Tag: Forze

Notte di controlli, i carabinieri effettuano quattro arresti in flagrante – gonews


gonews
Notte di controlli, i carabinieri effettuano quattro arresti in flagrante
gonews
Dopo una serie di accertamenti hanno trovato il responsabile del furto, un algerino di anni 37, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato tratto in arresto per furto aggravato e la refurtiva è stata restituita all’avente diritto. L’ultimo arresto

Bambina stuprata dal domestico filippino per anni

Secondo il pm avrebbe approfittato della piccola quando i genitori non erano in casa.

Le accuse sono pesanti: violenza sessuale su una minore di 14 anni. Gli abusi risalgono a qualche tempo fa, quando la bambina aveva meno di dieci anni. Per mesi la piccola si è tenuta per se il segreto, poi lo ha confidato ai genitori, che si sono rivolti alle forze dell’ordine. Ed è scattato l’arresto, portato a termine con grande riserbo qualche giorno fa a Cagliari. La procura è intenzionata a chiedere il giudizio immediato.

http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2014/01/03/abusi_sessuali_su_una_bimba_arrestato_domestico_filippino-6-348055.html

Clandestini bloccano strada, sassaiola contro agenti: vogliono tredicesima di 500€

Circa 200 extracomunitari ospiti del Cara di Mineo, in provincia di Catania, hanno occupato questa mattina all’alba la strada statale Catania-Gela, bloccando il traffico. Per protestare contro il ritardo, dopo l’ottenimento dello status di asilo, nella consegna del denaro per poter partire. Tafferugli si sono verificati tra alcuni degli immigrati e la polizia all’ingresso dell’abitato di Palagonia. Da un gruppo di dimostranti è partita una sassaiola contro i mezzi delle forze dell’ordine, che hanno risposto con il lancio di lacrimogeni. Gli immigrati hanno scagliato grosse pietre anche contro alcuni giornalisti.

Nel Cara vivono circa 4.000 profughi clandestini, ma a protestare sono soltanto quelli ai quali è imposto l’obbligo di soggiorno, che sono approssimativamente 350. Tra i motivi del loro malcontento, anche il fatto di non aver ricevuto il pagamento dell’indennità di 500 euro prevista per la loro particolare condizione.
Nei giorni scorsi, uno dei profughi clandestini del Cara, un ragazzo di 21 anni, si era suicidato.

Problemi questa mattina anche al Cie di contrada Milo nel Catanese. Il ventenne senegalese Mass Ndiaye ha tentato la fuga ed è stato arrestato. Lo straniero aveva chiesto ai carabinieri di parlare con personale del Centro per motivi suoi personali, quindi ha cercato di imboccare uno dei corridoi che portano fuori ma è stato trattenuto dai militari e ha reagito colpendo uno di loro con un pugno in faccia. Ha poi impugnato uno strumento trasformato in rudimentale coltello ma è stato immobilizzato prima che potesse usarlo. Adesso è accusato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

http://www.si24.it/2013/12/19/i-migranti-del-cara-di-mineo-occupano-la-statale-chiedono-i-soldi-per-poter-andare-via/24227/

Non bastano loro 45€ al giorno, vogliono la ‘tredicesima’, o definitela come vi pare, ma la sostanza è questa. Di una cosa potete stare certi: non andrà in onda al Tg2.

Allarme rapine di Natale: ma se ti difendi ti arrestano

E’ allarme per le rapine di Natale, in tutte le gradi città, ma non solo. L’altro giorno a Roma undici colpi due ore. L’assalto della cosiddetta piccola criminalità e’ a tutto campo: gioiellerie, farmacie, supermarket. Ma anche singoli passanti, rapinati per strada di rolex e portafoglio. I pericoli maggiori si corrono nella fascia oraria tra le 18 e le 21. Il momento del ritorno a casa. Ma i ladri non hanno più’ orari, non solo di notte, anche di primo mattino. E sono sempre più violenti, non come una volta quando il ladro era sempre disarmato, perché il suo mestiere era quello di ladro e non di violento rapinatore. Molte le tragedie. Nel giro di pochi giorni una anziana, massacrata al Circeo per pochi euro ed un altra a Biella, da tre giovinastri. I delinquenti più violenti sono normalmente dei paesi dell’est ed in particolare romeni. I ladri georgiani. Non si tratta di razzismo, ma bisogna pure capire la reazione della gente comune, come ad esempio, quando a Milano e’ stata ridotta la pena a 9 anni, ed al massimo uscirà tra tre anni, al giovane e minorenne rom, “per il disagio sociale in cui aveva vissuto”. E poi che succede se qualcuno, pur sbagliando, si difende, finisce subito in cella. E si parla di Far West. Cosi’ e’ successo al giovane meccanico di Serle, in provincia di Brescia, che esasperato, ha preso il suo fucile da caccia ed ha sparato un giovane albanese, che di scorribande ne aveva gia’ fatte parecchie. Mirko Franzoni di 26 anni si trova in galera. Mentre non molto lontano ad Albiasenego, vicino a Padova, un rapinatore sparava a bruciapelo ad un ragazzo di 22 anni, Andrea Furlan, gravissimo. E si salverà non sarà’ più’ lui. Il padre, affranto, al Tg! ha commentato, tanto anche se lo prendono “tra sei mesi sarà fuori”. Le forze dell’ordine sono encomiabili, fanno quello che possono, ma non possono riuscire a contrastare un simile aumento della criminalità. Con una magistratura che non aiuta, con depenalizzazioni ed attenuanti. Poi ci si mette chi vuole tirare fuori i delinquenti con indulti o amnistie. Magari il governo dovrebbe pensare a costruire più carceri. Ci sono anche opere che possono essere realizzate rapidamente. Perché se in una baracca ci sono ancora molti dimenticati terremotati o alluvionati, ci può finire anche qualche delinquente.

– See more at: http://www.in20righe.it/cronaca/3226-allarme-rapine-per-natale-ma-e-peggio-se-sorprendi-il-ladro.html#sthash.HB0pnH60.dpuf

Roma: ecuadoriano distraeva anziane in parcheggi mentre complici le derubavano

Roma: distraeva anziane in parcheggi mentre complici le
Il ragazzo, originario dell’Ecuador e già conosciuto alle forze dell’ordine, era diventato il terrore dei parcheggi dei centri commerciali della zona. Almeno tre i colpi messi a segno, documentati dai Carabinieri nel corso dell’indagine, la quale ha
ROMA: ANZIANI VITTIME DI FURTI, LADRO “ALL’AMATRICIANA AgenParl – Agenzia Parlamentaretutte le notizie (6) »

Scoperta piazza di spaccio in via Ripuaria: tutti africani gli spacciatori

Gli arrestati sono Armah Joseph Teiko, del Ghana, 33enne, residente a Mugnano, incensurato, Enoch Richard, del Sudan, 37enne, domiciliato a Roma in via degli Astalli, già noto alleforze dell’ordine, Graves Charles, del Ghana, 43enne, domiciliato a Giugliano in via Ripuaria, già noto alle forze dell’ordine, Ankrah Mavis, del Ghana, 33enne, residente a Giugliano, incensurato, Quaye Eric Kweinortey, del Ghana, 29enne, domiciliato a Giugliano in via Gelsi, già noto alle forze dell’ordone, Annorh Felicia Friba, del Ghana, 49enne, residente a Giugliano al viale dei Pini Nord, già noto alle forze dell’ordine, Quaye Rosetta Kweikin, 23enne, residente a Giugliano,incensurata.
Dopo aver notato un insolito via vai dalla casa, di proprietà di Mavis Ankrah, i militari dell’arma hanno effettuato servizi di osservazione a distanza prima di irrompere nella “piazza di spaccio”. nel corso dei servizi prima dell’intervento e’ emerso che nell’abitazione si spacciava droga (3 acquirenti sono stati bloccati dopo esserci andati a fare “spese”) e che il sistema prevedeva un doppio controllo per l’accesso alla “piazza di spaccio casalinga” realizzato addirittura con l’utilizzo di una parola d’ordine che veniva cambiata periodicamente.

Nessun limite: razziano anche i cimiteri

SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA. Ennesimo furto di rame in un cimitero dello spilimberghese. Ad essere preso di mira, questa volta, il camposanto di Pozzo di San Giorgio della Richinvelda.
Ad accorgersi dell’accaduto una donna, residente nella frazione sangiorgina, la quale, recandosi a portare un saluto ai propri cari, s’è trovata dinanzi ad uno spettacolo inqualificabile. Fiori sparsi lungo il camposanto, soprattutto – ed è l’elemento che ha destato il maggior sconcerto – alcune lapidi distrutte per prelevare i vasi in rame.
Come se non bastasse, i malviventi hanno avuto tutto il tempo per sottrarre da diversi loculi anche i portafiori in rame contenuti nei vasi, tralasciando quelli in plastica. Non è andato a buon fine, invece, il furto delle grondaie di alcune tombe di famiglia, le quali, dopo essere state parzialmente sbullonate, sono state lasciate sul posto.
Alla donna non è rimasto altro da fare che lanciare l’allarme. Sul posto sono giunti i carabinieri della compagnia di Spilimbergo, agli ordini del maggiore Francesco Dotto.
Dai primi accertamenti, appare molto probabile che l’intrusione dei ladri-vandali possa risalire alla notte tra giovedì e ieri. I malviventi si sono introdotti nel luogo sacro consci di poter agire senza particolari problemi, trattandosi di un area isolata e scarsamente illuminata. Ma non è tutto. Stando ad una ricognizione degli addetti comunali, qualcosa sembrerebbe essere stato sottratto anche dal cimitero della frazione di Cosa.
Sul posto anche il sindaco Michele Leon, il quale si è detto «costernato e rammaricato per l’accaduto». Il primo cittadino sangiorgino ha aggiunto: «I danni sono ingenti. Nonostante gli sforzi delle forze dell’ordine e la collaborazione del Comune e degli stessi cittadini, continuano a verificarsi questi incresciosi episodi che, al di là del danno economico, sono degli odiosi atti sacrileghi».
Su suggerimento dei carabinieri, il primo cittadino ha dato piena disponibilità a farsi portavoce nei confronti di quanti avessero subito danni dal raid, per formulare una denuncia collettiva. Gli interessati possono comunicare i danni all’ufficio anagrafe comunale.

http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2013/09/28/news/pozzo-cimitero-devastato-per-rubare-le-parti-in-rame-1.7825778

Pescara, rom arrestato dopo inseguimento: in manette anche … – CityRumors.it


IlPescara

Pescara, rom arrestato dopo inseguimento: in manette anche
CityRumors.it
carminecirelli Pescara. Far west nella notte a Pescara. I Carabinieri della Compagnia di Pescara, unitamente ai colleghi di quella di Montesilvano e ad agenti della Polizia di Pescara, hanno arrestato Carmine Cirelli (nella foto in alto a sinistra
ROM VS FORZE DELL'ORDINE, TRE ARRESTI A PESCARAAbruzzoweb.it
Sabato folle a Pescara. Rom sperona auto dei Carabinieriabruzzo independent
Pescara, inseguimento e botte: arrestati tre rom, ferito poliziottoIlPescara

tutte le notizie (4) »

Droga a Modena, arresto dei vigili in bici – Modenaonline


Modenaonline

Droga a Modena, arresto dei vigili in bici
Modenaonline
Agli arresti è finito O.B.M. 23enne ghanese, senza fissa dimora e senza documenti, già conosciuto dalla forze dell'ordine, su cui pesava un divieto di dimora triennale nella nostra città. Una pattuglia in bicicletta della Municipale, in servizio all

altro »

Romeni arrestati per furto di gasolio, connazionali in rivolta per … – Il Giorno

Romeni arrestati per furto di gasolio, connazionali in rivolta per
Il Giorno
Notte di tensione a Castelleone. Una quarantina di persone ha dimostrato atteggiamenti ostili nei confronti delle forze dell'ordine allos copo di impedire l'arresto di due vicini di casa. Un massiccio dispiegamento di forze ha evitato che la situazione