Tag: lesioni personali

Lo pesta per farlo studiare

Schiaffi e insulti al figlio per farlo studiare, mamma imputata al tribunale di Macerata.

Oggi si è aperto il processo per una donna romena di 43 anni, che vive a Tolentino, e che è accusata di abuso di mezzi di correzione. Secondo il pm Francesca D’Arienzo, la donna, in più di una occasione, avrebbe colpito con schiaffi il figlio (che all’epoca aveva dieci anni) e gli avrebbe tirato i capelli per motivi che erano legati allo studio.
La donna, sempre secondo l’accusa, lo avrebbe insultato ripetutamente, dandogli del deficiente e causandogli, a causa delle botte, lesioni personali in un caso giudicate guaribili in 8 giorni, in un secondo caso in 5 giorni (gli avrebbe causato una contusione al volto).
 La cosa era stata denunciata dal padre del ragazzino, che era separato dalla moglie. Queste le accuse per la donna per fatti che sarebbero avvenuti dal 2008 e fino al novembre del 2009. La donna è difesa dall’avvocato Umberto Sanarighi. “Si tratta di un episodio sporadico, dovuto ad un momento di crisi. Non è stato un maltrattamento, e spero che questo venga compreso dai giudici” dice l’avvocato Sanarighi.

http://www.cronachemaceratesi.it/2013/12/12/picchia-il-figlio-perche-non-studia-mamma-finisce-sotto-processo/410333/

Bologna: immigrati palpeggiano e picchiano italiana sull’autobus

Bologna 10 settembre 2013 – Il fatto è successo verso le 20 sulla linea 13, in via Emilia Ponente. La donna, una bolognese di 43 anni, stava per scendere alla fermata nei pressi dell’incrocio con via Triumvirato, quando si è sentita toccare il fondoschiena. Alle sue spalle tre giovani, ubriachi, che si erano giĂ  fatti notare per il baccano e le grida. La donna ha  individuato chi l’aveva toccata e gli ha sferrato uno schiaffo, poi è scesa dal bus. Il colpevole, 23enne di nazionalitĂ  romena, l’ha seguita e le ha restituito lo schiaffo intimandole di non chiamare la polizia, prima di salire con i due amici su un altro bus, l’86. Nonostante le minacce, la 43enne ha avvertito il 113 e gli agenti, che in zona avevano in corso un servizio antiborseggio sui mezzi pubblici, hanno raggiunto e bloccato il romeno, insieme a un connazionale. Oltre all’arresto per violenza sessuale, il giovane è stato denunciato per lesioni personali, violenza privata e minacce. L’amico che era con lui, anch’egli 23enne, è stato trovato in possesso di 5 cellulari (uno dei quali risultato rubato poche ore prima, sempre a bordo di un bus) ed è stato denunciato per ricettazione.

http://www.bolognatoday.it/cronaca/violenza-sessuale-autobus-13-arresto.html

 

La pesta a sangue e la stupra: arrestato cingalese

Napoli, 10 set. – Per anni ha picchiato la moglie e l’ha violentata: un 30enne srilankese e’ stato arrestato dai carabinieri di Napoli e ora deve rispondere di violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia continuati, lesioni personali e minacce aggravate. Fernando Jude Suraga Warnakulasurija e’ stato sorpreso e bloccato da militari dell’Arma in vico Cimmino, dopo una richiesta d’aiuto al 112, mentre all’interno della propria abitazione aggrediva a calci e pugni, minacciandola di morte, la consorte 32enne. Accertamenti hanno mostrato come le violenze avvenivano da tempo.

Roma: romeno assale la moglie con coltellaccio di mezzo metro

Minuti di paura la scorsa notte al Trullo dove un 41enne, romeno, ha aggredito la moglie e minacciata con un coltello lungo circa 50 centimetri, per poi essere arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur. L’episodio è accaduto in un’abitazione di via Monte delle Capre dove l’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, è rientrato a casa dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo e per futili motivi ha inscenato una lite verbale contro la moglie, connazionale di 35 anni. Il diverbio è degenerato e il 41enne ha aggredito la moglie minacciandola con un grosso coltello lungo mezzo metro, il tutto davanti ai figli di 8 e 10 anni. La donna, riuscita a sfuggire dalle grinfie del suo aguzzino, ha chiesto aiuto al 112. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur sono immediatamente intervenuti presso l’abitazione ma, l’uomo, visibilmente in stato di ebbrezza, aveva nascosto l’arma. Su indicazione della donna i militari sono riusciti a recuperare e sequestrare il coltello mentre, l’uomo, è stato ammanettato ed accompagnato in caserma. L’arrestato, accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, è stato tradotto presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Per la donna e i figli fortunatamente solo tanta paura.

Aggressione con cacciaviti e spranghe: arresti a Casalbordino, nei … – Chietitoday


Chietitoday

Aggressione con cacciaviti e spranghe: arresti a Casalbordino, nei
Chietitoday
I due albanesi T. B. e N. Y. sono stati rintracciati nelle loro abitazioni di Casalbordino e tratti in arresto con le accuse di concorso in tentato omicidio, lesioni personali e porto ingiustificato di arnesi atti ad offendere. Attualmente sono reclusi

altro »

Spedizione punitiva con cacciaviti e spranghe: arresti a … – Chietitoday


Chietitoday

Spedizione punitiva con cacciaviti e spranghe: arresti a
Chietitoday
I due albanesi T. B. e N. Y. sono stati rintracciati nelle loro abitazioni di Casalbordino e tratti in arresto con le accuse di concorso in tentato omicidio, lesioni personali e porto ingiustificato di arnesi atti ad offendere. Attualmente sono reclusi

altro »

Parla con un altro: massacrata dal marito macedone


targatocn
Marito picchia la moglie per gelosia, l’aveva vista parlare con un

La ‘cultura’ può fare brutti scherzi ed è costata assai cara ad un 37enne agricoltore macedone che vive ad Alba ed è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica dai Carabinieri della Compagnia di Alba peri reati di lesioni personali, violenza

Non poteva avvicinarsi al figlio, arrestato marocchino – abruzzo24ore.tv


abruzzo24ore.tv

Non poteva avvicinarsi al figlio, arrestato marocchino
abruzzo24ore.tv
A quel punto sono tornati i carabinieri che lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Qualche giorno fa, lo stesso marocchino si rese protagonista di un'azione simile: scavalco' il cancello della struttura d

altro »

Reggio, rapine aggravate e lesioni personali: Arrestato marocchino … – Strill.it

Reggio, rapine aggravate e lesioni personali: Arrestato marocchino
Strill.it
Di seguito la nota diffusa dalla Questura: Nella mattinata di ieri personale della Squadra Mobile, al termine di un'intensa attivitĂ  investigativa, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha tratto in arresto, in esecuzione dell'Ordinanza di

Rissa tra romeni nel Ragusano: – BlogSicilia.it (Blog)


BlogSicilia.it (Blog)

Rissa tra romeni nel Ragusano:
BlogSicilia.it (Blog)
Rissa tra romeni con due feriti a colpi di coltello a Vittoria, in provincia di Ragusa, dove la polizia è intervenuta ed arrestato il presunto accoltellatore, Dumitru Abuziloaie, un romeno di 32 anni, per lesioni personali gravi e porto abusivo di arma
Arrestato romeno accoltellatoreCorrierediRagusa.it
Rissa tra rumeni in contrada AlceritoIl Giornale di Ragusa
VITTORIA. POLIZIA E CARABINIERI ARRESTANO radiortm.it
La Repubblica Palermo.it
tutte le notizie (7) »