Tag: funzionanti

Roma: fucili d’assalto scoperti in Campo Nomadi del Comune


La Notizia Oggi

CRONACA – Una vera e propria armeria clandestina è stata scoperta dai Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone nel corso di un controllo scattato all’interno del campo nomadi di via Salviati. I militari, impegnati nell’operazione, hanno notato da lontano gli strani movimenti di un ragazzo di origini montenegrine di 22 anni che, alla vista degli uomini dell’Arma, ha iniziato a maneggiare freneticamente degli strani e voluminosi fagotti.

Quando i Carabinieri si sono avvicinati per vedere cosa stesse facendo, il ragazzo è stato sorpreso ad occultare, nei pressi della sua baracca, dei fucili avvolti in strati di vestiti. Ne sono stati recuperati 9, tutti in ottimo stato e perfettamente funzionanti, tra carabine, fucili automatici, doppiette e canne sovrapposte di vari modelli e calibri.

Interpellato sulla provenienza e sui motivi della detenzione delle armi, il giovane si è chiuso in un  mutismo assoluto. Grazie agli accertamenti eseguiti sulla Banca Dati delle forze dell’ordine è emerso che 7 dei fucili recuperati erano provento di un furto in abitazione messo a segno l’11 marzo scorso nella zona di Spinaceto. Sul conto degli altri due fucili, che al momento dell’interrogazione al terminale non sono risultati oggetti di furto, sono tuttora in corso i dovuti accertamenti.

Molto probabilmente il 21enne stava tentando di “piazzare” le armi al miglior offerente, attività che gli avrebbe permesso di raggranellare un bel gruzzolo. Il giovane nomade è stato portato nel carcere di Regina Coeli, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Firenze, arrestati otto “migranti” albanesi per traffico di droga

Firenze, 26 giugno 2013  – Dalle prime luci dell’alba di oggi 60 finanzieri del Gruppo Operativo Antidroga (Goa) e del Gico di Firenze, stanno procedendo al fermo di 8 soggetti di origine albanese componenti di una pericolosa organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, domiciliati tra Castelfiorentino (Firenze), Capannoli (Pisa), Arezzo, Pisa e Livorno. I provvedimenti sono stati emessi dal pm della Dda Giulio Monferini, al fine di impedire la commissione di ulteriori reati e di evitare la fuga all’estero dei responsabili.

Le attivita’ di indagine, condotte dai finanzieri del Goa dal novembre 2012 ad oggi, hanno portato, nel tempo, al sequestro, in piu’ operazioni, di complessivi chili  220 di marijuana e chili  2 di cocaina ed all’arresto in flagranza di altri 2 soggetti, sempre di etnia albanese, ad Incisa (Firenze) e San Miniato (Pisa). L’organizzazione criminale sgominata, composta da soggetti tutti con specifici precedenti penali e di polizia, grazie a contatti con altri connazionali residenti in Albania, gestiva numerose spedizioni di marijuana dal citato paese balcanico all’Italia e, di recente, aveva visto i propri interessi orientarsi verso la cocaina, che veniva acquistata nei Paesi Bassi.

Il possesso di armi perfettamente funzionanti, in particolare di una Glock calibro 9×21 risultata essere provento di furto in provincia di Pisa e una Beretta calibro 22 munita di silenziatore, cosi’ come di un passamontagna nero e di circa 160 cartucce di vario calibro, rinvenuti nel corso delle varie operazioni, fornisce ulteriori elementi sulla pericolosita’ dell’intero sodalizio. Lo stupefacente sequestrato era destinato al mercato toscano e, una volta suddiviso in dosi, avrebbe potuto fruttare ai responsabili oltre 2,5 milioni di euro A tutti i fermati, oltre alla detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, e’ stata contestata anche l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti.

http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/2013/06/26/910276-finanza.shtml