuno e’ rimasto ferito, ma le motovedette inviate dalla Capitaneria di porto di Gallipoli sono state impegnate in una delicata operazione di disincaglio. A spese nostre.

Sul posto sono intervenuti carabinieri e militari della Guardia di finanza, oltre ai sanitari del 118 che hanno prestato le prime cure ai clandestini. Secondo le informazioni in possesso alla Capitaneria di porto, la navigazione sarebbe durata almeno una decina di giorni, ma non si conosce il porto di partenza.

http://voxnews.info/2013/05/18/38-migranti-in-barca-a-vela-salvati-nel-salento/

Puglia, sbarcati nella notte 51 coloni islamici

Sono sbarcati questa notte, sulle coste di Santa Maria di Leuca (Castrignano del Capo) in Puglia, cinquantuno stranieri di nazionalità afgana e pakistana. Tra di loro alcuni minorenni, quindi non rimpatriabili e destinati ad essere mantenuti con i soldi dei contribuenti italiani, e due donne in gravidanza che sono state visitate presso l’ospedale di Tricase. E’ stato sottoposto a cure mediche anche un uomo che si è fratturato un femore durante le operazioni di sbarco, tutto a spese degli italiani che sono tanto generosi. I coloni sono stati avvistati quando erano già sul suolo italiano,  in più punti del borgo del Capo – alcuni ancora nel porticciolo commerciale, altri nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Tricase o nei pressi di Corsano – cosa che denota l’assenza totale di controlli sulle acque territoriali. Chiunque è libero di colonizzare il territorio italiano. In tempi normali questi soggetti sarebbero stati definiti invasori e come tali respinti con la forza, oggi sono definiti “migranti” e vengono accolti, rifocillati, curati e infine mantenuti in un centro di accoglienza o da qualche organizzazione criminale che li userà come spacciatori o venditori abusivi di borse false.  Non viviamo tempi normali.

http://leuca.lecceprima.it/sbarco-immigrati-santa-maria-di-leuca-7-febbraio-2013.html