Tag: Lecce

Derubato insegue topo d’appartamento che finisce dritto fra le mani … – Lecceprima.it


Lecceprima.it
Derubato insegue topo d’appartamento che finisce dritto fra le mani
Lecceprima.it
La polizia ha arrestato un georgiano in “trasferta” da Bari a Lecce. Ha notato l’uomo nascondersi nel giardino. Ha cercato di fermarlo e gli s’è messo alle calcagna. Le urla e il movimento hanno attirato altri passanti, che hanno composto il 113. Le  

Dal Campo Nomadi alle razzie e poi ritorno

In trasferta dal campo rom per rubare nel brindisino: arrestate due minori

LECCE – In trasferta per rubare. Erano partite dal campo nomadi “Panareo”, sulla Lecce-Campi Salentina, dove risiedono tra i connazionali della comunità rom, per raggiungere Carovigno, in provincia di Brindisi. Obiettivo, ripulire le abitazioni di denaro e preziosi.

Solo che questa volta a due minorenni è andata male. Molto meglio alla vittima del furto, sicuramente, che ha potuto recuperare denaro e oggetti preziosi per un valore di 3.500 euro. I carabinieri della stazione di Carovigno, infatti, hanno individuato e poi arrestato la coppia di ragazze. Entrambe dovranno rispondere di furto aggravato. Nel frattempo, su disposizione dell’autorità giudiziaria, hanno compiuto un’altra trasferta, ma questa volta da Brindisi presso il centro di prima accoglienza di Bari.

Le giovani rom sono riuscite a introdursi nell’abitazione di un 36enne del luogo, alla periferia di Caroviglio, in contrada “Urso”. Una volta dentro, approfittando dell’assenza del proprietario, hanno rubato monili di oro e denaro contante per un valore che si aggira intorno a 3.500 euro. Arraffato il bottino, si sono date alla fuga. Durata davvero poco.

Da quelle parti hanno infatti incrociato una pattuglia dei carabinieri, i quali si sono insospettiti non poco notando le due ragazze allontanarsi dall’abitazione con fare sospetto. Così sono state raggiunte e fermate per un controllo. Ed ai militari è parso subito evidente che la coppia stava tentando di fare perdere le tracce perché addosso entrambe avevano qualcosa che scottava: la refurtiva frutto del furto che avevo compiuto poco prima. Bottino che è stato interamente riconsegnato al proprietario dai carabinieri.

Potrebbe interessarti: http://www.lecceprima.it/cronaca/carovigno-brindisi-lecce-rom-minori-arrestate-furto.html

In trasferta dal campo rom per rubare nel brindisino: arrestate due … – Lecceprima.it

In trasferta dal campo rom per rubare nel brindisino: arrestate due
Lecceprima.it
Il campo rom "Panareo" (foto di archivio). LECCE – In trasferta per rubare. Erano partite dal campo nomadi “Panareo”, sulla Lecce-Campi Salentina, dove risiedono tra i connazionali della comunità rom, per raggiungere Carovigno, in provincia di Brindisi.

AGGREDISCE POLIZIOTTI, CITTADINA NIGERIANA ARRESTATA A … – IL METEO.IT


Il Quotidiano Italiano

AGGREDISCE POLIZIOTTI, CITTADINA NIGERIANA ARRESTATA A
IL METEO.IT
Una volta in commissariato la nigeriana e' stata identificata ed e' risultata in possesso di regolare permesso di soggiorno, ma domiciliata a Lecce, dove e' stata accompagnata in regime di arresti domiciliari. Due agenti, invece, hanno fatto ricorso
Manduria, prende ad unghiate poliziotti e tenta di spegnere sigaretta Il Quotidiano Italiano

tutte le notizie (3) »

Lecce, arrestato l’albanese fuggito dopo il blitz antidroga della Dia – Quotidiano di Puglia


LecceSette

Lecce, arrestato l'albanese fuggito dopo il blitz antidroga della Dia
Quotidiano di Puglia
LECCE – E' stato arrestato nella tarda mattinata l'albanese che ieri era riuscito a sfuggire all'arresto: si tratta di Kristaq Boci, 43enne di Valona, giĂ  conosciuto come Arben Meca, nome con il quale ha subìto una condanna definitiva dalla Corte d
Lecce, trovato e arrestato albanese fuggito 2 giorni fa con manette ai La Gazzetta del Mezzogiorno
Traffico di eroina dall'Albania: arrestato il fuggitivoLecceSette
DIA Lecce: sequestrati 3,4 kg di eroina a tre cittadini albanesi il Paese Nuovo
Leccenews24 –Lecceprima.it
tutte le notizie (10) »

Clandestino africano con permesso falso pesta donna: libero

 
Una lite all’interno di un’abitazione in via Diaz a Lecce: dopo essere stato allertato da questa segnalazione, il personale dell’Ufficio Volanti, ieri, si è recato immediatamente sul posto. All’esterno già si udivano grida di aiuto. Gli agenti, così, sono intervenuti, separando un uomo e donna.
L’abitazione era stata messa a soqquadro: sedie rovesciate e oggetti rotti sul pavimento, la porta della camera da letto era stata sfondata a calci dall’uomo, un nigeriano di 21 anni. La donna, anch’ella di origini nigeriane, ha riferito ai poliziotti che i loro litigi erano iniziati già sabato scorso, e che, in tale occasione lei sarebbe stata picchiata e minacciata di morte dal 21enne, con il quale aveva una relazione.

Alla precisa richiesta degli operatori, il giovane non è stato in grado di esibire alcun documento di riconoscimento. In casa, in una borsa, sono stati trovati due permessi di soggiorno con numerosi elementi di falsità e contraffazione.

Gli agenti, pertanto, hanno proseguito con gli accertamenti, dai quali è emerso che l’uomo aveva falsificato i due permessi di soggiorno per sfuggire ad eventuali controlli, dal momento che con i reali dati anagrafici risultavano a suo carico precedenti penali e la sottoposizione a procedimenti penali in corso.

Al momento il 21enne è stato indagato in stato di libertà per false attestazioni a Pubblico Ufficiale e possesso di atto falso, mentre al compagna si è riservata di sporgere querela per minacce, percosse e violenza privata. Analogamente il proprietario di casa, si è riservato di sporgere querela per i danni arrecati all’abitazione.

Permesso di soggiorno falso, pesta una donna e rimane libero?

Lecce, nigeriano ricomincia a perseguitare gli automobilisti

LECCE 13 mag 2013 – Non contento, ci ha riprovato ancora. Fino a questo pomeriggio, quando gli agenti delle volanti lo hanno fermato e arrestato. Moritz Ifeanyi Ehiejilikwe, nigeriano di 24 anni, è finito in manette intorno alle 18, 30, mentre si trovava, ancora una volta, in viale Gallipoli dove, all’incrocio con viale Oronzo Quarta, all’altezza di un bar, stava tentando di fermare i conducenti, per farsi consegnare loro del denaro. Con nonchalance. A pochi passi dalla sede della questura.

Fermato giĂ  lo scorso 8 aprile , mentre si aggirava nei pressi dello stesso semaforo, il 25enne era stato colto sul fatto mentre minacciava una donna al volante, impedendole di camminare e consigliandole di non passare piĂą da quella zona, altrimenti avrebbe giĂ  saputo “come fargliela pagare”. Bloccato dalla sezione volanti con l’accusa di lesioni, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, fu anche sanzionato per essersi rifiutato di fornire le proprie generalitĂ  e per non osservare alcune disposizioni contenute nell’ordinanza sindacale che vieta l’accattonaggio in prossimitĂ  dei semafori.

Davanti alla reiterazione del reato, e alle numerose segnalazioni giunte alla questura leccese, gli agenti hanno provato ad esortarlo di seguirli presso gli uffici. Ma il ragazzo ha tentato di allontanarsi, inveendo contro i poliziotti e opponendo ancora una volta resistenza per sfuggire ai controlli fino a quando sono scattate le manette, come stabilito dal magistrato di turno che ne ha disposto l’arresto.

http://www.lecceprima.it/cronaca/arresto-nigeriano-viale-stazione-lecce-13-maggio-2013.html

 

FRIGOLE – Arrestato un moldavo accusato di omicidio che era … – ManduriaOggi


ManduriaOggi

FRIGOLE – Arrestato un moldavo accusato di omicidio che era
ManduriaOggi
Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Brindisi, unitamente ai loro colleghi della Squadra Mobile di Lecce, ieri mattina all'alba hanno proceduto alla cattura di VITALI Sergi, alias VITALI Serghei, alias VASA Igor nato in Moldavia il 21.06
Arrestato evaso dal carcere di Padova: aveva ucciso un moldavoTutto News
Acciuffato “Barabba” nelle campagne di Frigole. Era evaso a Lecceprima.it

tutte le notizie (7) »

Ci sono “un Indiano, un Marocchino e una Xenofila”: scazzottata in questura


LECCE – Certo che la scelta del luogo dove darsele di santa ragione non era quello piĂą appropriato, se mai esistesse posto “ideale” dove dare sfogo alla violenza. Eppure, tanto doveva essere il rancore tra i tre, per fatti ancora non noti alla polizia, che alla fine la scazzottata è partita proprio nella questura di Lecce. Zuffa tra un Indiano di 33 anni, un Marocchino di 41 e una donna italiana xenofila di 45enne. Un ferito tra loro, il filippino, e tutti denunciati dagli agenti delle volanti per rissa aggravata.

Il fatto è accaduto ieri pomeriggio, quando un agente in servizio al corpo di guardia della Questura, dopo avere notato i tre discutere animatamente, ha chiesto ai colleghi delle volanti di intervenire. Al loro arrivo, nonostante l’agente addetto al corpo di guardia tentasse di separarli, i tre hanno iniziato la rissa con calci e pugni.

Eppure, all’arrivo dell’indiano in questura, l’agente lo aveva invitato ad attendere, poichĂ© in quel momento vi erano altre persone che aspettavano il turno per entrare nell’uffio delle denunce. Ma In quel frangente è giunta la coppia che, nonostante si trovasse in un ufficio dipolizia, si è scagliata contro il 33enne. Ad avere la peggio, proprio quest’ultimo. Trasporato a bordo di una ambulanza del 118 presso il pronto soccorso del Vito Fazzi di Lecce, i medici gli hanno riscontratouna ferita lacero contusa, con esteso ematoma nella zona sotto oculare sinistra. Dopo essere stato medicato il 33enne indiano non è piĂą ritornato in Questura per formalizzare la denuncia.

Il porto di Genova crocevia della droga – il Giornale


Giornale di Brescia

Il porto di Genova crocevia della droga
il Giornale
Il porto di Genova crocevia del traffico internazionale di stupefacenti: lo conferma il procuratore distrettuale antimafia, Michele Di Lecce, nel comunicare i particolari della maxi-operazione antidroga che ha portato all'arresto, ieri mattina, di 25
Sequestrato un quintale di droga Arrestati 25 trafficantiLa Repubblica
Maxi operazione antidroga: sette arresti a BresciaGiornale di Brescia
A Brescia il “Terminal” della droga, 7 arrestiQui Brescia
Il Vostro Giornale –InfoOggi
tutte le notizie (22) »