Tag: il passo

Osa lamentarsi del chiasso notturno: famiglia romena lo massacra

Palermo settembre 2013 – Da violenza verbale e fisica il passo è breve. Aggredito nella notte un uomo, residente in uno stabile di via Paolo Emiliani Giudici, da due condomini di nazionalitĂ  romena. In manette con l’accusa di lesioni personali A.I.P (39 anni) e S.C (28 anni), colpevoli di avere picchiato un uomo che li aveva invitati ad abbassare il volume della voce. All’arrivo delle pattuglie, gli agenti hanno trovato una folta folla nell’androne del palazzo. Interrogando il fratello della vittima, la polizia ha potuto ricostruire parte della dinamica. Quest’ultimo ha riferito che il fratello si sarebbe lamentato dal balcone con gli inquilini del piano terra, una famiglia romena solita nell’intrattenersi fino a tarda sera con schiamazzi molesti. Dopo aver ricevuto un secco no, l’uomo è sceso per andare a parlare con i vicini, trovandone alcuni ad attenderlo vicino alle scale. L’uomo è stato così “gettato” dentro casa ed aggredito da due uomini. Il fratello della vittima, sentendo le urla e preoccupato dalla situazione, è sceso di corsa in difesa del familiare riuscendo così a farlo scappare. A confermare la dinamica sono stati gli altri abitanti della palazzina, che hanno inoltre spiegato di aver denunciato in passato certi atteggiamenti. Gli altri componenti della famiglia di origine romena non hanno negato l’accaduto, fornendo però una versione diversa. Gli agenti, seguendo le tracce di sangue, hanno trovato la vittima in evidente stato di shock, con evidenti ferite al volto ed alle braccia. L’uomo è stato portato all’ospedale Civico dove gli sono stati pronosticati dieci giorni di riposo. Dopo aver identificato i presunti aggressori, gli agenti li hanno arrestati per lesioni personali. Su disposizione dell’autoritĂ  giudiziaria sono stati condotti nelle camere di sicurezza in attesa del rito per direttissima. Denunciata in stato di libertĂ  la donna che viveva con i due romeni.

http://www.palermotoday.it/cronaca/aggressione-via-emiliano-paolo-giudici-22-settembre-2013.html

 

Immigrati con furgone bianco aggrediscono ragazzina

In pieno giorno ad Aviano, ricercati in provincia due uomini di pelle olivastra che hanno tentato di aggredire una quattordicenne la quale è riuscita a fuggire

AVIANO – Attimi di terrore, poco dopo le 13 di giovedì scorso, ad Aviano nella centralissima via De Zan. Secondo quanto narrato da una ragazzina ai genitori, e successivamente denunciato dagli stessi alle forze dell’ordine, una quattordicenne è riuscita a sfuggire a un’aggressione.

A seguito di questo episodio, sono ricercate, sul territorio provinciale, due persone di pelle olivastra, fuggite su un furgone bianco. Pare che la ragazzina sia anche in grado di tracciare un identikit dei due malintenzionati e la famiglia gradirebbe che fossero distribuiti volantini in tutto il territorio del Friuli occidentale.

Ma ecco quanto accaduto. Stando a quanto narrato dalla ragazzina, la stessa sarebbe arrivata in corriera ad Aviano, scendeno vicino all’ufficio postale. Si sarebbe successivamente incamminata in direzione della Coop lungo via Stretta, fino a imboccare via De Zan. Qui sarebbe stata avvicinata da un furgone bianco, sul quale si sarebbero trovate le due persone di pelle olivastra.

L’uomo seduto al posto del passeggero avrebbe abbassato il finestrino passandosi la lingua sulle labbra. La ragazzina, pur impaurita, avrebbe proseguito a camminare, accelerando il passo. Il malntenzionato, allora, sarebbe sceso gridandole: «Vieni qui! Vieni subito qui!». A quel punto la quattordicenne sarebbe fuggita im direzione della Coop, gridando e attirando l’attenzione di un amico di famiglia.

Quest’ultimo si sarebbe anche messo alla caccia del furgone, senza però riuscire a trovarlo. Le ricerche, come anticipato ieri sera da Tpn, sono ora condotte dalle forze dell’ordine.

http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2013/03/09/news/ragazzina-sfugge-agli-aggressori-1.6666707

C’è sempre il solito “furgone bianco”.